Vinales e Yamaha si lasciano: i retroscena e come potrebbe cambiare la MotoGP 2022

mercato piloti
Sandro Donato Grosso

Sandro Donato Grosso

E' ufficiale la rescissione consensuale a fine stagione tra Vinales e Yamaha. Una separazione già sfiorata nel 2019, quando il pilota era vicino a firmare per Ducati. Adesso è l'Aprilia che avrebbe già pronto sul tavolo un contratto per Maverick: lo spagnolo ritroverebbe Aleix Espargaró, dopo l'esperienza insieme alla Suzuki nel 2015 e nel 2016. In questo modo Morbidelli potrebbe essere promosso nel team ufficiale Yamaha

VINALES-YAMAHA: L'ANNUNCIO DELL'ADDIO - I NUMERI

E' arrivata la firma sul comunicato destinato a diventare storico, quello della rescissione consensuale del contratto con Maverick a fine stagione. Vinales e Yamaha hanno deciso di separarsi a fine 2021, terminando con un anno di anticipo l'avventura insieme in MotoGP. Strano, per alcuni versi incomprensibile, ma il rapporto tra Vinales e Yamaha sarebbe stato davvero troppo deteriorato per rimanere insieme.

L'accordo sfumato con Ducati nel 2019

l'intervista

Vinales: "Sono molto lontano dal mio potenziale"

Stava già succedendo a fine 2019, quando Vinales era vicino a firmare per Ducati prima di essere convinto - in extremis - dalla famiglia radunata in Qatar (dove Maverick si era anche trasferito) e dai vertici di Yamaha una volta volato in Giappone. Una palpabile freddezza di Vinales ieri sul podio di Assen nei confronti del compagno di squadra e del team manager Meregalli fa il paio con la frase "Sono molto lontano dal mio potenziale, con questo ho detto tutto" rilasciata a noi di Sky. Il resto sono i rumors che, amplificandosi e trovando conferme, sono diventati notizia, fino ad arrivare al comunicato diffuso oggi dalla Casa giapponese.

L'offerta dell'Aprilia

l'ipotesi

Rivola: "Mi piacerebbe avere Vinales in Aprilia"

Vinales lascia senza avere un altro contratto firmato, ma di fatto l’offerta Aprilia sarebbe lì sul tavolo ad aspettare solo la sua firma. Lo vorrebbe Massimo Rivola, amministratore delegato di Aprilia. L’eventuale arrivo di Maverick farebbe piacere anche ad Aleix Espargaró: i due spagnoli hanno già corso insieme in Suzuki. Inoltre se lo meriterebbe la casa di Noale, dopo tanti sacrifici per costruire una squadra vera.

L'effetto domino sul mercato piloti

petronas

Morbidelli, intervento al ginocchio sinistro riuscito

L’eventuale passaggio di Vinales in Aprilia aprirebbe nuovi scenari, che ruotano attorno alla possibile promozione di Morbidelli nel team ufficiale Yamaha dal 2022. A cascata anche Petronas dovrebbe organizzarsi. A Dovizioso la Yamaha piacerebbe, ma il team ha come politica dichiarata quella di puntare sui giovani come Raul Fernandez.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche