Motogp, GP Spagna 2018: news dalla conferenza. Marc Marquez: "Mi sento meglio del 2017"

Domenica alle 14 la gara di MotoGP del GP di Spagna, quarta tappa del Motomondiale (Getty)

Prime parole dei piloti, Marquez a Jerez all'attacco: "Con la mia Honda feeling superiore all'anno scorso. Il futuro? Voglio un pilota forte al mio fianco e i più forti ora sono Dovizioso e Pedrosa". Dovi: "Tutto può succedere", il suo manager nel post conferenza chiarisce: "Con Ducati siamo ai dettagli". Zarco in KTM dal 2019: "Voglio raggiungere il livello di Marquez", Rossi: "Gara importante per capire il nostro potenziale"

JEREZ, VITTORIA DI MARQUEZ

L'INCIDENTE TRA DOVI, LORENZO E PEDROSA

CLASSIFICA E TEMPI

IL CALENDARIO: PROSSIMA TAPPA LE MANS

E' il mercato al centro della conferenza piloti del quarto GP della stagione, che si corre in Spagna. Oltre all'annuncio di Zarco in KTM dal 2019 (contratto biennale, al suo fianco ci sarà Pol Espargarò), i due piloti che si sono giocati il titolo lottando fino all'ultima curva lo scorso anno e che dopo tre GP sono separati da appena un punto in classifica, ossia Andrea Dovizioso (leader a quota 46) e Marc Marquez, sono stati subito protagonisti. Prima le parole del pilota della Ducati, che non ha escluso nulla ("Tutto può succedere"), poi l'apertura dello spagnolo della Honda: "Voglio un compagno forte e i più forti ora sono Pedrosa e Dovizioso". A riavvicinare Dovizioso alla Ducati ci hanno pensato nel post conferenza ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD Dall'Igna e Battistella, manager rispettivamente del team e del pilota, evidenziando massima positività sul lieto fine. In particolare, Battistella ha spiegato: "Di fatto abbiamo un'offerta della Ducati che stiamo negoziando, non ne abbiamo altre e non le stiamo cercando. Siamo positivi, se le cose vanno a rilento è solo perchè stiamo discutendo alcuni dettagli".

Pensando strettamente alla gara, Marquez è il favorito n.1: "Sarà molto combattuta, ma mi sento meglio degli anni scorsi, posso puntare alla vittoria". Dovizioso è a caccia di punti preziosi: "Ci serve un podio se vogliamo continuare a lottare per il campionato. Siamo partiti con il piede giusto, ci serve più velocità ma nel complesso abbiamo lavorato bene". In agguato Maverick Vinales ("Siamo migliorati, dobbiamo proseguire su questa strada") e Andrea Iannone ("L'imperativo è cercare la massima continuità"), entrambi sul podio ad Austin. Cerca la svolta Jorge Lorenzo, che taglia corto sul mercato: "Dipende dai risultati, siamo concentrati prima di tutto su ottenere punti importanti". Come Dovizioso e Vinales, Lorenzo è d'accordo sulla necessità di maggior severità, come deciso in Safety Commission dopo l'incidente Rossi-Marquez in Argentina, ma rispetto ai colleghi aggiunge: "Non ho paura di correre contro Marc, ma credo che già in passato servissero penalizzazioni più pesanti per alcune manovre". Esame importante anche per Valentino Rossi: "E' una gara cruciale per capire il nostro potenziale".

1 nuovo post

GP Spagna, il meglio del Day-1

 
 

Conferenza stampa, il punto

 
Tutti all'attacco di Marquez, favorito a Jerez: "Sarà una gara molto combattuta, ma mi trovo meglio delle passate stagioni, posso lottare per la vittoria", avverte il campione del mondo uscente. Dovizioso, leader del Mondiale con un punto di vantaggio su Marquez, pronto per la battaglia: "Ci serve un podio se vogliamo continuare a lottare per il campionato. Dobbiamo migliorare soprattutto nella velocità". Da non sottovalutare Vinales ("Siamo sulla strada giusta, stiamo migliorando"), Iannone ("La parola chiave ora è continuità") e Rossi: "A Jerez gara cruciale per capire il nostro potenziale".
Ma il tema principale del giovedì è stato il mercato: dopo l'annuncio che Zarco per le prossime due stagioni sarà un pilota KTM al fianco di Pol Espargarò, in scadenza di contratto ci sono nomi eccellenti come Dovizioso. "Tutto può succedere" ha dichiarato il pilota della Ducati, prima dell'apertura a sorpresa di Marquez: "Voglio un pilota forte al mio fianco e i più forti sono Dovizioso e Pedrosa". Nel post conferenza ha fatto chiarezza il manager dell'attuale n.1 della classifica: "Siamo ai dettagli con il rinnovo".
 

Di seguito tutte le dichiarazioni dei piloti nella conferenza di Jerez
- di Redazione SkySport24

Manager Dovizioso, Simone Battistella: "Siamo concentrati sulla Ducati"

 
"Abbiamo parlato la scorsa settimana e dobbiamo rifarlo a Jerez con il team, ci stiamo avvicinando al finale. Mi sembra che da entrambe le parti ci sia la volontà di procedere. Di fatto abbiamo un'offerta della Ducati che stiamo negoziando, non ne abbiamo altre e non le stiamo cercando. Siamo positivi, se le cose vanno a rilento è solo perchè stiamo discutendo alcuni dettagli. Andrea ha un valore sul mercato molto alto, può interessante a molte squadre, ma siamo concentrati sul rinnovo in Ducati. Se non riuscissimo a trovare una soluzione con questo team è ovvio che dovremmo valutare le altre, ecco perchè Andrea ha detto che tutto è possibile".
 
- di Redazione SkySport24

Dall'Igna: "Fiducia sul rinnovo di Dovizioso"

 
Nel post conferenza ai microfoni di Sky l'Ing. Dall'Igna ha commentato le parole di Dovizioso sul rinnovo: "Ha già un'opzione sul tavolo. Non c'è nulla di strano se un pilota che l'anno scorso è arrivato secondo cerca di alzare il livello della discussione, fa parte del gioco delle parti. Che il suo rinnovo sarebbe stato complicato l'abbiamo sempre detto. In ogni caso restiamo fiduciosi, in Ducati lo vogliamo e tra alti e bassi crediamo che anche lui si sia sempre trovato bene".
 
- di Redazione SkySport24

Rossi da Jerez: "GP importante per capire il nostro potenziale"

 
Non era in conferenza, ma al circuito di Jerez dai nostri inviati è stato intercettato anche Rossi: "Questa spagnola è una gara molto importante per capire il nostro livello. Pensavamo di fare la differenza anche in Europa nel 2017 dopo un ottimo avvio, invece abbiamo fatto molta fatica. Speriamo che quest'anno vada diversamente. Zarco in KTM? E' il pilota giusto, è forte e il team vuole migliorare, anche se ci vorrà un po' di tempo per diventare competitivi"
 
- di Redazione SkySport24

Dovizioso: "Obiettivo podio"

 
"Dobbiamo cercare di lottare per il podio, portare a casa il maggior bottino di punti possibile. Il nuovo asfalto ci condizionerà, non so se lo farà in modo positivo o negativo con noi, vedremo".
- di Redazione SkySport24

Iannone: "Concentrato sul presente"

 
"E' un momento importante per me. Al momento ho un ottimo feeling con il mio team e voglio restare concentrato su ogni weekend di gara, arrivando senza pensare ad altro. C'è tempo per pensare all'anno prossimo". Poi una battuta: "Di cosa ho paura? Di Marquez..."
 
 
 
 
- di Redazione SkySport24

Maggior severità, piloti d'accordo

 
Dovizioso: "L'incidente Marquez-Rossi? Non risponderò mai a questa domanda, come non l'ho fatto in Argentina. C'è stata una riunione ad Austin in Safety Commission in cui c'era una certa spaccatura ed è stata decisa una maggiore severità per garantire una maggiore sicurezza: credo che la strada sia questa".
 
Vinales: "D'accordo serve maggior severità. Ma è inutile continuare a parlarne, dobbiamo guardare al futuro".
 
Lorenzo: "Non ho paura di correre contro Marquez, ma credo che già in passato servissero penalizzazioni più pesanti per alcune manovre".
- di Redazione SkySport24

Zarco: "Marquez nel mirino"

 
"Voglio raggiungere il suo livello di guida e farlo con la KTM, con il mio stile di guida".
 
- di Redazione SkySport24

Marquez: "Voglio un pilota forte al mio fianco. I migliori? Pedrosa e Dovizioso"

 
"Johann, passato in KTM, era uno dei piloti forti a cui la Honda stava pensando. Continua a migliorare, la KTM ha acquistrato un ottimo pilota per il suo livello. Riguardo il mio compagno di squadra dico solo che voglio che sia forte. Tutti sono alla ricerca di un team, gli unici molto forti sono Pedrosa e Dovizioso. Io sono alla Honda e sono molto contento".
Sul circuito:  "A Jerez non vinco dal 2014 ma sono sempre salito sul podio e conto di esserci anche stavolta. La mia Honda quest'anno mi sembra migliore rispetto alle altre stagioni, quindi credo di poter puntare alla vittoria, magari non come a Austin dove ho dominato". Ma non sarà una passeggiata: "Le piste in Europa sono strette e più lente e poi dobbiamo vedere cosa succede col nuovo asfalto. Credo che saremo tutti molto vicini".
 
- di Redazione SkySport24

Iannone: "Ora serve continuità"

 
"E' di sicuro un momento positivo per noi. Mi sono goduto il podio, abbiamo lavorato tanto per raggiungere questo risultato. Ora dobbiamo restare concentrati e continuare su questa strada. E' importante continuare ad avvicinarci ai migiori piloti".
- di Redazione SkySport24

Lorenzo: "A caccia della svolta"

 
"Inizio di stagione difficile, a cominciare dai problemi che ho avuto con i freni. Speriamo che ora ci sia la svolta positiva della stagione".
- di Redazione SkySport24

Vinales: "Progressi importanti"

 
"Gara dopo gara stiamo migliorando e possiamo farlo ancora di più. Dobbiamo continuare così. Mi sono sentito molto bene ad Austin, tutto il team è molto motivato, speriamo di andare avanti così".
 
- di Redazione SkySport24

Dovizioso: "Serve maggior velocità, ma lavoriamo nella direzione giusta"

 
"Sono un po' sorpreso di essere in cima al campionato viste le ultime due gare, anche se in fondo non troppo... Abbiamo concluso bene la stagone scorsa e siamo partiti con il piede giusto quest'anno. Abbiamo cercato di trarre il massimo dalle ultime due gare e i risultati sono stati buoni. Non per la velocità, ma nel complesso abbiamo ottenuto più punti rispetto al 2017. Questo mi rende contento. Certo, sappiamo che per lottare per il titolo dobbiamo essere più veloci".
- di Redazione SkySport24

Archiviate le parole singole dei piloti, si apre la conferenza del GP di Spagna.

- di Redazione SkySport24

Aleix Espargarò: "Priorità all'Aprilia"


"Stiamo lavorando per il contratto, la mia priorità è rimanere in Aprilia. Siamo molto fiduciosi, la moto è migliorata in tutto: telaio, motore, posizione. Ad Austin per la prima volta abbiamo potuto usare tutta la potenza del motore". Il compagno preferito? Redding, ma perché in questo paddock si tende a cambiare molto velocemente".

- di Redazione SkySport24

Da Zarco alla coppia Ducati: i dubbi di Lorenzo e Dovizioso

 
Dovizioso: "Rinnovo in discussione? Non è il momento di parlare di queste cose, perché non sono così avanti a livello di contratto per prendere una decisione. Credo che tra qualche settimana si saprà qualcosa di più. Ognuno ha il proprio comportamento, ognuno fa quello che ritiene giusto: ci sono delle conseguenze, poi quando si ha tutto sul tavolo ognuno prende la propria decisione. Tutto è possibile".
 
Lorenzo: “Non so cosa farò in futuro. Ci sarà tempo, adesso sono molto concentrato a dare il massimo perché tutto sarà più facile con i risultati. Speriamo di migliorare già da questa gara".
- di Redazione SkySport24

 

Zarco alla Ktm, è ufficiale: contratto di due anni

Dopo tante voci e indiscrezioni, Johann Zarco è diventato ufficialmente un pilota Ktm. Il francese, attualmente al team Tech3, ha firmato un contratto biennale per le stagioni 2019 e 2020. L'annuncio è arrivato proprio dalla Ktm attraverso un comunicato ufficiale
- di Redazione SkySport24

Primo appuntamento da Jerez, con la conferenza piloti. In primo piano il mercato: due annunci in due giorni per la KTM. dopo quello di Pol Espargarò, che ha rinnovato fino al 2020, è arrivato quello legato a Johann Zarco.

- di Redazione SkySport24

 

Rossi: "Potevo vincere di più, ma zero rimpianti"

Valentino si racconta: "A volte penso che se a 25 anni avessi avuto la forza mentale che possiedo ora, avrei vinto di più. Ero superiore ai miei rivali, ma ero anche umano". Sulla gara in Spagna: "Sarò cruciale per capire il nostro potenziale". Vinales: "Spero di vincere, posso farcela"
- di Redazione SkySport24

 

MotoGP, Pol Espargarò e KTM insieme fino al 2020

Il pilota spagnolo prolunga di altri due anni il contratto con la Red Bull KTM: "Non ho mai avuto dubbi, non ho mai pensato di passare ad altri team". Resta da sciogliere il nodo di chi lo affiancherà: verranno confermate le voci su Zarco?
- di Redazione SkySport24

 

GP Spagna, come vedere la gara in diretta esclusiva su Sky

Orari e programmazione tv del quarto GP del Motomondiale: dalle parole dei piloti alle gare di MotoGP, Moto2 e Moto3.
 
- di Redazione SkySport24

Marquez: "Voglio un pilota forte al mio fianco e i più forti ora sono Pedrosa e Dovizioso"

"Penso che la KTM abbia fatto la strategia migliore prendendo un pilota molto forte come Zarco. Non so cos'abbia detto lui sulla Honda, ma si sa che se prendi una Honda devi vincere, altrimenti sei tu il disastro... Andare alla KTM è una sfida un po' diversa che ha lo stesso target, ma si inizia da un altro livello. Chi vorrei al mio fianco? Spero che la Honda prenda un pilota per vincere il Mondiale, uno forte e i più forti ora sono Pedrosa e Dovizioso. Anche se credo che la Ducati non lo lasci andare, sarebbe bello correre con lui".

Sul circuito: "A Jerez non vinco dal 2014 ma sono sempre salito sul podio e conto di esserci anche stavolta. La mia Honda quest'anno mi sembra migliore rispetto alle altre stagioni, quindi credo di poter puntare alla vittoria, magari non come a Austin dove ho dominato". Ma non sarà di certo una passeggiata: "Le piste in Europa sono strette e più lente e poi dobbiamo vedere cosa succede col nuovo asfalto. Credo che saremo tutti molto vicini".

Il futuro di Dovizioso

La priorità di Dovizioso è restare in vetta: "Dobbiamo cercare di lottare per il podio, portare a casa il maggior bottino di punti possibile. Abbiamo concluso bene la stagione scorsa e siamo partiti con il piede giusto quest'anno, questo mi rende contento. Ma per lottare per il titolo dobbiamo essere più veloci".

Dal presente al futuro: "Rinnovo in discussione? Non è il momento di parlare di queste cose, perché non sono così avanti a livello di contratto per prendere una decisione. Credo che tra qualche settimana si saprà qualcosa di più. Ognuno ha il proprio comportamento, ognuno fa quello che ritiene giusto: ci sono delle conseguenze, poi quando si ha tutto sul tavolo ognuno prende la propria decisione. Tutto è possibile".

Nel post conferenza ai microfoni di Sky il commento fiducioso di Dall'Igna: "Ha già un'opzione sul tavolo. Non c'è nulla di strano se un pilota che l'anno scorso è arrivato secondo cerca di alzare il livello della discussione, fa parte del gioco delle parti. Che il suo rinnovo sarebbe stato complicato l'abbiamo sempre detto. In ogni caso restiamo fiduciosi, in Ducati lo vogliamo e tra alti e bassi crediamo che anche lui si sia sempre trovato bene. Si è giocato il Mondiale fino a 6 giri dal termine nel 2017, ora è in testa alla classifica, questo un significato lo deve avere…".

Infine a Talent Time, su Sky Sport MotoGP, chiude il discorso Simone Battistella, manager di Andrea Dovizioso: "Abbiamo parlato la scorsa settimana e dobbiamo rifarlo a Jerez con il team, ci stiamo avvicinando al finale. Mi sembra che da entrambe le parti ci sia la volontà di procedere. Di fatto abbiamo un'offerta della Ducati che stiamo negoziando, non ne abbiamo altre e non le stiamo cercando. Siamo positivi, se le cose vanno a rilento è solo perchè stiamo discutendo alcuni dettagli. Andrea ha un valore sul mercato molto alto, può interessante a molte squadre, ma siamo concentrati sul rinnovo in Ducati. Se non riuscissimo a trovare una soluzione con questo team è ovvio che dovremmo valutare le altre, ecco perchè Andrea ha detto che tutto è possibile".

Lorenzo: "Non mi sono mai offerto a un team"

"Non so cosa farò. Ci sarà tempo per pensarci, adesso sono molto concentrato a dare il massimo perché tutto sarà più facile con i risultati. Speriamo di migliorare già da questa gara", ha dichiarato Lorenzo in conferenza. In serata a Motorsport.com la dura replica alle indiscrezioni lanciate da Carlo Pernat sul passaggio dello spagnolo in Suzuki: "E' il buffone della stampa. A differenza sua io ho dimostrato qual è la mia credibilità nel corso degli anni. Non mi sono mai offerto a un team nella mia carriera, né in 125 o 250 né in MotoGP. Ho avuto la fortuna di essere uno dei piloti più veloci e uno di quelli con il palmares più pieno di titoli degli ultimi anni".

Zarco in KTM: "Grande sfida"

E' ufficiale: Johann Zarco per le prossime due stagioni sarà in Red Bull KTM Factory al fianco di Pol Espargarò. "Sono molto felice, sarà una grande sfida. Il modo in cui sono migliorato mi fa pensare che sia tutto possibile. Ho scelto questo team perchè voglio giocarmela. Sono in un ottimo momento, mi diverto e faccio prestazioni alte, spero di confermarmi nei prossimi anni.

Rifiutare la Honda? Non ho detto che non voglio essere il compagno di squadra di Marquez, il punto è che se sei di fianco a lui e vuoi vincere delle gare devi essere forte come lui o addirittura più forte. Io ho pensato che se hai un livello tale di guida puoi sfruttare una moto come la KTM, è per questo che ho voluto affrontare questa sfida. Non dico di essere al suo livello, ma voglio raggiungerlo e farlo con il mio stile di guida su questa moto".

Rossi: "GP importante per capire il nostro livello"

Non era in conferenza, ma al circuito di Jerez dai nostri inviati è stato intercettato anche Rossi: "Questa spagnola è una gara molto importante per capire il nostro potenziale. Pensavamo di fare la differenza anche in Europa nel 2017 dopo un ottimo avvio, invece abbiamo fatto molta fatica. Speriamo che quest'anno vada diversamente. Zarco in KTM? E' il pilota giusto, è forte e il team vuole migliorare, anche se ci vorrà un po' di tempo per diventare competitivi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche