Yamaha MotoGP, la presentazione della moto di Valentino Rossi e Maverick Vinales

Sandro Donato Grosso

Sandro Donato Grosso

A Sepang è stata svelata la nuova Yamaha di Valentino Rossi e Maverick Vinales. La livrea riprende i colori della moto 2019: accanto al tradizionale blu è presente il nero che ha caratterizzato la M1 nella passata stagione. Dopo l'unveiling, i due piloti ufficiali insieme al collaudatore Jorge Lorenzo hanno parlato in conferenza stampa

MOTOGP, TEST SEPANG: LA 3^ GIORNATA MINUTO PER MINUTO

Atmosfera intensa, ma tranquilla, alla presentazione della Yamaha ufficiale che ha caratterizzato la vigilia dei test di Sepang, unitamente a quelle della Suzuki, sulla quale compare tanto silver, ed a quella della Yamaha Petronas con il predestinato Quartararo ed il nostro Morbidelli.

 

Gli occhi di Rossi erano sereni, l’emozione non è affiorata, il sentimento che abbiamo percepito potrebbe essere tradotto in umanità e consapevolezza figlie dell’esperienza. Cosi quando Valentino ricorda che la legge dello sport è fatta di risultati, e che se non si è competitivi è meglio smettere, è lucido e realista. Dalle sue parole abbiamo avuto la conferma che le scelte dei giapponesi sono state prese in piena sintonia con il nove volte iridato, e non si è trattato di un allontanamento elegante, come qualcuno ha voluto insinuare.

 

Jarvis, il Managing Director di Yamaha, ha detto chiaramente che il momento più difficile, forse più duro, è stato quando ha dovuto comunicare ufficialmente a Rossi che non sarebbe stato più nel team ufficiale. Un po’ di magone insomma, naturale, ma spazzato via dalla realtà e dal sorriso, pensando comunque al futuro. La chance di continuare con Petronas, anche solo per un anno, c’è ed è concreta. Non si tratta di una croce di guerra, come si dava agli ex combattenti. E questa è una ragione per la quale la stagione che sta per iniziare è bella e carica d’interesse.

 

Come se non bastasse in blu, ed al fianco di Rossi, è ricomparso anche Lorenzo. Al settimo cielo per un ruolo da collaudatore di super lusso e due wild card inserite nel contratto. E pensare che qualche mese fa la sala stampa di Valencia era in piedi per consacrare il suo addio alle corse. E pensare che Valentino lo ha anche “sponsorizzato”… Chi ci capisce è bravo, come si dice al bar, dove è lecito pensare anche a Rossi e Lorenzo assieme in Petronas. Tanto sempre al bar, prima dell’aperitivo, si può dire di tutto e di più, ma qualche volta la verità risiede proprio li.

1 nuovo post
Qui di seguito il racconto integrale della presentazione Yamaha a cura di Ivano Pasqualino
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi a Sky Sport: "Sarebbe bellissimo avere un team con Rossi e Lorenzo alla Petronas, ma Morbidelli si merita il posto in Petronas, sono suo amico e mi farebbe piacere correre insieme"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi a Sky Sport: "Lorenzo è giovane, se si trova bene potrebbe anche pensare di non smettere e tornare a correre"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi a Sky Sport: "Nello sport l'unica cosa che conta sono i risultati. Quest'anno mi impegnerò al massimo per provare a correre anche nel 2021"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi a Sky Sport: "Mi piacerebbe essere competitivo e lottare in tutte le gare, l'anno scorso ho sofferto troppo in alcuni GP. Per me essere competitivo significa lottare per il podio"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi a Sky Sport: "Un po' mi aspettavo questa decisione della Yamaha, non è stata una sorpresa, ma il mio rapporto con la Yamaha va al di là di questo, mi fa piacere sapere che in caso sono pronti a darmi il massimo supporto: io ho dato tanto alla Yamaha, e loro mi hanno dato tanto"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi a Sky Sport: "Sicuramente la MotoGP mi mancherà tanto, ho sempre fatto il pilota. Per essere al top devi dedicare tutta la vita alle gare, ne vale la pena soltanto se vai forte"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi a Sky Sport: "C'è un po' di tristezza, corro con questo team da una vita. Pensare che sia l'ultimo anno fa un po' strano, le cose sono andate come dovevano andare. La Yamaha mi ha dato il suo massimo supporto, eventualmente mi darebbero una moto ufficiale anche alla Petronas. Il mio obiettivo è continuare nel 2021, ma devo essere competitivo. Petronas ha fatto molto bene l'anno scorso, quindi penso che cambierà solo il colore"
- di Redazione SkySport24
Qui di seguito tutto il racconto della presentazione Yamaha a cura di Ivano Pasqualino
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "La scelta della Yamaha è stata logica. I risultati fanno la differenza. I risultati di Vinales, i risultati di Quartararo, che l'anno scorso ha fatto la differenza. La Yamaha da dovuto prendere una decisione, ma non mi ha mancato di rispetto, soprattutto perché poi mi hanno promesso di supportarmi al massimo con la terza moto ufficiale. Naturalmente se mi avessero detto: 'Corre Quartararo, sei a piedi' allora mi sarebbe dispiaciuto, però così sono padrone del mio futuro e del mio destino, se sarò veloce e deciderò di continuare, una possibilità di guidare la M1 ufficiale c'è"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Il mio team VR46 in Yamaha? Mi piacerebbe l'idea, ma non abbiamo i soldi e questo è un grande problema, quindi meglio andare in Petronas"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Per me la Petronas è la migliore opzione per il 2021, perché la situazione è molto buona, hanno un buon team, un team giovane. Possono migliorare, hanno i fondi necessari, sono seri, ma la cosa più importante per me è continuare con la M1. Prenderò la mia decisione a metà stagione, durante la prossima estate"
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Per continuare a correre servono motivazioni, e per me le motivazioni arrivano dai risultati. Il mio obiettivo è continuare a correre nel 2021, ma se i risultati non dovessero essere quelli che mi aspetto, la questione diventerà difficile. Quando ho parlato con la Yamaha non ero pronto per prendere una decisione sul mio futuro, come quando ho deciso invece di prolungare il mio contratto. Non voglio continuare così. Se dovessi continuare così, allora è meglio smettere".
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi: "Il punto non è l'età, il fatto di avere 40 o 41 anni. Il punto sono i risultati. Nella seconda metà della passata stagione mi sono impegnato tanto, ho fatto qualche buona gara, sono stato competitivo, ma in altre gare ho sofferto tanto. Non sono più giovane, corro da 25 anni e così diventa pesante guidare, per restare ad alti livelli c'è bisogno di un grande sforzo. C'è un mese di vacanza, passi l'80% della tua vita ad allenarti, in moto, partecipi agli eventi"
- di Redazione SkySport24
Maverick Vinales: "Per battere Marc Marquez è necessario partire davanti a tutti"
- di Redazione SkySport24
Jorge Lorenzo: "La Ducati è una moto molto potente, la Honda è una moto molto agile, la Yamaha è la moto migliore se sei un pilota con una guida morbida"
- di Redazione SkySport24
Jorge Lorenzo: "Riconsiderare la mia decisione di ritirarmi dalle corse? La mia prima idea quando mi sono ritirato era di ritirarmi completamente. Ho speso 19 anni della mia vita provando con tutto me stesso a vincere, per competere, per riuscire nella mia missione. Credo di essere arrivato a una tappa diversa della mia vita, anche se devo ammettere che mi sono divertito tanto in sella alla Yamaha nello shakedown di Sepang. Ho sentito di nuovo quella felicità che non provavo da tanto tempo. Se a Valencia ho detto che al 99% non sarei più tornato a gareggiare, adesso direi che la percentuale si è abbassata al 98%".
- di Redazione SkySport24
Jorge Lorenzo: "Alberto Puig è stato molto corretto con me, mi ha sempre dato il massimo supporto nell'anno che ho passato in Honda. Lo ringrazio perché non si è avvalso di nessuna clausola per impedirmi di correre con un'altra moto quest'anno. Avrebbe potuto farlo, ma non l'ha fatto, permettendomi di diventare collaudatore Yamaha".
- di Redazione SkySport24
Jorge Lorenzo: "Sono contento di essere tornato a casa, la mia vera casa, la mia casa professionale. Mi trovavo molto a mio agio con questa moto, con cui sono riuscito a diventare campione del mondo. Sono contento di poter aiutare la Yamaha nel tornare a vincere titoli"
- di Redazione SkySport24

MOTOGP: SCELTI PER TE