MotoGP, Jack Miller operato al braccio destro: nel prossimo GP in Portogallo ci sarà

ducati

Dopo i dolori accusati all'avambraccio destro, Miller ha deciso di sottoporsi a un intervento per risolvere il problema della sindrome compartimentale. "Jack trascorrerà 24 ore in ospedale e poi potrà iniziare la riabilitazione con l'obiettivo di scendere in pista già nel GP del Portogallo, in programma dal 16 al 18 aprile", spiega la Ducati. L'australiano specifica: "Se il recupero dovesse procedere normalmente, potrò tornare a Portimao, anche se non sarò ancora al 100%"

MOTOGP, LE PAGELLE DEL GP DOHA

Nel tardo pomeriggio di martedì 6 aprile, Jack Miller ha subìto un intervento al braccio destro all’ospedale Dexues di Barcellona. L’operazione si è resa necessaria per risolvere il problema della sindrome compartimentale (molto comune tra i piloti), che lo ha tormentato in modo particolare domenica 4 aprile durante il GP di Doha chiuso al 9° posto: "A un tratto ho iniziato a faticare nei cambi di direzione. Mi si è bloccato l’avambraccio destro, non riuscivo a girare bene la manopola del gas e a frenare – aveva detto il pilota della Ducati al termine della gara –. Ne avevo sofferto già nel 2020 a Jerez, mi ero sottoposto a dei trattamenti per risolverli ed era andato tutto bene". Questa volta però l’australiano ha preferito procedere chirurgicamente. "Dopo aver effettuato una risonanza a riposo e una sotto sforzo, è stato deciso che era necessario eseguire subito l’intervento chirurgico per riportare l’attività vascolare e nervosa dell'avambraccio alla normalità", spiega la Ducati in un comunicato ufficiale.

Il programma verso Portimao

sky sport tech

Miller-Mir, carenata al limite: nessuna sanzione

L'intervento è stato eseguito dal professor Xavier Mir, un "veterano" del Motomondiale, che recentemente ha operato altri piloti della MotoGP come Marc Marquez e Cal Crutchlow. È stata proprio una visita di controllo effettuata la mattina del 6 aprile dal dottor Mir a portare alla scelta di effettuare subito l'intervento. Miller adesso dovrà tenere il braccio immobilizzato per almeno cinque giorni. Venerdì 16 aprile sono in programma a Portimao le prove libere del GP del Portogallo, la presenza di Jack non è in dubbio, come spiega la Ducati nel comunicato ufficiale: "Trascorrerà 24 ore in ospedale e poi potrà iniziare la riabilitazione con l’obiettivo di poter scendere in pista già nel prossimo appuntamento di Portimao per il Gran Premio del Portogallo, in programma dal 16 al 18 aprile".

Miller: "In Portogallo non sarò al 100%"

leggi anche

Miller: "Contatto con Mir? Sono cose che capitano"

Queste le prime parole di Miller dopo l'intervento: "L’operazione è stata breve ed è andata molto bene. Non vedo l’ora di iniziare la riabilitazione: mancano 10 giorni al prossimo Gran Premio a Portimao e, se le fasi del recupero procederanno normalmente, potrò tornare in pista già in Portogallo, anche se non sarò ancora al 100% della mia forma fisica. Voglio ringraziare il Dottor Mir e tutto il suo staff dell’Ospedale Dexeus per la loro disponibilità e per le loro cure".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport