MotoGP, la conferenza dal GP di Valencia 2018. Rossi: "GP importante per il 2019", Marquez: "2018 quasi perfetto"

Antonio Boselli

Vale in conferenza: "Gara importante per capire se saremo competitivi il prossimo anno. Pedrosa? Speravo restasse, ci mancherà tanto". Marquez: "Stagione quasi da 10". Petrucci saluta il Team Pramac: "Avventura bellissima, i 4 anni più belli della mia carriera"

LA GARA DI MOTOGP - LA CADUTA DI ROSSI

CLASSIFICA

L'ultimo giorno di scuola è sempre un po' speciale, vale anche per l'ultima gara della stagione della MotoGp. Ci sono gli addii come quello di Pedrosa che dopo 18 anni, 3 titoli mondiali e 54 vittorie lascia le corse, ci sono i campioni da celebrare come Marquez, Bagnaia e Martin, ci sono i test in cui la settimana prossima vedremo tanti debutti. E poi c'è una gara, quella di Valencia, che deve dare delle risposte. La Ducati per esempio vuole capire se la gara flop della Malesia sia stato solo un caso o se c'è stata un'involuzione, anche se difficilmente una moto che ha funzionato per tutta la stagione, tutto d'un tratto, può aver perso la sua competitività. Anche la Yamaha ha bisogno di risposte, Rossi e Vinales hanno fatto delle gare solide ultimamente, ma Valencia è una pista con delle caratteristiche tecniche utili per capire lo stato di forma della moto giapponese. Ci sono poi le ultime gare di Petrucci con il team Pramac prima di passare in Ducati, di Iannone con la Suzuki prima dell'avventura con l'Aprilia e di Morbidelli con la Honda prima di salire sulla Yamaha. Cicli che si aprono e che si chiudono, novità che trasmetteremo nei test di martedì e mercoledì in diretta sul canale 208.

1 nuovo post
Rossi: “Sull’aereo di ritorno dalla Malesia nel 2014 abbiamo festeggiato il titolo conquistato da Tito Rabat in Moto2, Dani è venuto a prendermi e mi ha portato a festeggiare e a bere, è stato un bellissimo momento, abbiamo parlato tanto".
- di Redazione SkySport24
Marquez, Rossi e Lorenzo ricordano i momenti più belli condivisi con Pedrosa. Marquez: "Non è come le persone credono. Ricordo in Giappone al karaoke, era matto, tutto ciò che magari non riuscite a immaginarvi. Davanti alle telecamere sembra molto timido, ma in realtà è molto divertente, è stato un grande compagno di squadra".
- di Redazione SkySport24
Rossi: "Quando Dani è arrivato nel 2006 tutti eravamo molto spaventati, perchè aveva vinto 2 Campionati nella 250 e al debutto poteva già vincere. E' stato un grande rivale, ricordo battaglie molto dure, forse la più intensa è stata nel 2006 a Brno, quando lottavamo per il 2° posto. Avrebbe meritato un Mondiale perchè ne ha vinte tantissime, è stato super competitivo. Ci mancherà, speravo restasse. E' un pezzo importante della MotoGP che se ne va".
- di Redazione SkySport24
Zarco: "Sono d’accordo con Marc e Jorge. Abbiamo già abbastanza potenza per spingere il nostro corpo. Le regole che abbiamo adesso credo siano buone e spero siano mantenute".
- di Redazione SkySport24
Lorenzo: "Sono d’accordo con Marc: credo che in MotoGP, con così tanta potenza e altri fattori, ci sono vantaggi e svantaggi: se sei leggero come Pedrosa vai più forte in rettilineo ma hai più problemi in accelerazione, in frenata e nei cambi di direzione. Se invece sei pesante come Petrucci puoi essere più lento in rettilineo ma puoi avere più benefici quando piove forte o riuscire a riscaldare meglio le gomme. E’ la massima categoria del nostro sport e in quanto tale credo che non ci dovrebbe essere un limite di peso".
- di Redazione SkySport24
Introdurre delle zavorre in MotoGP per equilibrare il peso? Marquez: “In MotoGP non ha nessun valore, perché se sei pesante avrai degli svantaggi nella velocità di punta ma avrai altri vantaggi. Pedrosa, che è il più leggero nella categoria, nei lunghi rettilinei come in Malesia guadagna un decimo magari, ma credo abbia molto più svantaggi in realtà. In ogni caso non è una decisione che spetta a me”.
- di Redazione SkySport24
Bautista: "Sfida interessante in Superbike. Vincere il titolo e tornare in MotoGP? Chi lo sa, non ci sto di certo pensando. Vedremo".
- di Redazione SkySport24
Lorenzo: "Pedrosa? All'inizio era un mio punto di riferimento, abbiamo iniziato a correre più o meno nello stesso periodo. Abbiamo passato un periodo difficile dal 2002 al 2010 circa, un momento brutto in particolare è stato a Jerez nel 2008 dopo le qualifiche. Volevo stringergli la mano ma lui non voleva dopo che conquistai la pole, è stata una situazione di grande disagio. Poi lui vinse e io chiusi terzo, il re di Spagna volle che noi ci stringessimo la mano e lo facemmo ma non ci guardammo nemmeno negli occhi. ​Poi due o tre anni fa abbiamo passato una bellissima serata a casa di Gibernau. Facemmo anche una sfida su minimoto, lui era il più veloce di tutti. Io provai a stargli dietro ma caddi malamente, nei giorni successivi fu molto carino perchè si preoccupò tanto per le mie condizioni, da lì ci siamo riavvicinati".
- di Redazione SkySport24

Introdurre delle zavorre in MotoGP per equilibrare il peso. Rispondono Lorenzo, Marquez e Zarco: tutti contrari.

- di Redazione SkySport24
Rossi: "Stagione molto simile al 2017, forse quella è stato uperiore perchè all'inizio della stagione eravamo più competitivi. E' stata difficile perchè in molte gare abbiamo faticato ed è stata dura mantenere la stessa concentrazione. In ogni caso mi diverto sempre, parto da casa sempre positivo, per non mollare mai, cercando di fare tutto il possibile per migliorare".
- di Redazione SkySport24

Ai piloti viene chiesto di darsi un voto al loto 2019: Marc Marquez sceglie 9.5, Rossi un 7, Rins e Zarco un 7.5, Lorenzo un 7, Bautista un 8.

- di Redazione SkySport24
Bautista saluta la MotoGP: “Sarà strano lasciare questo mondo, ma sono fortunato ad avere davanti a me la sfida con Ducati in Superbike. Sono stato molto fortunato a poter avere una così lunga carriera in MotoGP. Cercherò di godermi questo weekend al meglio, nonostante il maltempo, per portarmi un bel ricordo della MotoGP".
- di Redazione SkySport24
Lorenzo: "La prima persona alla quale devo dimostrare qualcosa è me stesso. Ma ho sempre creduto di poter andare veloce con qualsiasi moto, era solo questione di tempo. In questo momento cambiare moto in MotoGP è difficile, tutti i decimi sono importanti, devi avere tutto sotto controllo per essere competitivo ma col tempo l'ho dimostrato. Ci siamo divertiti tanto, ci sono stati momenti molto belli, ora vorrei fare l'ultimo regalo alla mia squadra". 
- di Redazione SkySport24
Lorenzo: "Gareggerò domenica, sto abbastanza bene. A Sepang non ero pronto, non potevo lottare per le prime 10-15 posizioni, ma per fortuna negli ultimi 10 giorni sono migliorato tanto e sono pronto per provare a raggiungere il miglior risultato per il mio team. Sarà una gara molto emozionante, con cui chiuderò una parte della mia carriera, non vedo l'ora di salire in moto".
- di Redazione SkySport24
Zarco: "E' stato molto bello riuscire a tornare sul podio per riacquistare fiducia. Ho avuto un brutto incidente in Australia, ma fortunatamente non mi ha impedito di ritrovare buone sensazioni in Malesia e alla fine sono riuscito a salire sul podio. Peccato per aver faticato tanto a metà stagione. Ma ora sono qui a lottare come primo pilota indipendente e a duellare per il quinto posto nella classifica piloti, riuscirsi sarebbe un grande risultato. Sarà difficile lasciare Tech3, fin dall’inizio della mia carriera ho sempre desiderato correre con un team francese e questo è avvenuto in MotoGP, sono stato veramente bene con loro".
- di Redazione SkySport24
Rins: "Abbiamo raggiunto un buon livello, siamo in lotta con i migliori, dobbiamo continuare su questa strada. Da Misano in avanti abbiamo acquistato consapevolezza dei nostri mezzi, quella è stata una tappa fondamentale".
- di Redazione SkySport24
Rossi: "Dopo la Thailandia siamo migliorati come velocità, sia io sia Vinales. Ma avremo tanto lavoro da fare durante l'inverno, i prossimi 2-3 mesi saranno importanti per capire se l'anno prossimo saremo competitivi".
- di Redazione SkySport24
Rossi: "In Malesia ho passato una domenica molto lunga e complessa. Alla fine ero molto stanco, è stata una grande emozione, una giornata da ricordare con il primo successo del Mondiale dell'Academy grazie a Pecco. Anche la mia gara è stata buona, a livello personale la migliore della stagione. Purtroppo non c'è stato il lieto fine, peccato. E' importante capire a Valencia se abbiamo trovato qualcosa, se siamo competitivi".
- di Redazione SkySport24
Marquez: "Arriviamo con ottime sensazioni, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo che era quello di concludere davanti in Malesia, un circuito in cui in passato ho faticato. Cercheremo di approcciare la gara al meglio, nonostante le brutte previsioni meteo. Pedrosa nella Hall of Fame? Condividiamo tanti momenti, abbiamo lottato in pista, ma fuori abbiamo sempre avuto un grande rispetto reciproco. Ho imparato tantissime cose da lui. Sarà un weekend speciale per lui e per il suo team. Lorenzo sarà un compagno diverso, ma mi concentrerò su me stesso come ho sempre fatto. Da lunedì inizierà il 2019".
- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche