Marc Marquez soffre di diplopia: si era già operato nel 2011

MotoGp
©IPA/Fotogramma

Stagione finita per il pilota spagnolo della Honda: soffre di diplopia, doppia percezione di una immagine. Un problema avuto già dieci anni fa dopo la caduta nelle prove libere a Sepang

MARQUEZ, STAGIONE FINITA: IL COMUNICATO DELLA HONDA

Stagione da dimenticare per Marc Marquez: a sette giorni di distanza dall'annuncio dell'assenza del pilota spagnolo nel GP dell'Algarve, a causa di una caduta in allenamento con cui si era procurato una commozione cerebrale, arriva un nuovo comunicato Honda. E purtroppo, ancora una volta, non arrivano buone notizie.

Foto-racconto

Dal rientro al nuovo stop: il 2021 di Marquez

L'otto volte campione del mondo soffre di diplopia, ossia la doppia percezione di una immagine. Si tratta dello stesso occhio lesionato nel 2011 dopo l'incidente a Sepang, come si legge dal comunicato Honda: "L'esame effettuato - ha spiegato il dottor Dalmau - ha confermato che il pilota è affetto da diplopia e ha evidenziato una paralisi del quarto nervo destro con interessamento del muscolo obliquo superiore destro. Questo quarto nervo destro è quello già ferito nel 2011".

Nel 2011 l'intervento agli occhi

L'analisi

L'esperto: "Marc potrebbe rientrare tra 4 mesi"

Nelle libere del venerdì del GP di Malesia 2011, l'allora 18enne Marc Marquez finì a terra insieme ad altri tre piloti. I primi esami diagnosticarono un forte colpo alla cervicale con una successiva infiammazione del nervo e conseguenti problemi alla vista. Inevitabile l'assenza in gara tre giorni dopo, ma non solo: lo spagnolo dovette rinunciare anche al GP di Valencia, dove Bradl si laureò campione, mentre Marc si dovette accontentare a fine stagione del secondo posto nella classifica piloti. I problemi non finirono lì, Marc continuava ad avere problemi alla vista, dopo ulteriori controlli gli venne diagnosticata la diplopia verticale: il 16 gennaio 2012 venne operato. L'intervento chirurgico non gli impedì di vincere il Mondiale: con otto vittorie a fine anno festeggiò il suo secondo titolo iridato della carriera, dopo quello in 125 conquistato nel 2010.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche