MotoGP, Rins sul rinnovo con Suzuki: "Libero di parlare con altri team"

MotoGp

Il pilota spagnolo fa chiarezza sul proprio futuro: "Sono contento in Suzuki, ma allo stesso tempo non abbiamo ancora firmato nulla, sono libero di parlare con altri team"

Tra i team più soddisfatti dei test di Sepang c'è senz'altro la Suzuki, veloce dal primo all'ultimo giorno in Malesia: "Abbiamo cercato di migliorare rispetto al 2019 provando novità su tanti fronti come telaio, aerodinamica, elettronica, e sono contento del risultato, abbiamo chiuso al terzo posto nella classifica generale. Ma sono ancora più contento del ritmo gara", ha spiegato Rins ad Anotnio Boselli. "Abbiamo lavorato anche tanto sul motore, si vede che è più potente, non superiamo la Ducati nel rettilineo ma proveremo a starle dietro...", ha aggiunto il pilota della Suzuki. A Sepang c'è stato grande equilibrio: "Si dice che Yamaha, Aprilia e Ktm abbiano fatto importanti passi avanti, nel finale ho visto andare molto forte Vinales". A proposito: al fianco di Vinales l'anno prossimo non ci sarà più Rossi (che avrà a disposizione una moto del team Petronas): "In effetti l'annuncio di Yamaha mi ha sorpreso. Va comunque ricordato che il team satellite praticamente è un team ufficiale, Quartararo quest'anno avrà la stessa moto di Rossi e Vinales". Marquez in difficoltà, ma Rins non si fida: "Mi aspetto di vederlo al 100% della forma alla prima gara".

Il futuro

Per il prolungamento del contratto con Suzuki sembra essere solo una questione di dettagli. O forse no? "Stiamo parlando del rinnovo per il 2021 e 2022, ma non abbiamo ancora firmato niente. Sono contento in Suzuki, ma allo stesso tempo sono libero di parlare con altri team" - risponde Rins, che taglia corto sull'ipotesi Ducati - E' il mio manager a occuparsi di queste cose, non lo so, io non voglio pensare troppo in là, sono concentrato su quest'anno".

Gli obiettivi

Il pilota della Suzuki non nasconde le proprie ambizioni in vista della stagione al via l'8 marzo in Qatar: "Punto a vincere o almeno a salire sul podio in tante gare, per riuscire a lottare per il titolo. So che serve costanza per arrivare tra i primi 3 della classifica all'ultimo GP della stagione, dovremo innanzitutto cercare di non cadere, concludere tutte le gare. Non vedo l'ora di cominciare".

I più letti