Alonso alla Dakar 2020? Lo spagnolo prova vettura raid-rally in Sudafrica

Motori

Il pilota spagnolo ha partecipato ai test di raid-rally in Sudafrica al volante di una Toyota Hilux. Assieme a lui Giniel de Villiers, vincitore della Dakar 2009. Un indizio importante per una sua eventuale partecipazione all'edizione 2020 in Arabia Saudita

INDY 500, ALONSO IN TEXAS

LO SPECIALE MOTORI

Fernando Alonso, dopo il successo alla 24 ore di Les Mans e gli eccellenti piazzamenti in Formula Indy, si è lanciato in una nuova sfida mettendosi al volante di una Toyota Hilux, l'auto che ha trionfato nell'ultima Dakar con lo specialista Nasser Al-Attiyah. Il pilota spagnolo ha partcipato ai test in Sudafrica per conoscere al meglio le caratteristiche di una macchina molto diversa dalle monoposto da circuito. Ad accompagnarlo c'era Giniel De Villiers, pilota sudafricano vincitore dell'edizione 2009. Il due volte campione del mondo di Formula 1 è ancora impegnato nel mondiale endurance, ma nel gennaio 2020 potrebbe decidere di prendere parte alla Dakar in programma per la prima volta in Arabia Saudita.

Le reazioni

Il direttore della Dakar David Castera ha espresso la sua gioia per la possibilità di vedere Alonso al via della prossima edizione: "Speriamo decida di partecipare, è un pilota che ho sempre ammirato per la sua grande ambizione. Se dovesse decidere di esserci sarebbe una notizia importante per tutti". Giniel De Villiers, il pilota che lo ha accompagnato nella prova della vettura raid-rally in Sudafrica non ha dubbi: "Sarebbe stupendo condividere con lui l'avventura nella Dakar. Siamo amici e passare tanti giorni insieme sarebbe molto divertente". Lo spagnolo Nani Roma, vincitore della Dakar 2004 con le moto e dell'edizione 2014 con le auto, è pronto alla sfida: "Ci siamo scambiati alcuni messaggi dopo i test, Ferrnando sa che è una disciplina complessa. Non esistono prove, l'esperienza si fa macinando chilometri in gara. Non sarà facile, ma lui ha talento ed è ovviamente il benvenuto".
 

I più letti