MotoGP, da Valentino Rossi a Marc Marquez, il bilancio del Mondiale 2019

statistiche
Vera Spadini

Vera Spadini

Abbiamo rivisitato la stagione 2019 attraverso i numeri: Marc Marquez ha battuto sé stesso, Quartararo ha stabilito un inedito primato, Valentino fa i conti con un’annata negativa

Fine anno, tempo di bilanci, e quello di Marc Marquez cola oro. Il 2019 è stato decisamente positivo per lui, anche più del 2014, che iniziò con una serie di 10 vittorie consecutive e si chiuse con la conquista del secondo titolo mondiale in MotoGP. I Successi di quella stagione magica furono in totale 13 (record ), uno in più rispetto al campionato da poco terminato. Ma per altri versi lo spagnolo è riuscito a superarsi. Stabilendo un nuovo primato assoluto di punti in classifica, 420, e nel divario con il secondo, +151. Oltre alle 12 vittorie Marquez è stato sei volte secondo, per un totale di 18 podi stagionali su 19 gare, altro record. Del resto, escludendo le cadute (Australia e Valencia 2018; Austin 2019), i suoi ultimi 24 arrivi sono solo vittorie (16) o secondi posti (8).

 

I podi consecutivi di Marc Marquez sono 16, la sua miglior sequenza, che coincide con la peggiore di Rossi: solo da Barcellona 2011 a Estoril 2012 il Dottore ha fatto un digiuno di podi così lungo. Eguagliata anche la sua peggior stagione del 2011 (con Ducati) con il 7° posto finale. Ma c’è un numero nell’annata di Valentino che fa ancora più male: le gare senza vittorie sono proprio 46, record negativo assoluto per lui. La prossima sarà una stagione cruciale, in cui Rossi deciderà il suo futuro in base ai risultati: la certezza è che verrà tentato il tutto per tutto, all’interno di una rivoluzione che vedrà coinvolta la Yamaha e in particolare il suo box.

 

Alcuni miglioramenti nel team Yamaha si sono già visti, soprattutto su Vinales e Quartararo. In realtà più nelle prove libere e nelle qualifiche che in gara… Il francese ha stabilito un curioso primato: è il primo pilota della storia a vantare 6 pole ma 0 vittorie. Vero è che quando l’antagonista è il Marc Marquez di cui sopra, diventa difficile tagliare per primi il traguardo… E in fatti El Diablo è salito comunque sul podio 7 volte: 1° Marquez -2° Quartararo è un ordine di arrivo che si è ripetuto 5 volte.

 

Vinales è stato l’uomo del venerdì, vantando buoni risultati anche il sabato: pole a San Marino e in Australia, prima fila ad Aragon e in Malesia negli ultimi 7 GP, raccogliendo poi ‘solo’ una vittoria a Sepang e due terzi posti. Una crescita che fa comunque proiettare lo spagnolo tra i piloti più competitivi del 2020. Anche perché se Rossi dovrà decidere se continuare a correre, lui dovrà capire con chi continuare a correre…

 

La delusione potrebbe sembrare la Ducati: in realtà i numeri dicono un’altra cosa. Dovizioso ha fatto 24 punti in più del 2018, e le Rosse insieme 66 punti in più. Petrucci ha portato 42 punti più del Lorenzo dell’anno scorso. La differenza è che Jorge era cresciuto nel finale, prima di lasciare per Honda, mentre Petrucci dopo l’apice al Mugello ha subito un netto calo. La percezione è condizionata da questo, così come dall’esponenziale crescita di Marquez.

 

Inutile dire che questa è stata la peggiore stagione di Jorge Lorenzo: niente pole, vittorie, giri veloci e podi, e mai nella top-10 in gara con la Honda. Il miglior risultato è l’undicesimo posto in Francia. Sedersi sulla sella che ha lasciato non sarà facile per Alex Marquez, che finora ha dimostrato comunque di avere i numeri giusti. Ma i conti si fanno a fine anno…

Le statistiche del Mondiale 2019

Marc Marquez

- 56 vittorie in top-class, 82 totali

- 12 vittorie, una in meno del suo record di 13 nel 2014

- 12 successi e 6 secondi posti, per un totale da record di 18 podi (sempre sul podio tranne ad Austin, quando è caduto)

- 16 podi consecutivi

- Record di punti a fine stagione: 420

- Vantaggio di 151 punti sul secondo in classifica, distacco record

- Escludendo le cadute (Australia e Valencia 2018; Austin 2019), i suoi ultimi 24 arrivi sono solo vittorie (16) o secondi posti (8)

 

Valentino Rossi 

- 46 gare consecutive senza vittorie, record negativo per Valentino

- 7° in classifica, eguagliata la sua peggior stagione del 2011 con Ducati

 

Fabio Quartararo 

- Primo pilota della storia con 6 pole e 0 vittorie

- 7 Podi

- Per 5 volte ha chiuso 2° alle spalle di Marc Marquez

I più letti