Moto3, pazza chiamata social tra Salac-Arbolino e Deniz Oncu-Masia

social

Rosario Triolo

screen_chiamata

Salac e Arbolino, annoiati, hanno creato una videochat tutta da ridere con Deniz Oncu e Masia. Vi raccontiamo i retroscena della telefonata

MOTOGP, TEST SEPANG: LA 3^ GIORNATA MINUTO PER MINUTO

Dopo due giorni di test brillanti, Tony Arbolino si stava rilassando in hotel a Valencia. Ma si sa, il relax dopo un po’ annoia i piloti, sempre alla ricerca di adrenalina. Nel frattempo il nuovo compagno di squadra di Tony nel team Snipers, Filip Salac, stava guidando. Non la moto, ma il furgone. Perché il ceco ha deciso di presentarsi ai test proprio con il suo furgone, anziché viaggiare in aereo da casa a Valencia. E quindi anche lui si stava annoiando nelle oltre 18 ore di percorso verso la Repubblica Ceca. Quale migliore occasione per parlare un po’ dei due giorni in pista con una videochiamata social?

 

Ma gli strumenti di oggi permettono ai ragazzi di superare l’archetipo tradizionale secondo il quale una telefonata debba avere solo due interlocutori. E così Salac ha deciso di cercare tra i contatti qualcuno da “disturbare”. Meglio, qualcuno a cui far sentire invidia, perché assente da questi test privati: i gemelli Öncü. Can ha lasciato la Moto3 e correrà in Supersport, ma ha un ottimo rapporto con Salac dai tempi della Red Bull Rookies Cup. Deniz, invece, tornerà in pista a Jerez con il team Tech3. Deniz ha risposto, ma Can ha buttato giù, probabilmente perché impegnato.

 

Ma a Salac la tripla chat non bastava e cercando cercando ha trovato online anche Jaume Masiá, che è stato più lento di lui di quattro decimi dopo aver abbandonato Ktm per Honda, come lui. Masiá, peraltro, è anche caduto nel secondo giorno di prove a Valencia.

 

Forse non del tutto felice per il primo approccio con il team Leopard, Masiá ha risposto a Salac, e immediatamente la situazione gli ha migliorato l’umore. Vedendo gli altri tre piloti impegnati in una videochiamata improbabile, il Cachorro è scoppiato a ridere come un matto, contagiando anche gli altri tre piloti, ma senza cogliere di sorpresa il velocissimo Salac, che oltre ad andare forte in pista ci sa fare anche con lo smartphone, come testimoniano questo racconto e anche la story in cui ha immortalato in uno screenshot il momento di allegria che ha vissuto insieme ai colleghi e in cui ha taggato anche Sky Sport MotoGp. Dopo qualche minuto di confronto più serio sui test di Valencia, Arbolino, Salac, Masiá e Deniz Öncü si sono salutati, perché l’animatore del gruppo doveva concentrarsi sulla guida del suo furgone. Can, se mai leggerà questo articolo, probabilmente si pentirà di non aver risposto. E gli altri quattro… Chissà se quando si ritroveranno in pista, in gara, sorrideranno ricordando questa allegra telefonata prima di prendersi a sportellate!

MOTOGP: SCELTI PER TE