18 agosto 2017

Calciomercato, tutte le trattative di giornata LIVE

print-icon
SKY

Milan, kalinici non si allenerà più con la Fiorentina, ma non c'è ancora l'accordo tra i club. Il Torino piomba su Niang che sembrava destinato allo Spartak Mosca. Nuovo incontro tra Inter e Samp per Schick. Juve, Marotta: “Keita un’opportunità, abbiamo fatto un’offerta ma poi ci siamo ritirati”. Braccio di ferro con l'Atalanta per Spinazzola

Calciomercato L'Originale, dalle 23 su Sky Sport 1

Tutte le trattative di calciomercato  IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

ENTRATE E USCITEDopo la vittoria contro lo Shkendija, Fassone ha parlato di mercato e di Kalinic: “Siamo in una fase avanzata della trattativa, possiamo dire lavori in corso. Niang? Così come ci sono delle entrate, ci sono anche giocatori che ci hanno chiesto possibilità di uscita. Non va collegato a chi era in campo, panchina o tribuna oggi, però Mirabelli sta lavorando anche in uscita".
Per l'attaccante croato continuano le difficoltà nel trovare l’accordo tra club. Il giocatore ha presentato un certificato medico aie questa mattina in cui si spiega che necessiterà di 5 giorni di riposo, poiché emotivamente inquieto e non in condizione di allenarsi come vorrebbe. Si va avanti con questo braccio di ferro tra le parti. Ricostruzione: mercoledì mattina il giocatore aveva salutato tutti liberando l’armadietto, pensando che l’accordo tra club fosse stato trovato poi però la trattativa con la Fiorentina ha avuto un’ulteriore frenata nella notte. E, ad ora, la situazione resta ancora questa: il club viola non ha accettato le condizioni proposte dai rossoneri la cui offerta è di 25 mln senza bonus e senza il cartellino di Antonelli. Manca intesa sulle modalità di pagamento. Su Kalinic resta vivo l’interesse dell’Everton. Per Niang, dopo l’accordo raggiunto con lo Spartak Mosca e le visite prenotate c’è stato un rallentamento dovuto a un ritorno del Torino che oggi ha incontrato Raiola (che era in città per Matuidi). Mihajlovic insiste per averlo e il giocatore ha quindi ricevuto questa proposta. I granata sono disposti a offrire massimo 12 mln (quindi meno dei 18 che ha offerto lo Spartak Mosca). Il giocatore comunque vuole riflettere meglio e non ha mai davvero abbandonato l’idea di rimanere al Milan. Lo Spartak intanto ha spostato le visite mediche a Mosca nei prossimi giorni e domani si muoverà per ottenere i visti sperando che il giocatore non faccia retromarcia.

CENA SCHICK - Prosegue la ricerca di un difensore da regalare a Spalletti. Interessa Mustafi per il quale ci sono gia stati contatti con l'Arsenal: i nerazzurri hanno verificato la disponibilità del giocatore ma gli inglesi non sembrano propensi a prestarlo avendolo pagato 42 mln. Si insisterà comunque. Situazione simile per Mangala, il giocatore continua a forzare per la cessione ma il City al momento non accetta il prestito e continua a pensare che alla fine l’Inter lo comprerà. I nerazzurri in realtà lo vogliono in prestito perché hanno già fatto un investimento importante per Skriniar. Nuova cena per Schick tra Inter e Sampdoria (Ausilio e Romei) nella serata di ieri. I nerazzurri vorrebbero provare a trovare una formula diversa dall’acquisto a titolo definitivo, si tratta quindi su altre basi, tipo un prestito molto oneroso con diritto o obbligo dopo un certo numero di presenze. Da vedere se la Samp - che vorrebbe incassare subito - potrà accettare Kondogbia-Cancelo, raggiunti gli accordi tra le varie parti ma tutto deve ora essere approvato, formalizzato e controllati. I tempi si  stanno un po’ allungando perché serve l‘ok definitivo della proprietà cinese che non è ancora arrivato. Intanto l’esterno portoghese è stato convocato da Marcelino per la prima di LIGA del Valencia contro il Las Palmas. Dettagli operazione: l’opzione per il riscatto di Kondogbia dovrebbe essere sui 25 milioni – con l’Inter che manterrebbe anche una percentuale su futura rivendita. Il diritto di riscatto di Cancelo è invece sui 35 milioni. L’Inter ha il vantaggio che tutto l’ingaggio (3.8 mln) sarà a carico del Valencia ed è più del doppio di quello di Cancelo che prende 1.8 mln.

PAROLE BIANCONEREPrima dell’amichevole a Villar Perosa ha parlato Marotta: "E' un mercato logorante. Esigenze? Ci sono ancora quindici giorni, può succedere di tutto. Noi siamo tranquilli e consapevoli di avere una rosa competitiva. Alex Sandro ha chiesto di rimanere, abbiamo respinto al mittente le richieste. Keita è un'opportunità per molte società nel rispetto del presidente Lotito e della Lazio. Emre Can e Rabiot sono giocatori il cui contratto scade nel 2018, come Keita, ma che giocano titolari nelle loro squadre senza alcun dramma. Noi abbiamo fatto un'offerta a Lotito che riteniamo congrua, lui è padrone di decidere le strategie in casa propria e noi ci siamo ritirati”. Matuidi ha completato la seconda parte di visite mediche. Presentazione ufficiale solo rimandata in attesa di risolvere alcuni cavilli burocratici. Non è ancora stato annunciato ufficialmente perché gli ultimi documenti da Parigi sono arrivati con la Borsa ormai chiusa: in mattinata dovrebbe arrivare il comunicato. Dettagli contrattuali, in attesa del comunicato ufficiale: la cifra del trasferimento è di 20 milioni di parte fissa più 10 massimo di bonus legati al numero di presenze. Contratto di 3 anni con opzione per il quarto. Per il raggiungimento di tutti i bonus o quasi Matuidi dovrà giocare almeno l’80% delle presenze nei suoi anni di contratto, diventando quindi praticamente un titolare fisso. Per Spinazzola è sempre più braccio di ferro con l'Atalanta, il giocatore che ieri si è allenato a parte e ha detto no a una proposta di ritocco di ingaggio da 250 mila euro a 500 mila che poi diventerebbero 700 mila. 

SKY MERCATO 24 - Munir, tra i nomi e le possibilità di questi giorni è quella che ancora resta in piedi e non è stata scartata. Da capire a che condizioni il Barcellona lo potrebbe lasciar partire. Pezzella è arrivato a Firenze, a breve la firma sul contratto. Il difensore centrale argentino del Betis arriva in prestito oneroso a poco meno di un milione e riscatto fissato a poco più di 10. Simeone ieri mattina ha svolto le visite mediche. Keita, rottura totale con la Lazio: non si allena più con il gruppo di Inzaghi e non ha preso parte nemmeno alla cena serale di squadra. il Torino ha avviato i sondaggi per Kishna sondaggio per l’ala sinistra della Lazio. In casa Spal Borriello è un obiettivo per l’attacco: il rapporto tra il Cagliari e l’attaccante da un po’ non è più idilliaco nonostante il rinnovo di contratto delle scorse settimane. Dalla società rossoblù filtra che domani non sarà convocato per la Juventus come atto sanzionatorio dopo la sua reazione insofferente dopo la sostituzione in Coppa Italia contro il Palermo. Lo strappo è però più ampio, è un discorso di motivazioni con l’attaccante che avrebbe voglia di una nuova avventura – come verrà poi spiegato dallo stesso giocatore al momento dell’addio. Il Cagliari valuta dunque Pavoletti (su cui c’è forte anche l’Alaves) per il dopo Borriello, potrebbero provarci seriamente perché è sempre piaciuto. Samp, per l'attacco continua il pressing per Inglese del Chievo. I blucerchiati preparano la prima offerta da 8 mln - che potrebbero però non bastare. Ma è lui la prima scelta italiana oltre a Vietto e Luan che comunque si seguono sempre. Genoa, Hiljemark avrebbe detto no al Benevento perché non convinto; è una pista che si raffredda. Rossettini al Genoa, prestito con obbligo di riscatto a 2.5 milioni totali. Bologna, al Siviglia interessa Masina: il club spagnolo sarebbe pronto anche a fare un’offerta per il difensore classe 1994. Ufficiale l’ingaggio di Palacio che era svincolato: contratto di un anno. In Serie B il Bari prende contatti con marrone della Juventus, è una richiesta di Grosso. aL Foggia piace Falco del Benevento. Brescia in arrivo Meccariello dalla Ternana, superati i problemi di ingaggio e accordo raggiunto. Tre anni di contratto con opzione per il quarto in caso di raggiungimento della Serie A. Ternana, molto probabile l’acquisto di Gasparetto dalla SPAL. Nelle prossime ore verrà perfezionato lo scambio con il Pisa tra Angiulli e Giannone. Carpi, Lamin Jawo passa in prestito alla FeralpisalòEmpoli, offerto un milione alla Spal per Antenucci, ma il club ferrarese prima vuole chiudere per Borriello. Superata la concorrenza del Parma per Caputo dell’Entella. Operazione da 2,5 milioni che con i bonus arriva a 3, contratto di 4 anni a 450 mila euro per il giocatore. I liguri per il dopo Caputo - diretto a Empoli - si pensa a Giannetti del Cagliari: ad oggi è la prima scelta per sostituirlo. Cremonese, difficoltà per Paulinho che sembrava vicino al ritorno in Italia dall’Al-Ahli. Se l’operazione dovesse saltare il club potrebbe andare su Antenucci - nel mirino anche dell’Empoli. A Pescara arriva Baez dalla Fiorentina. All'estero l'Eintracht Francoforte nelle prossime ore ufficializzerà Boateng, dopo le visite mediche: l'attaccante firmerà un triennale dopo la risoluzione con il Las PalmasMonaco, Mbappé non è stato convocato per la gara di domani in Ligue 1 contro il Metz: il PSG insiste dopo l’offerta da 155 milioni più bonus, a richiesta è di 200 bonus compresi. Borussia Dortmund, l’allenatore Bosz ha parlato di Emre Mor e Dembelé alla vigilia della gara contro il Wolfsburg: “Dopo la partita vedremo cosa succede con Dembelé: ha sbagliato, sì, però è un bravo ragazzo ed un ottimo giocatore. Dobbiamo parlare dopo la gara di domani. Emre Mor? Non è colpa del Borussia se la trattativa con l’Inter è fallita e non c’è relazione tra i problemi con Dembelé e la trattativa fallita di Emre Mor: lui è un ottimo giocatore però non possono giocare tutti”