MotoGP, test Jerez. Dovizioso: "Feedback positivi", Petrucci: "Ottime indicazioni"

MOTOGP
©Getty

Petrucci (9°) e Dovizioso (10°) si sono detti soddisfatti dopo la prima giornata di test a Jerez. "Abbiamo ricavato dati utili per il 2020" dice Petrux. Dovi: "Dobbiamo capire la direzione da prendere"

TEST JEREZ, IL RACCONTO DELLA 2^ GIORNATA

La MotoGP è impegnata nella due giorni di test di Jerez, ultimo atto del 2019. Nella prima giornata, sono state tre le Ducati a girare sul circuito Angel Nieto. Nono tempo per Danilo Petrucci, che ha preceduto il compagno di team Andrea Dovizioso. Diciannovesimo il collaudatore Michele Pirro.

Petrucci: "La spalla mi ha dato ancora fastidio"

Rientrato dopo l'infortunio alla spalla rimediato martedì a Valencia, Danilo Petrucci è stato il migliore del proprio team: "Giornata abbastanza impegnativa, soprattutto perché non ero ancora sicuro delle mie condizioni fisiche. La spalla sinistra, che a Valencia mi faceva molto male, mi ha dato ancora un po’ di fastidio nella mattinata: oggi pomeriggio però stavo meglio". Il pilota italiano non ha girato nella seconda giornata di test a Valencia. Per questo, il lavoro sul circuito di Jerez sarà ancora più prezioso in vista del 2020: "Siamo riusciti a compiere diverse prove comparative, senza cercare la prestazione, concentrandoci invece nel capire meglio il funzionamento delle novità presenti sulla moto. Abbiamo ricavato delle indicazioni utili per il futuro".

Dovizioso: "Comparazione migliore rispetto a Valencia"

 

Una posizione dietro a Petrucci, col decimo tempo, c'è Andrea Dovizioso. Il forlivese aveva voluto tenere i piedi per terra dopo i risultati di Valencia, aspettando proprio le prove di Jerez: "Oggi siamo riusciti a fare un'ottima comparazione tra le due moto, migliore rispetto a Valencia. Era importante, perché Jerez è una pista con molto diversa per caratteristiche". Il bicchiere del ducatista è mezzo pieno: "Il feedback è sicuramente positivo, ma dovremo analizzare bene tutte le informazioni raccolte e lavorare con il massimo impegno per capire la direzione da prendere per il prossimo sviluppo". 

I più letti