Superbike. I numeri della stagione 2019

Motori
sbk_copertina_numeri

Saranno 18 i piloti sulla griglia di partenza a Phillip Island, in occasione dell’inizio della stagione 2019 del Mondiale Superbike. Ecco numeri, statistiche e curiosità del WSBK 2019

CALENDARIO 2019

ENTRY LIST SUPERBIKE 2019

GUIDA AL MONDIALE SBK 2019: PARTE 1 - PARTE 2 - PARTE 3 - PARTE 4 - PARTE 5

13 round, 18 piloti

  • 13 appuntamenti - Si parte in Australia a fine febbraio e si chiude in Qatar in ottobre. Due tappe italiane: Imola e Misano (qui il calendario)
  • 18 piloti, 9 paesi - La griglia ospiterà 18 riders provenienti da ben nove paesi diversi (qui la starting list), partendo dal Regno Unito, che vedrà sei rappresentanti al via del Mondiale Superbike 2019. A seguire l’Italia con tre piloti (Melandri, Rinaldi, Delbianco), Spagna e Germania con due a testa e uno per Olanda, Turchia, Giappone, Argentina e Irlanda;
  • Il ritorno tedesco - La Germania ritorna così nel WorldSBK dopo un 2018 senza rappresentanti, quarta volta nella storia del Mondiale delle derivate di serie. Saranno Sandro Cortese con GRT Yamaha e Markus Reiterberger con BMW Motorrad a riportare i colori tedeschi sulle piste della Superbike;
  • Kink Kiyo is back – L’ultimo giapponese a correre in Superbike è stato Hiroshi Aoyama nel 2012. Nel 2019, a distanza di sette anni, il Giappone torna nel Mondiale con Ryuichi Kiyonari al via con il team Moriwaki-Althea Honda Racing, partnership che dovrebbe segnare la riscossa della casa di Tokio nel mondiale SBK;

Quanti vincenti...

  • 10 su 18 hanno vinto almeno una gara - Con il ritorno di Kiyonari e di Leon Haslam, il numero di piloti in griglia che ha vinto almeno una gara nel WorldSBK sale a 10, per un totale di 181 vittorie (solo 71 sono del campionissimo Jonathan Rea);
  • Tanti campioni - Tra i restanti 8 possiamo riconoscere tre campioni Superstock1000 (Reiterberger, Mercado e Rinaldi), un campione 125cc (Bautista), un campione Moto3 (Cortese) e un Campione Supersport600 (sempre Cortese). Inoltre, altri due piloti sono saliti più volte sul podio (Camier e Razgatlioglu);

Questione d'età...

  • Dal più giovane… - L’unico pilota che non rientra in nessuna delle due liste, oltre a essere il più giovane in griglia, è l’italiano Alessandro Delbianco che debutterà in Superbike nel 2019 con il team Althea Mie Racing. Gli altri due rookie di quest’anno sono Alvaro Bautista con Aruba.it Racing – Ducati e Sandro Cortese.
  • … al più anziano - Marco Melandi sarà invece il pilota più anziano della line up, battendo di un solo mese e mezzo Kiyonari. Con i due estremi, la media d’età al primo round del WorldSBK sarà di 29.61 anni;
  • Record di partenze - Per quanto riguarda l’esperienza nella categoria, Tom Sykes detiene il record con 259 partenze, contro le 243 di Jonathan Rea. Al contrario chi conta il minor numero di partenze, escludendo i volti nuovi, sono Rinaldi e Razgatlioglu, rispettivamente a 16 e 24. In totale, 15 piloti hanno totalizzato 1949 partenze;

4 Yamaha, 4 Ducati e 3 gare

  • 2+2 per Yamaha – Nel 2019 Yamaha raddoppia l'impegno nel Mondiale Superbike. Oltre alle due R1 ufficiali del team Pata, anche il nuovo GRT Yamaha team avrà a disposizione due moto top per Melandri e Cortese. Qui tutto sulla Yamaha;
  • 4 V 4 per Ducati - Quattro moto anche per Ducati che, dopo il passaggio storico dal bicilindrico al V4, schiererà in pista due Panigale V4R per Davies e Bautista (team Aruba), affidandone altre due al Barni Racing (con Rinaldi) e a GO Eleven (con Laverty). Qui tutto sulla Ducati.
  • Più gare – Secondo il nuovo regolamento il weekend Superbike vedrà aumentare il numero di gare previste. I piloti dovranno infatti correre una gara sprint (Gara Tissot Superpole) domenica mattina, per ottenere punti in classifica (la metà) e per stabilire le prime 9 posizioni della griglia di gara 2 domenica. Confermata race1 il sabato.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche