MotoGP, test Qatar. Marc Marquez: "Oggi non siamo da top 5, situazione critica"

honda
Foto Twitter @HRC_motogp

Il campione del mondo, non al 100 per cento dopo l'operazione alla spalla, non è contento della nuova Honda. "Facciamo fatica, appena proviamo a spingere il rischio caduta è alto. Al momento non possiamo lottare per i primi cinque posti". Anche il fratello Alex sulla stessa linea: "Faccio fatica, non mi sento bene sulla moto"

TEST LOSAIL, DAY-3 MINUTO PER MINUTO

Poche volte si era sentito un Marc Marquez così scontento, soprattutto alle porte della nuova stagione. Non sono solo le difficoltà a trovare la migliore condizione dopo l’operazione alla spalla destra (lo spagnolo non è al cento per cento e non può forzare) ma sono anche i problemi di guida a preoccuparlo. Nella seconda giornata di test il campione del mondo non è andato oltre il 14° tempo, a oltre un secondo di ritardo da Fabio Quartararo, ed è stato protagonista di una caduta nella seconda parte di giornata. "La moto è difficile da guidare – spiega ai microfoni di Sky Sport il pilota della Honda -. Quando proviamo a spingere, cadiamo. Tutte le Honda stanno facendo fatica. Rispetto alla Malesia abbiamo scoperto un punto debole nelle curve, visto che in questo circuito è molto importante la scorrevolezza”. Marquez parla di "situazione critica" e si lancia in una previsione piuttosto pessimistica sulla gara d’esordio a Losail. "Non siamo da top 5".

Alex Marquez: "Non mi sento bene sopra la moto"


Anche per il fratello Alex Marquez è stata una seconda giornata difficile a Losail. Il pilota della Honda ha chiuso 19° con sensazioni negative. "Non mi sento a posto fisicamente e non ho buone sensazioni sulla moto. Stiamo andando peggio rispetto a Sepang, soprattutto in curva". Malissimo anche Cal Crutchlow, 21esimo con la Honda clienti. 

I più letti