Coronavirus, MotoGP. Gli organizzatori del GP di Misano: "Siamo ottimisti per settembre"

MotoGp

Comunicato congiunto dei promotori del GP di Misano: "Proseguiamo nel lavoro per mantenere in calendario il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini dall'11 al 13 settembre". Due gli aspetti fondamentali da considerare: il primo è legato alla sanità e alla sicurezza, il secondo riguarda la sostenibilità economica dell'evento

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

"Le parole del presidente Stefano Bonaccini sono uno stimolo potente a proseguire nel lavoro che stiamo facendo in queste settimane per mantenere in calendario il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini dall'11 al 13 settembre". Lo scrivono in una nota Repubblica di San Marino, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Rimini e Misano World Circuit: "Siamo ottimisti, il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini ha una prospettiva di lavoro, non più quella del dubbio".

I due aspetti fondamentali da considerare

Per gli organizzatori del GP di Misano vanno "risolti due aspetti fondamentali". Il primo è quello sanitario e della sicurezza, "perché l'evoluzione del contagio e le conseguenti opportunità che questa consentirà sono decisive e arrivano prima di ogni altra considerazione". Su questo fronte si ipotizzano eventi che potrebbero essere a porte chiuse oppure con una partecipazione limitata. Secondo nodo quello della sostenibilità economica dell'organizzazione, per la quale c’è la convinzione di "trovare la soluzione che potrà consentire l'organizzazione del Gran Premio".

Una panoramica del circuito di Misano intitolato a Marco Simoncelli

MOTOGP: SCELTI PER TE