MotoGP, test a Valencia: i risultati della giornata 2: 1° Vinales, 9° Valentino Rossi

Sandro Donato Grosso

©Getty

Dalla prima alla seconda giornata, non cambia il copione al Ricardo Tormo. Tre Yamaha nelle prime posizioni: Vinales, Quartararo (leader del martedì), Morbidelli. 7° Marc Marquez, 9° Rossi, 11° Dovizioso. In mattinata paura per Iannone: in fiamme la sua Aprilia

A Valencia dopo 5 giorni di pista, tra gara e test, i piloti avrebbero girato anche bendati in una sorta di looping motoristico dal quale distillare i possibili valori del 2020. Aldilà dei tempi, che ci danno Vinales, Quartararo, Morbidelli, Crutchlow e Mir nelle prime cinque posizioni, il bilancio è giocoforza provvisorio perché per le indicazioni tecniche occorre la controprova di altri tracciati.

 

Innovazioni Yamaha: motore e telaio da 7 e mezzo per Vinales, autore di due long run al mattino, visto che il propulsore è più potente anche se non quanto servirebbe per livellare la velocità di punta alla concorrenza. Rossi ha perso 3 ore di lavoro con la nuova moto a causa di un problema tecnico, cosi ha dovuto continuare con quella standard. Ma il mood di Valentino è abbastanza positivo, anche se non è li davanti con gli altri Yamaha solo per una sbavatura nel time attack.

 

In Ducati Dovizioso e Miller, visto l’indisponibilità di Petrucci infortunato alla spalla, hanno detto sì al pacchetto telaio-evoluzione motore ed anche al maxi codone più capiente, con possibile ammortizzatore inerziale all’interno che ha ispirato anche la Honda. Il nuovo motore Suzuki ha spinto Mir e Rins nelle posizioni che contano e si presenta anche più armonico nella gestione oltre che potente.

 

Ha passato l’esame Alex Marquez, che dopo la caduta iniziale ha inanellato nel secondo giorno il maggior numero di passaggi (ben 79) e telemetria alla mano il  suo miglior crono ci dice che in tre curve  staccava come Marc, prima di aprire il  gas evidentemente più tardi. I due fratelli si sono ritrovati (Marquez dice casualmente, ma in sala stampa si sapeva dal mattino) insieme per qualche passaggio, alternandosi lì davanti, e per il rookie hanno il valore dell’oro colato i consigli del campionissimo. che si è detto soddisfatto del nuovo motore Honda.

 

Che baruffa nel team Ducati Avintia: Karel Abraham sta per ricevere una mail nella quella verrebbe salutato per far posto a Zarco supportato ufficialmente da Ducati. Karel e suo papà però si sono messi di traverso, per usare un eufemismo, ricordandosi di essere buoni contribuenti del team e della MotoGP con il GP della Repubblica Ceca, visto che sono proprietari del circuito di Brno. La palla di cristallo ci dice che dovranno soccombere, è in cottura il comunicato Avintia e a Jerez Zarco sarà pilota Ducati dopo essere stato alla corte di Yamaha, Ktm ed Honda.

 

1 nuovo post
Termina in questo momento la seconda giornata di test: tre Yamaha davanti a tutti. Vinales è il più veloce, seguito dalla coppia Petronas Quartararo-Morbidelli. 9° Rossi. Il campione del mondo Marc Marquez 7°, 11° Dovizioso.
 
- di Redazione SkySport24

Ultimi 5 minuti in pista.

- di Redazione SkySport24
Lucio Cecchinello: "Xavi lavora con noi dal 2006, continuerà a fare il meccanico ma dal prossimo anno lavorerà in Superbike per godersi qualche weekend in più in famiglia". Sui test: "Abbiamo provato tante cose, svolto un buon lavoro. Resta ancora molto da fare, per esempio sulla trazione. Per ora non c'è tanta differenza rispetto alla 2019, dovremo confermare le novità a Jerez. Alex? Molto tecnico, professionale, maturo, rispetto ad altri ci mette più tempo ad arrivare ma quando arriva sa fare bene. Saprà essere costante". Sul momento in cui Alex e Marc si sono trovati vicini: "Non so se ci sia stato un confronto dopo". Bradl nei prossimi test? "No, non è previsto che il team di Nakagami vada a Jerez". Stile di guida di Alex: "E' ancora presto per dire la differenza di regolazioni che ci potrò essere. sicuro la stazza e lo stile di guida è diversa. Ciò che abbiamo visto è che in alcune curve va come suo fratello, per esempio alla curva 6 e all'ultima, ci ha sorpreso. Segnali positivi ce ne sono".
- di Redazione SkySport24
Siamo ormai agli sgoccioli, ricordiamo alle 17 Paddock Live con tutti gli approfondimenti.
- di Redazione SkySport24

Il team di Lucio Cecchinello saluta "Xavi", applausi da tutta la squadra.

- di Redazione SkySport24

Ultimo quarto d'ora, in pista solo Smith.

- di Redazione SkySport24
Ducati, Dovizioso: "A Jerez sarà più interessante avere feddback più precisi. Oggi pezzi da provare perchè dovevamo deliberarli, fa parte del lavoro del pilota ufficiale, non siamo stati stra veloci ma non era così importante. Tutto secondo i piani, siamo positivi. Petrucci? Sarebbe stato meglio averlo, ma abbiamo comunque proseguito nel programma, bisogna essere intelligenti nel provare nel modo giusto il materiale importante, senza fretta. Feedback positivo ieri, ma Valencia non è l'ideale per capire bene tutto. Telaio nuovo? Ieri ero veloce, ma non si possono fare paragoni come nel weekend di gara con gli avversari. Feeling buono, ma dobbiamo restare con i piedi per terra. Se sono contento? L'aggettivo più giusto è che è stato un test interessante".
- di Redazione SkySport24
Vale sta girando ora insieme ad Alex Marquez e Smith.
- di Redazione SkySport24
Rossi dentro ora con la Yamaha versione 2020.
- di Redazione SkySport24
MEZZ'ORA AL TERMINE, LA TOP TEN:
 
1
M. VIÑALES
   1:29.849
2
F. QUARTARARO
   +0.164
3
F. MORBIDELLI
   +0.265
4
C. CRUTCHLOW
   +0.467
5
J. MIR
   +0.578
6
A. RINS
   +0.654
7
M. MARQUEZ
   +0.707
8
P. ESPARGARO
   +0.836
9
V. ROSSI
   +0.932
10
J. MILLER
   +1.005
- di Redazione SkySport24

Inizia l'ultima mezz'ora. Stanno girando solo Vinales, Alex Marquez e Smith.

- di Redazione SkySport24
Morbidelli: "Due giorni positivi, siamo stati veloci sia ieri che oggi. Sella più stretta, forcellone in carbonio e poi aggiustamenti di set-up, con varie rifinire al setting. Forcellone in carbonio? Non c'è grande differenza rispetto a quello in acciaio. In accelerazione mi piace, in staccano invece fatico di più. Tutto sommato è positivo. Motore nuovo? Non ho la certezza di provarlo a Jerez, ma è molto probabile". 
- di Redazione SkySport24
Cade alla curva 10, moto rotta ma niente di grave fortunatamente per Binder.
- di Redazione SkySport24
Rossi rientra ai box, ora sta girando solo Pol Espargarò.
- di Redazione SkySport24
Rossi continua a girare con la moto 2019, in attesa che la 2020 sia pronta dopo il guasto che lo ha costretto a fermarsi questa mattina.
- di Redazione SkySport24
Yamaha, Morbidelli: "Due giorni positivi, siamo stati veloci e costanti. Alcune componenti nuove le abbiamo apprezzate, globalmente giornata positiva. A Jerez sarà importante capire se provare il nuovo motore e in quel caso sarà importante avere il giusto feedback".
- di Redazione SkySport24
Iannone: "Abbiamo lavorato molto, sappiamo che serve qualche cavallo in più, dobbiamo migliorare. Ieri sera abbiamo trovato anche alcuni aspetti molto importanti,. Albesiano è coraggioso, giusto rischiare. La moto in fiamme? Non siamo abituati a giri motore come oggi, abbiamo provato una situazione estrema, mi sono spaventato ma è normale arrabbiarsi in quei momenti".
- di Redazione SkySport24
Iannone sui problemi in mattinata: "Non ci siamo arresi, continuiamo a lavorare guardando avanti, qualcosa questa volta è successo ma non ci preoccupiamo. A Jerez focus su alcune novità, aspettiamo la moto nuova che dovrebbe arrivare a Sepang".
- di Redazione SkySport24

Dentro ora solo Crutchlow, Marc Marquez, Rossi, Lecuona, Smith. Mancano 41 minuti al termine dell'attività.

- di Redazione SkySport24
Marc Marquez è tornato in pista con la stessa RC213V utilizzata fino allo scorso weekend nel Mondiale. Il campione del mondo sta alternando questa alla moto prototipo 2020.
- di Redazione SkySport24

I più letti