GP Teruel, Nakagami 1° nelle Libere: "Dopo il rinnovo guido più tranquillo e libero"

MotoGp
Sandro Donato Grosso

Sandro Donato Grosso

Giovedì l'annuncio del rinnovo con Honda, venerdì il miglior tempo nelle libere ad Aragon, nel GP di Teruel: "Meno stress, penso solo a dare il massimo e divertirmi" spiega Nakagami. Honda tra le migliori anche con Crutchlow (3° nelle Libere 2) e Alex Marquex (10°), in difficoltà le Ducati. Yamaha al lavoro in ottica gara, Suzuki competitive

GP TERUEL, LA GARA DI MOTOGP LIVE

La differenza di temperatura, qualche grado in più d'asfalto, non ha fatto i miracoli sperati per qualcuno e cambiato i valori in pista. Il venerdì di Aragon ci ripropone i protagonisti di domenica scorsa. On stage la Honda, che attinge dalla nuova linfa vitale visto che il giapponese Nakagami, fresco di rinnovo con il Team LCR, è lì davanti a tutti. Anche Alex Marquez e Cal Crutchlow vanno forte a testimonianza che la HRC, assente Marc Marquez, sta mettendo a punto una moto "digeribile" anche per gli umani ed il fratellino di Marc é sempre più illuminato.

"Penso solo a fare il massimo e a divertirmi"

approfondimento

Nakagami rinnova con la Honda: contratto biennale

Nakagami si gode il periodo d'oro: "Dopo aver annunciato il rinnovo con la LCR mi sento più libero e tranquillo, ora non devo negoziare più nulla, devo solo pensare a scendere in pista, fare il massimo e divertirmi. Questo mi semplifica di sicuro le cose... Ho avuto un passo molto buono già nella prima sessione, come settimana scorsa, questo è confortante, sia per la prestazione sia per capire il rendimento delle gomme". Tutte le Honda stanno andando molto bene, qual è il segreto? "Non ce ne sono. Rispetto a settimana scorsa non abbiamo modificato nulla, abbiamo anche tratto ulteriore vantaggio dai dati raccolti. L'importante ora è continuare su questa strada".

Yamaha, lavoro in ottica gara. Suzuki competitive

Gli orari

GP Teruel, si corre ancora ad Aragon: gara alle 13

Le Yamaha, Vinales 2° e 4° quarto nella combinata, hanno lavorato in ottica gara cercando di capire il rendimento delle gomme, mentre Morbidelli si dice molto soddisfatto della sua M1. La Suzuki dal canto suo dimostra ottima competitività su questa pista con Mir e Rins a ridosso dei primi con una moto che, quando c'è da chiudere la traiettoria, non sembra avere rivali.

Ducati indietro

L'analisi

Dovizioso: "Gli avversari sono migliorati, noi no"

È suonata la campana dell’ultima ora per le Ducati, che siedono agli ultimi banchi della classe. Dovizioso ha problemi con la nuova gomma che non lo supporta in inserimento ed uscita curva, mentre Petrucci soffre in percorrenza, poi c'è Bagnaia che dice di non avere grip neanche in trazione quando apre il gas. L'ingegnere Gigi Dall'Igna, a fronte di questa situazione, saprà cosa fare anche perché dispone di tecnici di qualitá per cambiare il trend, ma bisogna far presto, perchè purtroppo le piste non sono fatte di soli rettilinei.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche