MotoGP, GP Teruel. Alex Marquez: "Voglio più domande su di me e meno su Marc"

honda

Oltre alla crescita in pista, il pilota Honda dimostra di essere maturato anche sotto il profilo della personalità. A un giornalista che gli chiedeva aggiornamenti sulle condizioni di Marc, Alex ha risposto in modo deciso: "Marc sta recuperando, ma adesso mi sto concentrando su di me. Sono salito sul podio anche ad Aragon, quindi voglio che vengano fatte più domande su di me e meno domande su mio fratello"

GP TERUEL, LA GARA DI MOTOGP LIVE

Alex Marquez sta dimostrando una crescita importante. Non solo come pilota, ma anche come uomo. Lo scorso weekend il pilota della Honda è salito per la seconda volta consecutiva sul secondo gradino del podio, andando a un passo dalla vittoria ad Aragon. Ma è fuori dalla pista che Alex forse colpisce di più per il suo processo di maturazione, come ha dimostrato nella conferenza del GP del Teruel. Di fronte alla domanda di un giornalista, che gli chiedeva aggiornamenti sulle condizioni del fratello Marc (si parla di una terza operazione, voci smentite dalla Honda), Alex ha risposto con personalità: "Non è cambiato nulla per Marc, la sua situazione è uguale alla settimana scorsa. Sta migliorando e sta recuperando. Però non posso rispondere ad altre domande su Marc perché adesso mi sto concentrando su di me, sul mio weekend. Sono salito sul podio, quindi voglio che vengano fatte più domande su di me e meno domande su mio fratello Marc".

"Passare nel team LCR non sarà un passo indietro"

approfondimento

Spagna: "Marquez, 3° intervento?". Honda smentisce

"Come giudico oggi la decisione della Honda di mettermi nel team satellite LCR nel 2021? Adesso è facile pensare a quale sarebbe stata la decisione giusta, ma io comunque ero d'accordo con questa decisione. Sarà un'occasione di crescita per me, non lo considero un passo indietro. Nel team LCR potrò migliorare per diventare più competitivo. Magari potrei anche tornare alla Honda ufficiale in futuro. Per me il team satellite esiste solo sulla carta, non sulla moto. Rispetto al passato, oggi si può anche lottare per il titolo con un team satellite, come sta dimostrando in questa stagione Quartararo, avendo la stessa moto del team factory. Potrebbe succedere anche a me l'anno prossimo nel team satellite LCR Honda, ma non mi sento ancora pronto per vincere il Mondiale MotoGP, devo ancora maturare e migliorare in tante cose".

"Sono andato veramente veloce ad Aragon"

approfondimento

Honda, record contrastante: i numeri

"Non inizio mai il fine settimana con l’idea di vincere, voglio prima di tutto migliorare. Certo, se c’è la possibilità, perché non vincere? Sicuramente dobbiamo crescere in qualifica. Voglio fare come nell'ultimo weekend, migliorando giorno dopo giorno. Questo però è un nuovo GP, darò il massimo e proveremo a migliorare ancora, soprattutto per quanto riguarda il ritmo e il passo. Quando ho rivisto la gara di Aragon, mi sono reso conto di essere andato molto veloce. Abbiamo avuto l'opportunità di vincere, sono arrivato al limite, ci ho provato, ma Rins non ha fatto errori. Il mio obiettivo è comunque girare bene nelle Libere e migliorare nelle qualifiche: questa è la strada per provare a vincere".

"La mia crescita? Al 50% mentale e al 50% tecnica"

approfondimento

Nakagami rinnova con la Honda: contratto biennale

"Il mio miglioramento è al 50% mentale e al 50% tecnico, il podio di Le Mans mi ha dato sicuramente fiducia, ma nelle ultime gare siamo cresciuti anche nella guida. Il test a Misano tra le due gare è stato importante, abbiamo usato in parte il setup di mio fratello Marc. Non stare in sella per tanto tempo non è stato facile, ma a Misano abbiamo fatto dei test importanti, in cui abbiamo lavorato sui settaggi. È stato un momento importante, da lì abbiamo iniziato a migliorare. Adesso passo dopo passo stiamo andando avanti, dobbiamo ancora smussare qualche dettaglio. Per guidare bene la Honda devi essere completo, devi essere un pilota forte in tutte le caratteristiche, devi avere fiducia sulla tua moto, imparare a capire quando il setup non va bene. La Honda ha un grande potenziale".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche