Dakar 2022, moto: vittoria di Sunderland. Auto: titolo ad Al Attiyah. I risultati

i risultati
og-dakar-moto-auto

Tornato al comando dopo l'11^ tappa, il britannico Sam Sunderland nell'ultima prova affonda il colpo decisivo e vince la sua seconda Dakar. 32° dopo la 12^ tappa, Petrucci è 90° nella classifica finale. Nelle auto successo del qatariota Al-Attiyah. Tragedia nell'ultima tappa: incidente mortale per Quentin Lavalée

TRAGEDIA NELL'ULTIMA TAPPALE FOTO DELLA DAKAR 2022

Nelle moto la Dakar 2022 si chiude nel segno di Sam Sunderland (GasGas): il britannico ha chiuso con 3'27" di vantaggio sul cileno Pablo Quintanilla (Honda), vincitore della frazione finale, e 6'47" secondi sull'austriaco Matthias Walkner (KTM). Sunderland firma così il bis dopo aver vinto la sua prima Dakar nel 2017, in Sud America. 90° posto nella classifica finale per Danilo Petrucci (Tech3 KTM). Dopo sei edizioni disputate con il team ufficiale Red Bull KTM, Sunderland è entrato a far parte del team ufficiale GasGas. In un'edizione particolarmente movimentata, leader della classifica generale durante la prima settimana, il britannico è riuscito a riprendersi il primo posto dal cognato Adrien Van Beveren (Sunderland è sposato con la sorella del pilota francese) solo alla vigilia dell'arrivo.

Auto: vittoria di Nasser Al-Attiyah

Nasser Al-Attiyah al volante della Toyota ha festeggiato la sua quarta Dakar dopo i successi del 2011, 2015 e 2019. Vincitore del prologo e di una tappa, il pilota del Qatar ha battuto il francese Sebastien Loeb (Prodrive) di 27'46" ed il saudita Yazeed Al-Rajhi (Toyota) di 1h1'13". In testa dalle prime fasi, Al-Attiyah ha accumulato fino a 48 minuti di vantaggio per poi gestirlo negli ultimi giorni, anche grazie alla collaborazione del copilota, Mathieu Baumel, al terzo successo nel leggendario rally-raid. Curisità: il 51enne qatariota è uno sportivo poliedrico, ha infatti vinto una medaglia olimpica nella gara di skeet, il tiro al piattello dei Giochi Olimpici. L'ultima tappa è andata al francese Stephane Peterhansel (Audi).

La tragedia: incidente mortale per Quentin Lavalée

Nella 12^ tappa è morto per le ferite riportate in seguito a un incidente stradale Quentin Lavalée. Capomeccanico del team PH Sport (impegnato nello storico rally nella categoria Classic con una Peugeot 205 Turbo 16) di appena 20 anni, a quanto appreso dalle autorità locali stava guidando un veicolo di assistenza quando si è scontrato con un camion locale.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche