MotoGP, GP Argentina 2018: news dalla conferenza piloti

DesmoDovi arriva a Termas de Rio Hondo da leader, dopo la vittoria in Qatar: "Abbiamo avuto alti e bassi su questo circuito, ma quest'anno siamo più competitivi rispetto al 2017, sono fiducioso". Marquez: "Orgoglioso del 2° posto a Losail, punto al podio". Rossi: "Che accoglienza, mi sono sentito Maradona... La pista mi piace ma sarà dura, perchè Honda e Ducati sono cresciute". Sul doping tutti d'accordo: "Più test"

Tutti gli approfondimenti in Reparto Corse MotoGP ogni martedì alle 14.30 su Sky Sport24 (canale 200)

GP ARGENTINA, QUALIFICHE E GARA IN STREAMING SU SKYSPORT.IT

GUIDA TV: IL GP D'ARGENTINA IN DIRETTA SU SKY

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

QUI IL RACCONTO DELLE LIBERE GIRO DOPO GIRO

Con la conferenza stampa dei piloti si è aperto ufficialmente il Gran Premio d'Argentina, secondo appuntamento del Motomondiale. In conferenza i piloti saliti sul podio in Qatar ossia Dovizioso, Marquez e Rossi, oltre a Petrucci, Zarco e Crutchlow. Tanti i temi affrontati: in primo piano la Ducati, attesa alla conferma su un tracciato in cui l'anno scorso ha faticato, poi il duello Dovizioso-Marquez, il feeling della Yamaha con il circuito (quello con l'Argentina è stato decisamente positivo per Vale: "Che accoglienza, mi sono sentito Maradona") e il doping.

1 nuovo post

Il meglio della giornata

 
 

I temi della conferenza stampa

Tante incognite per tutti nel secondo GP della stagione: dal nuovo asfalto steso su vari settori della pista di Termas de Rio Hondo al meteo, che per il momento promette variabilità. Dovizioso, vincitore in Qatar, è più che fiducioso: "E' stato molto importante partire così bene in Qatar, soprattutto per il modo con cui siamo riusciti a confermarci, recuperando dopo la partenza e gestendo bene le gomme". Sul rinnovo Dovi taglia corto: "Lasciare la Ducati? Quando avrò una proposta la valuterò". "Il mio obiettivo è il podio" ha dichiarato invece  Marquez. "Sono molto orgoglioso del secondo posto in Qatar. In Argentina sono arrivato con un approccio diverso rispetto al 2017, quando c'erano alcune carenze della moto. Oggi mi sento forte e fiducioso del pacchetto della Honda. La pista mi piace, si adatta al mio stile di guida. L'anno scorso ho commesso un errore e sono caduto, ma ho imparato da quello sbaglio". Nel 2017 a Termas de Rio Hondo la Yamaha siglò una doppietta e dopo il terzo posto in Qatar "sarebbe importante fare una bella gara anche qui, anche se non sarà facile perchè Honda e Ducati sono molto migliorate" sottolinea Rossi. "Questo fine settimana sarà importante soprattutto per capire la Ducati. La Honda andrà forte di sicuro. Sulla carta qui noi siamo competitivi, sono sempre stato veloce e la moto ha sempre funzionato bene. Quello che fa la differenza e' il 'matrimonio' tra la gomma e l'asfalto". Tutti d'accordo con Cal Crutchlow, in chiave doping: più controlli per un Mondiale all'insegna della massima trasparenza.
- di Redazione SkySport24
 
Rossi: "Che accoglienza... Mi sono sentito Maradona. La gara sarà importante soprattutto per capire il livello della Ducati. La Honda andrà forte di sicuro. E' una pista tecnica, 'fluida', mi piace. Quello che fa la differenza è il matrimonio tra la gomma e l'asfalto"
- di Redazione SkySport24
 
Dovizioso: "Abbiamo davanti quattro gare fondamentali per capire quanto possiamo essere competitivi quest'anno"
- di Redazione SkySport24
 
Marquez: "Mi sento bene, arriviamo in condizioni migliori rispetto all'anno scorso"
- di Redazione SkySport24
 
Pedrosa: "Il mio futuro? Spero di restare in Honda"
- di Redazione SkySport24
 
GP Argentina, ecco la foto di rito con tutti i piloti presenti in conferenza stampa
- di Redazione SkySport24

Rossi a Sky Sport MotoGP: "Test importante per la Ducati"

 
"L'anno scorso hanno sofferto, sarà importante vedere come riusciranno ad andare quest'anno, è un test importante per capire quanto possano essere competitivi. Honda andrà veloce di sicuro. Da parte mia ieri in aeroporto ho avuto un'accoglienza a dir poco calorosa, gente che mi baciava le mani... Mi sono sentito un po' Maradona... Sarebbe importante fare una bella gara anche qui, ma non sarà facile perchè Honda e Ducati sono molto migliorate molto".
- di Redazione SkySport24

Marquez: "Michelin sulla strada giusta"

 

"Ci sono tanti compound, le variabili asfalto e meteo…Ma la Michelin sta facendo bene, con l’asfalto nuovo è giusto avere più possibilità".

- di Redazione SkySport24

Rossi: "Morbidelli? Ottimo potenziale"

 
"Ho grande fiducia in Morbidelli, ha un ottimo potenziale. Non è arrivato in un momento facile in MotoGP, ci sono tante moto e tanti piloti veloci in grado di lottare per il podio. Ma la MotoGP è questa. Quest'anno deve solo aspettare e dare il massimo".
- di Redazione SkySport24

Tutti i piloti uniti: "Più test antidoping"

 

"Spero che sia possibile affrontare le gare in modo più trasparente, con più test", dichiara Crutchlow. D'accordo anche Dovizioso: "Condivido l'approccio positivo, vorremmo più test". Marquez: "Chiediamo più controlli". Rossi: "Sono d'accordo, se volessimo fare più controlli noi ci siamo". Stessa posizione per Petrucci: "I controlli per ora sono pochi, farne di più può essere l'approccio giusto". Zarco: "E' chiaro che con le moto entrano in gioco molte variabili, è difficile pensare se il doping possa favorire alcuni piloti in particolare, ma la via da seguire è di sicuro quella di fare più controlli".

 

- di Redazione SkySport24

Dovizioso: "Lasciare la Ducati? Quando avrò una proposta la valuterò..."

 
Possibilità di lasciare la Ducati? Dovizioso taglia corto: "Quando avrò una proposta la valuterò...".
- di Redazione SkySport24

Zarco: "Obiettivo podio"

 
"Questa pista mi piace, ha molte curve veloci, spero di riuscire a gestire bene la scelta delle gomme e lottare per il podio".
- di Redazione SkySport24

Petrucci: "Buon inizio"

"Sono rilassato, calmo, non ho nulla da perdere qui in Argentina. Quello in Qatar è stato un buon inizio, volevo arrivare tra i primi cinque. Ho pensato al podio, ma ho commesso un errore a 7-8 giri dalla fine e mi ha passato Pedrosa. Ho provato a spingere, ma non ho potuto raggiungere Crutchlow. Sono rilassato e concentrato, non ho nulla da perdere, dobbiamo procedere sulla strada giusta".
- di Redazione SkySport24

Crutchlow: "Concentrato sul mio lavoro, non penso al mercato"

 
"Io al posto di Pedrosa al fianco di Marquez, nel team Honda HRC? Va rispettato il lavoro di Dani di quest'anno. Per ora non abbiamo discusso nulla, ora sono concentrato sul mio team. Punto a fare un buon risultato con LCR Honda, lavoro duramente per questo. Ho visto un articolo in cui si scriveva che volevo il posto di Pedrosa. No, io voglio solo portare buoni risultati per LCR Honda. Poi si vedrà".
- di Redazione SkySport24

Rossi: "Più dura degli altri anni, Honda e Ducati sono cresciute"

 
"In Qatar abbiamo svolto un buon lavoro, e anche nelle prove siamo migliorati di giorno in giorno. E' stato un ottimo punto di partenza. Sulla carta qui siamo competitivi, sono sempre stato veloce, la moto ha sempre funzionato molto bene. Dovremo controllare le nuove condizioni della pista, una parte è stata riasfaltata, ci sono meno buche. Lottare per la vittoria? L'anno scorso per il nostro team è stato il weekend migliore. Ora la situazione è diversa, Honda e Ducati sono messe meglio, sarà più dura. La cosa importante è che la moto funzioni bene, speriamo di essere competitivi. In ogni caso mi sono trovato bene dal primo anno su questo tracciato,sono positivo. A fare la differenza secondo me sarà il matrimonio della gomma con l’asfalto e la moto".
- di Redazione SkySport24

Marquez: "Orgoglioso del 2° posto in Qatar"

 
"L'ultima curva potevo forse affrontarla meglio, ma sono molto orgoglioso del risultato in Qatar. Il lavoro è stato ottimo, sono molto felice. Mi sento forte, faremo del nostro meglio. La pista mi piace. L'anno scorso ho attaccato troppo nei primi giri, è stata colpa mia, poi ho imparato e ora possiamo puntare a fare un buon risultato. Obiettivo podio".
- di Redazione SkySport24

Le aspettative di Dovizioso

 
"Dopo un buon Mondiale nel 2017 è stato importante confermare le mie capacità. Ho dovuto recuperare dopo la partenza. gestire le gomme e vincere la battaglia con Marquez nel primo GP. E' stato molto importante vincere in questo modo, e queste ultime settimane sono state molto belle. Mi sono allenato bene, rilassato, ora posso concentrarmi sul resto del Mondiale.
Il mio rapporto con questa pista è strano, ho avuto alti e bassi. Ma la nostra moto quest'anno è migliore e credo possiamo essere più competitivi".
- di Redazione SkySport24

Tutti i big in conferenza

 
I protagonisti della prima gara attesi in conferenza a Termas de Rio Hondo: insieme ai piloti saliti sul podio Dovizioso, Marquez e Rossi, anche Petrucci, Zarco e Crutchlow.
- di Redazione SkySport24

Il punto sulle gomme

 
L'asfalto del tracciato sul fiume Dulce è spesso sporco e altamente abrasivo. Alcune parti sono state rifatte. Michelin, fornitore unico dei pneumatici, metterà a disposizione quattro tipi di mescole da asciutto, una in più del solito. I piloti potranno scegliere tra pneumatici morbidi, due tipi di medi e una gomma dura.
- di Redazione SkySport24

Il bilancio di Rossi in Argentina

 
Oltre alla vittoria nel 2015 (partendo ottavo in griglia), a Termas de Rio Hondo Valentino Rossi ha raccolto anche due secondi posti (2016 e 2017). "Penso che l'anno scorso la Yamaha abbia disputato in Argentina la miglior gara stagionale". Fu infatti l'unica doppietta firmata dalla Yamaha. "Ma da allora gli equilibri sono cambiati - ha sottolineato Rossi, reduce dal terzo posto in Qatar - i nostri rivali sono più forti ora. Sarà una dura lotta. Però la pista mi piace e di solito la nostra moto funziona bene qui in Argentina. Potrebbe essere un fine settimana sorprendente". I suoi tifosi argentini lo aspettano numerosissimi, tanto che per ospitarli è stata montata una tribuna addizionale.
- di Redazione SkySport24

Il circuito di Termas de Rio Hondo

 
Si corre sul circuito di Termas de Rio Hondo, presente in calendario dal 2014. In totale misura 4,8 chilometri. Include una combinazione di curve veloci (cinque a sinistra, nove a destra) e un rettilineo di 1.076 metri, con medie oltre i 170 km orari. Nelle quattro edizioni fin qui disputate, la vittoria in MotoGP è andata negli anni pari alla Honda con Marc Marquez (2014 e 2016), negli anni dispari alla Yamaha (2015 Valentino Rossi e 2017 Maverick Vinales).
- di Redazione SkySport24

Dovizioso, tradizione da da ribaltare

 
Con il successo nella prima gara della stagione  a Losail, Andrea Dovizioso si presenta in Sudamerica da leader della classifica. Tuttavia il pilota della Ducati non ha bei ricordi a Termas de Rio Hondo: l'anno scorso terminò la gara in anticipo a causa di una caduta, 'steso' dall'Aprilia di Aleix Espargaro. E nel 2016 non andò meglio: in quell’occasione fu l'allora compagno di scuderia Andrea Iannone ad abbatterlo.
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24

Gli orari del GP d'Argentina su Sky

 
Il calore dell’Argentina ha accolto tifosi e piloti della MotoGP, pronti per il secondo appuntamento della stagione, da seguire in diretta su Sky Sport MotoGP HD (canale 208). Sarà un GP serale per chi segue il Motomondiale dall’Europa, quindi attenzione agli orari: prove libere di MotoGP domani dalle 15:50, qualifiche sabato dalle 20.10, gara domenica alle 20.00. Ma prima di vedere le moto in pista, spazio alle parole con la conferenza stampa dei piloti oggi alle 17. 
- di Redazione SkySport24

Dovizioso: "Importante iniziare così bene"

"Dopo aver chiuso il 2017 con un buon Mondiale, è stato importante confermare le mie capacità anche quest'anno. Ho dovuto recuperare dopo la partenza, gestire le gomme e vincere la battaglia con Marquez nel primo GP. E' stato molto importante vincere in questo modo. Queste ultime settimane sono state molto belle, mi sono allenato bene, rilassato, ora posso concentrarmi sul resto del Mondiale. Il mio rapporto con questa pista è strano, ho avuto alti e bassi. Ma la nostra moto quest'anno è migliore e credo possiamo essere più competitivi. Possibilità di lasciare la Ducati? Quando avrò una proposta la valuterò...".

Marquez: "Orgoglioso del 2° posto in Qatar"

"L'ultima curva potevo forse affrontarla meglio, ma sono molto orgoglioso del risultato in Qatar. Il lavoro è stato ottimo, sono molto felice. Mi sento forte, faremo del nostro meglio anche in Argentina. La pista mi piace. L'anno scorso ho attaccato troppo nei primi giri, sono caduto per un mio errore, poi ho imparato e ora possiamo puntare a fare un buon risultato. Obiettivo podio".

Rossi: "Più dura degli altri anni, Honda e Ducati sono cresciute"

"In Qatar abbimo svolto un buon lavoro,siamo migliorati di giorno in giorno. E' stato un ottimo punto di partenza. Sulla carta qui siamo competitivi, sono sempre stato veloce, la moto ha sempre funzionato molto bene. Dovremo controllare le nuove condizioni della pista, una parte è stata riasfaltata, ci sono meno buche. Lottare per la vittoria? L'anno scorso per il nostro team è stato il weekend migliore, con una doppietta. Ora la situazione è diversa, Honda e Ducati sono messe meglio, sarà più dura. Sarà fondamentale il matrimonio tra la gomma e l'asfalto. Attenzione soprattutto alla Ducati: l'anno scorso qui ha sofferto, sarà importante vedere come riusciranno ad andare quest'anno, è un test importante per capire quanto possano essere competitivi. Honda andrà veloce di sicuro. Da parte mia ieri in aeroporto ho avuto un'accoglienza a dir poco calorosa, gente che mi baciava le mani... Mi sono sentito un po' Maradona".

Crutchlow: "Concentrato sul mio lavoro, non penso al mercato"

"Io al posto di Pedrosa al fianco di Marquez? Va rispettato il suo lavoro di quest'anno. Per ora non abbiamo discusso nulla, ora sono concentrato sul mio team. Punto a fare un buon risultato, lavoro duramente per questo. Poi si vedrà".

Zarco: "Obiettivo podio"

"Questa pista mi piace, ha molte curve veloci, spero di riuscire a gestire bene la scelta delle gomme e lottare per il podio".

Petrucci: "Buon inizio"

"Sono rilassato, calmo, non ho nulla da perdere qui in Argentina. Quello in Qatar è stato un buon inizio, volevo arrivare tra i primi cinque. Ho pensato al podio, ma ho commesso un errore a 7-8 giri dalla fine e mi ha passato Pedrosa. Ho provato a spingere, ma non ho potuto raggiungere Crutchlow. Sono rilassato e concentrato, non ho nulla da perdere, dobbiamo procedere sulla strada giusta".

Tutti i piloti d'accordo: più test antidoping

"Spero che sia possibile affrontare le gare in modo più trasparente, con più test", dichiara Crutchlow. D'accordo anche Dovizioso: "Condivido l'approccio positivo, vorremmo più test". Marquez: "Chiediamo più controlli". Rossi: "Sono d'accordo, se volessimo fare più controlli noi ci siamo". Stessa posizione per Petrucci: "I controlli per ora sono pochi, farne di più può essere l'approccio giusto". Zarco: "E' chiaro che con le moto entrano in gioco molte variabili, è difficile pensare se il doping possa favorire alcuni piloti in particolare, ma la via da seguire è di sicuro quella di fare più controlli".

I più letti