MotoGP, Alex Rins rinnova il contratto con Suzuki fino al 2022

MotoGp

Prosegue il matrimonio tra Alex Rins e Suzuki, con il contratto dello spagnolo allungato fino al 2022. "Ho esaudito il mio desiderio di restare, sono convinto del grande potenziale di questo progetto. Lavoreremo per ottenere grandi risultati", ha detto Rins

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Alex Rins resterà alla Suzuki anche nel 2021 e nel 2022. L'annuncio è arrivato in una diretta Instagram del pilota spagnolo, che dunque ha visto il suo contratto allungato di due ulteriori stagioni. Un rinnovo che arriva in un momento particolare, con il campionato di MotoGP in stand-by a causa dell'emergenza coronavirus, "che conferma la fiducia del Team nel pilota, con cui costruire un futuro insieme", come si legge nel comunicato pubblicato da Suzuki. Rins ha raggiunto la casa giapponese nel 2017, facendo il suo debutto nella classe regina. Dopo un brutto infortunio, ha potuto mostrare tutto il suo potenziale anche in MotoGP, centrando il suo primo podio in Argentina nel 2018. La scorsa stagione, Rins è stato tra i contendenti al titolo Mondiale, con diversi piazzamenti in Top 5 e due vittorie in Texas e a Silverstone. 

Rins: "Contento del rinnovo, credo nel progetto"

Soddisfatto Alex Rins, che prosegue la sua avventura in Suzuki fino al 2022: "Era il mio desiderio ed è stato avverato - ha detto lo spagnolo -. Credo nel progetto vincente e voglio vincere con la Suzuki. E' una combinazione perfetta. E' il posto ideale per me, lavoreremo insieme per conseguire grandi risultati. Ho sempre creduto in questa squadra ed è stato facile scegliere di rimanere. Ora cerchiamo di capire cosa succederà in questo 2020, siamo pronti per competere, ma la situazione è complicata e dobbiamo avere pazienza. Ci faremo trovare pronti nel momento in cui saremo chiamati a gareggiare". 

Brivio: "Vogliamo creare stabilità in questo gruppo"

Queste le parole di Davide Brivio, Team Manager della Suzuki: "Siamo contenti che Alex Rins sia rimasto con noi per altre due stagioni - ha spiegato -. Con questo accordo raggiungeremo i 6 anni di collaborazione e crediamo che questa stabilità ci sia di grande aiuto. E' stato un atto formale, perché avevamo già deciso da tempo di continuare insieme. Vogliamo creare un gruppo solido e coeso, abbiamo avuto un finale di 2019 straordinario e vogliamo ricominciare da lì, non appena potremo riprendere a correre"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche