MotoGP, KTM conferma: offerta Honda per Pol Espargaró

MotoGP
Vera Spadini

Vera Spadini

Il team austriaco ha confermato che lo spagnolo potrebbe correre con Marquez nel 2021, ma sta cercando di trattenerlo. Stefan Pierer ha fissato al 15 settembre la data ultima per chiudere la questione

KTM sta cercando di arginare la fuga dei suoi piloti, in particolare di Pol Espargarò. Al centro del progetto della casa austriaca, lo spagnolo è anche il pilota con più esperienza nel team. Brad Binder del team Factory, Iker Lecuona e Miguel Oliveira di Red Bull KTM Tech 3, non possono indirizzare lo sviluppo della moto come farebbe Espargarò.

Leitner: "Colloqui in corso"

Ecco perché KTM sta cercando di opporsi alla sua partenza, anche se contrastare un rivale come Honda non è certo facile. L'offerta c'è, e a confermarlo è stato il team manager del Red Bull KTM Factory Racing, Mike Leitner a MotoGP.com: "Posso solo confermare che questi colloqui sono in corso. Naturalmente, cercheremo di tenere Pol con noi, ma sappiamo bene che c'è un’altra opzione per lui. Non ci sono aggiornamenti al momento e, a parte questo, quando tutto sarà deciso faremo un commento in merito. Questo succederà sicuramente nelle prossime settimane. Abbiamo bisogno di tempo per pianificare il futuro, quindi dobbiamo prendere una decisione al più presto".

Pierer: "Decisione entro il 15 settembre"

La data di scadenza è stata posta da Stefan Pierer, che a Speedweek.com ha dichiarato: "La decisione sarà presa al più tardi il 15 settembre. La questione è ancora aperta". Il CEO della casa austriaca ha aggiunto: "Cerchiamo sempre di mantenere quei piloti che si adattano a lungo termine. Questa è la nostra filosofia. Vorremmo investire i soldi sulla moto".

I dettagli del contratto

Nell'affaire Espargarò la questione economica non è di poco conto, ed è la carta che KTM sta provando a giocarsi. Il contratto di Pol, come molti altri in MotoGP, prevede la clausola 'right of first refusal', una sorta di prelazione che consente al team di appartenenza di pareggiare l'offerta concorrente. Si parla di oltre due milioni a stagione. Ma per Honda difficilmente sarebbe un problema rilanciare. Un'altra strada è trasformare il contratto a lunghissimo termine.

Certo è che la volontà del pilota peserà non poco, ed è difficile non ascoltare il canto di una sirena prestigiosa come Honda, come ha confermato anche Aleix Espargarò, il fratello di Pol: "Se ti chiama un team così, come fai a dire di no?"

Lo scenario

Insomma, nonostante gli sforzi parare il colpo sarà molto difficile per KTM, che ne ha incassato uno anche da Ducati, con l'imminente passaggio di Martin alla casa di Borgo Panigale. Lo scenario impone quindi di correre ai ripari con soluzioni alternative, e in questo senso Mike Leitner ha risposto alle domande su alcune ipotesi che circolano nel mercato piloti, comprendenti nomi tali da non far sentire la mancanza di Espargarò, ovvero Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci: "Tutti i piloti impegnati in MotoGP hanno grande talento. Su Andrea non devo dire nulla, da tre anni è vice campione del mondo. Petrucci ha vinto un Gran Premio. Tutti questi top rider hanno un grande talento e si adatterebbero alla moto, questo è chiaro".

MOTOGP: SCELTI PER TE