MotoGP, GP Giappone. Morbidelli: "Quartararo ha dato motivazioni a tutti i piloti Yamaha"

MOTOGP

Protagonista nelle qualifiche a Motegi, Franco Morbidelli analizza il suo secondo posto in griglia ai microfoni di Sky: "Merito dell'intero team, tutti lavorano duramente nel setup per mettermi nelle condizioni migliori in ogni turno, e questo è il risultato". Il confronto con il compagno Quartararo: "E' brutto prendere paga, ci ha spinto a migliorare. Fabio lavora sulla postura? Non lo sapevo, indagherò..."

GP GIAPPONE, IL RACCONTO GIRO DOPO GIRO

ROSSI-HAMILTON, LO SCAMBIO PER ESSERE IN PISTA INSIEME

Franco Morbidelli scatterà dalla seconda posizione in griglia nella domenica di Motegi. Il pilota della Yamaha Petronas è stato grande protagonista del sabato di qualifiche, arrivando a soli 132 millesimi dalla pole di Marquez. In esclusiva ai microfoni di Sky, l'italo-brasiliano ha analizzato il suo momento di forma, partendo dalla prestazione sul circuito giapponese, capace di esaltare anche i nostri telecronisti: "Che bello, far emozionare Guido Meda e Mauro Sanchini mi riempie di gioia. Andrò a risentirmeli". Poi parte con la sua analisi: "Durante il giro, sapevo che stavo migliorando. Nel dashboard avevo gli intertempi. Ma in quei frangenti fai fatica, con questa configurazione la qualifica è un rush di adrenalina. Vedi la pista e basta, non riesci a concentrarti su altro".

"Brutto essere sempre dietro... Grande lavoro del team"

Morbidelli si è messo alle spalle il compagno di box Fabio Quartararo. E anche questo è un motivo di relativa soddisfazione: "Quando prendi paga è sempre brutto, difficile, può essere scoraggiante. Ma mi dico di farmi coraggio, lavoro per migliorarmi in tutti gli aspetti. E soprattutto, una cosa che mi aiuta molto è il dirmi che ci sono cose piu gravi nella vita". Il weekend di Motegi è stato fin qui molto positivo: "Non so se la velocità che abbiamo qua saremo capaci di riportarla in altre gare. So solo che da un po’ di gare a questa parte siamo molto rapidi. Questo weekend in particolare siamo secondo me un po’ più veloci del solito. Merito del mio capotecnico Ramon Forcada e di tutto il team, che sta svolgendo un grande lavoro, con attenzione anche ai dettagli. Tutti si impegnano per aiutarmi e migliorare il pacchetto, per mettermi nelle condizioni migliori in ogni turno e questo è il risultato".

"Essere la prima Yamaha è dura"

La prima fila in Giappone è anche il frutto di qualche modifica nella guida per il 'Morbido': "Ramon ha detto che guido meglio? Freno dopo ed accelero prima...Cerco di guidare più forte, perché per stare davanti alle altre Yamaha serve darsi da fare. La guida è uno di quegli aspetti in cui penso di essere già ad un buon livello, ma in cui punto a crescere ancora".

"Fabio ha spinto tutte le Yamaha a dare il massimo"

Il confronto con Quartararo è un tema caldo per Morbidelli. Ieri il capotecnico del francese, Gubellini, ha rivelato in esclusiva a Sky di un aspetto particolare nella guida del pilota: "Fabio lavora sulla postura? Non lo sapevo. Il mio team non mi aiuta sotto questo aspetto. Indagherò". Anche in conferenza stampa, Morbidelli parla del compagno di team: "Fabio ha dato motivazione a tutti i piloti Yamaha per migliorare. Ha portato tutte  e  4 le nostre moto più avanti in classifica".

I più letti