MotoGP, GP Jerez: in Spagna vince Marquez, 2° Zarco, 3° Iannone, 5° Rossi

Partito dalla quinta posizione, Marquez all'8° giro è passato al comando e ha resistito fino alla fine: vittoria che gli vale la vetta del Mondiale. Dietro di lui Zarco e Iannone, 5° Rossi. Carambola alla curva 6 a 8 giri dal termine: incidente Lorenzo-Pedrosa-Dovizioso. Piloti ok, ma hanno dovuto così concludere la gara in anticipo. Dovizioso a -24 da Marquez nella classifica piloti

Non perdere l'appuntamento con Reparto Corse, ogni martedì su Sky Sport 24 (canale 200) alle 14:30 e alle 21:45

DOVIZIOSO-LORENZO-PEDROSA, ANCHE I CORRETTI SBAGLIANO

JEREZ, IL RACCONTO DELLA GARA

CLASSIFICA E TEMPI

IL CALENDARIO: PROSSIMA TAPPA LE MANS

E' ancora Marc Marquez a dominare in MotoGP: il campione del mondo uscente nel GP di Spagna, quarta tappa del Motomondiale, approfitta di una partenza negativa dell'uomo della pole Cal Crutchlow per portarsi subito in zona podio, finchè all'8° giro sorpassa Jorge Lorenzo e si prende la prima posizione. Avvio capolavoro di Andrea Dovizioso: scattato dall'ottava casella in griglia è salito fino lottare per il podio con Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo. I piani dei tre, però, svaniscono in anticipo: a 8 giri dal termine si eliminano in un colpo solo (qui la ricostruzione del doppio strike). L'incidente è spettacolare: staccata decisa di Andrea Dovizioso, che va un po' lungo nel tentativo di passare Jorge Lorenzo. Anche l'altra Ducati dello spagnolo va lunga nel tentativo di difesa, con Jorge che cerca di recuperare la traiettoria giusta e prende in pieno il connazionale Pedrosa. Ringraziano Johann Zarco e Andrea Iannone, che concludono il GP alle spalle di Marquez. Sorride la Honda, che festeggia la terza vittoria in quattro gare, mentre sorride un po' meno Valentino Rossi, nonostante il quinto posto finale e gli 11 punti incamerati. La Yamaha è sempre stata in affanno, come conferma il 7° posto di Vinales. La consolazione è il nuovo record raggiunto da Rossi: nel momento in cui ha completato il 15° giro ha percorso in moto i km equivalenti al giro del mondo. "Prima della gara non ero convinto che sarei riuscito a vincere - ha ammesso Marquez a fine gara - Sabato non ero riuscito a trovare il miglior giro in pista. In gara sono stato intelligente, ho spinto, sapevo che il mio compagno di squadra era al mio livello o quasi. Sono scivolato, ho fatto un po' di spettacolo, ma alla fine è andata bene".

Dalla gara alla classifica del Motomondiale: Dovizioso cede a Marquez la vetta e scivola al quinto posto con 24 punti di distacco. Lo spagnolo della Honda, a quota 70, precede Zarco (-12), Vinales (-20) e Iannone (-23). Dopo Dovizioso c'è Rossi (-30).

1 M. MARQUEZ 41:39.678
2 J. ZARCO +5.241
3 A. IANNONE +8.214
4 D. PETRUCCI +8.617
5 V. ROSSI +8.743
6 J. MILLER +9.768
7 M. VINALES +13.543
8 A. BAUTISTA +14.076
9 F. MORBIDELLI +16.822
10 M. KALLIO +19.405

1 nuovo post

Il meglio del Day-4

 

 

GP Spagna, l'ordine di arrivo

 
Vittoria numero 63 nel Motomondiale per Marquez, la 37esima per lui in MotoGP. Nona vittoria in MotoGP a Jerez per la Honda, contro 7 della Yamaha e 1 della Ducati. Per Marquez anche il podio numero 66 in MotoGP su 94 gare disputate. Podio numero 5 in MotoGP per Zarco, il 46esimo per lui nel Motomondiale. Podio numero 9 in MotoGP per Iannone. E’ la prima volta che ottiene due podi di fila nella top class, non ci riusciva dal 2011 in Moto2, quando ne ottenne tre di fila a Misano, Aragon e Motegi. Alla sua sesta partecipazione a Jerez in MotoGP, Marquez ottiene la seconda vittoria e si conferma sempre sul podio. Due volte primo, tre volte secondo, una volta terzo.
 
1
M. MARQUEZ
41:39.678
2
J. ZARCO
+5.241
3
A. IANNONE
+8.214
4
D. PETRUCCI
+8.617
5
V. ROSSI
+8.743
6
J. MILLER
+9.768
7
M. VIÑALES
+13.543
8
A. BAUTISTA
+14.076
9
F. MORBIDELLI
+16.822
10
M. KALLIO
+19.405
- di Redazione SkySport24

La classifica aggiornata

 
Con questo successo, Marquez dà uno scossone importante al Mondiale. Lo spagnolo della Honda adesso è in testa alla classifica con 70 punti, a +12 su Zarco e a +20 su Vinales. Quarto in classifica Iannone a -23 su Marquez. Avendo chiuso con zero punti, Dovizioso scivola al quinto posto in classifica con un distacco di 24 punti dal leader Marquez. Rossi è 6° in classifica a -30 da Marquez.
 
1 MARQUEZ M.70
2 ZARCO J.58
3 VINALES M.49
4 IANNONE A.47
5 DOVIZIOSO A.46
6 ROSSI V.40
7 CRUTCHLOW C.38
8 MILLER J.36
9 PETRUCCI D.34
10 RABAT T.24
- di Redazione SkySport24

Vittoria di Marquez a Jerez davanti a Zarco e Iannone

- di Redazione SkySport24

ULTIMO GIRO

 
Rimo importante per Valentino Rossi, che però non riesce ad andare oltre la quinta posizione. Marquez ha invantaggio di oltre sette secondi su Zarco (2°). Vantaggio che sale addirittura a 11 secondi su Iannone (3°). Marquez sta addirittura salutando i tifosi con la mano, la vittoria sembra sua ormai.
- di Redazione SkySport24

GIRO 24

 
Zarco (2°) resta al secondo posto, potrebbe scrivere una pagina importante per il suo Paese. Mai un pilota francese è salito sul podio a Jerez nella top class.
- di Redazione SkySport24

GIRO 23

 
Valentino Rossi si riprende la quinta posizione superando Miller (6°). Sorpasso importante per Iannone, che ruba il terzo posto a Petrucci (4°).
- di Redazione SkySport24

GIRO 22

 
Valentino Rossi (6°) è in leggera difficoltà e non sembra poter spingere nel finale di gara. Il Dottore ha un ritardo di +12.796 su Marquez, mentre Vinales recupera qualche posizione, adesso è 8°. In testa rimane Marquez, con Zarco (2°) e Petrucci (3°) che restano ben distanziati.
- di Redazione SkySport24

GIRO 21

 
La vittoria di Marquez non sembra più in discussione. Il campione del mondo ha un vantaggio di +7.128 su Zarco (2°), mentre il vantaggio su Petrucci sale addirittura a oltre 11 secondi. Quarta posizione per Iannone (+12.101). 
- di Redazione SkySport24

GIRO 20

 
Dopo il "doppio strike" di Lorenzo, Valentino Rossi sale in 6^ posizione alle spalle di Miller. L'altro pilota della Pramac, Petrucci, sale in terza posizione.
- di Redazione SkySport24

GIRO 19

 
Dopo l'incidente tra Pedrosa, Lorenzo e Dovizioso, Zarco sale al secondo posto e Iannone al terzo posto. Marquez resta in testa e sembra avviato senza problemi verso la vittoria. Tardozzi: "Potevamo fare un doppio podio, peccato questo incidente"
- di Redazione SkySport24

GIRO 18

 
Incidente incredibile: fuori Pedrosa, Lorenzo e Dovizioso. Lorenzo prova a chiudere la curva, ma finisce per sbattere contro Pedrosa. Nell'impatto viene coinvolto anche Dovizioso. Tutti e tre finiscono a terra.
- di Redazione SkySport24

GIRO 17

 
Rossi (8°) prova un attacco interessante su Petrucci (7°), ma il pilota della Pramac riesce  a mantenere la posizione.
- di Redazione SkySport24

GIRO 16

 
Dovizioso (3°) prova superare Lorenzo (2°) con un sorpasso incrociato, ma Jorge capisce tutto e chiude la traiettoria. Marquez stabilmente in testa.
- di Redazione SkySport24

MotoGP, i tempi a 10 giri dal termine

 
1
M. MARQUEZ
24:57.652
2
J. LORENZO
+1.644
3
D. PEDROSA
+1.934
4
A. DOVIZIOSO
+2.060
5
J. ZARCO
+4.696
6
A. IANNONE
+7.909
7
D. PETRUCCI
+8.734
8
V. ROSSI
+8.968
9
J. MILLER
+9.307
10
F. MORBIDELLI
+12.232
- di Redazione SkySport24

GIRO 15

 
Dovizioso si rifà subito: Andrea si riprende il posto sottratto da Pedrosa. Dovizioso è nuovamente terzo dietro Lorenzo (2°) e Marquez (1°). Pedrosa scivola in quarta posizione. 5° Zarco, 6° Iannone, 7° Petrucci, 8° Rossi
- di Redazione SkySport24

GIRO 14

 
Dopo il brivido in curva sulla ghiaia di Luthi, adesso il ritmo di Marquez (1°) sembra essere inarrivabile per gli altri. L'unico duello in testa riguarda Lorenzo (2°) e Dovizioso (3°), con Andrea che prova qualche timido attacco su Jorge senza successo. Anzi, Dovizioso perde addirittura il terzo posto, superato da Pedrosa.
- di Redazione SkySport24

GIRO 13

 
E' iniziato il "Marquez time". Il campione del mondo (1°) inizia a martellare e a guadagnare decimi importanti sugli inseguitori. Lorenzo (2°) è staccato di +0.530, Dovizioso è 3° a +0.686.
- di Redazione SkySport24

GIRO 12

 
Marquez ha messo le ruote nella ghiaia di Luthi (caduto nel giro precedente), ma è riuscito a restare in piedi e a mantenere soprattutto la testa della gara. Momento da brividi per il campione del mondo.
- di Redazione SkySport24

GIRO 11

 
Marquez (1°) guadagna un margine minimo su Lorenzo (2°): il campione del mondo ha un vantaggio di +0.207 su Jorge. Dovizioso ancora terzo a +0.327 su Marquez. Rossi resta ottavo, con un ritardo di +6.114 su Marquez. La coppia delle Ducati in testa sembrano le uniche moto in grado di impensierire Marquez.
- di Redazione SkySport24

GIRO 10

 
Jack Miller (9°) punta Valentino Rossi (8°), ma il pilota Yamaha al momento riesce a mantenere la posizione. Marquez (1°) non riesce a guadagnare margine su Lorenzo (2°). Allo stesso modo, Dovizioso (3°) resta incollato al compagno di team, formando insieme a Pedrosa (4°) un gruppetto di testa che sta facendo una gara a parte rispetto agli altri piloti.
- di Redazione SkySport24

GIRO 9

Marquez (1) vuole dare uno strappo sul gruppetto, Lorenzo (2°) sembra in difficoltà sugli attacchi di Dovizioso (3°). Rossi scala in ottava posizione, superato da Petrucci. Vinales in grande difficoltà: lo spagnolo è 12°.
 
- di Redazione SkySport24

GIRO 8

 
Marquez (1°) prova a guadagnare decimi importanti sugli inseguitori, ma Lorenzo (2°) alle sue spalle non molla restando incollato al connazionale. Dovizioso prova un attacco spettacolare su Pedrosa, superandolo proprio sul traguardo. DesmoDovi adesso è 3°.
- di Redazione SkySport24

GIRO 7

 
Grave errore per Cal Crutchlow, che scivola e termina così la sua gara. Il pole-man conclude la gara con zero punti. Questo permette a Zarco di risalire in quinta posizione. Lorenzo resta in testa alla gara davanti a Marquez e Pedrosa. Il campione del mondo spagnolo punta Lorenzo, e con un sorpasso perfetto lo supera portandosi in testa. 1° Marquez, 2° Lorenzo, 3° Pedrosa
- di Redazione SkySport24

MotoGP, i tempi dopo i primi 5 giri

 
1
J. LORENZO
11:10.995
2
M. MARQUEZ
+0.145
3
D. PEDROSA
+0.390
4
C. CRUTCHLOW
+0.862
5
A. DOVIZIOSO
+1.417
6
J. ZARCO
+2.045
7
A. IANNONE
+2.846
8
V. ROSSI
+3.927
9
D. PETRUCCI
+3.933
10
J. MILLER
+5.813
- di Redazione SkySport24

GIRO 6

 
Caduta per Alex Rins. Il pilota della Suzuki era al quinto posto. Il suo compagno di team, Andrea Iannone, è 7° davanti a Rossi (8°) e Petrucci (9°). Lorenzo ancora primo, senza tuttavia riuscire a staccare Marquez e Pedrosa.
- di Redazione SkySport24

GIRO 5

 
Le Yamaha confermano le difficoltà viste nel weekend. Rossi è 9°, Vinales addiritura 13°. In testa nessuno riesce a impensierire Lorenzo (1°). Secondo Marquez, terzo Pedrosa. Zarco va lungo in curva e scivola in settima posizione
- di Redazione SkySport24

GIRO 4

 
Lorenzo restituisce il "colpo" a Pedrosa, riportandosi in testa. Inizia il recupero di Marquez: il campione del mondo soffia la seconda posizione a Pedrosa. Dani adesso è 3° davanti a Zarco e Crutchlow. Dovizioso resta in sesta posizione, al momento sembra voler gestire la gomma per attaccare nel finale.
- di Redazione SkySport24

GIRO 3

 
Lorenzo (1°) resiste all'attacco di Pedrosa (2). Zarco mantiene la terza posizione. Rossi recupera e sale all'ottavo posto superando Iannone. Sul finire del terzo giro, Pedrosa sale in testa sorpassando Lorenzo
- di Redazione SkySport24

GIRO 2

 
Restano in fondo i piloti che lottano per il titolo mondiale. Marquez è 5°, Dovizioso 7°
- di Redazione SkySport24

GIRO 1

 
Cambi importanti in testa, con Lorenzo che sale in testa spingendo subito al massimo. Alle sue spalle si piazzano Pedrosa e Zarco. 9° Rossi
- di Redazione SkySport24

La partenza

 
Partito molto bene Dani Pedrosa, attacca subito Lorenzo, Crutchlow perde posizioni e termina addirittura 4°. Adesso è Lorenzo in testa
- di Redazione SkySport24

Passaggio radente per la pattuglia acrobatica dell'aviazione spagnola sopra il circuito di Jerez. Un tocco spettacolare che non manca mai in occasione del GP di Spagna, per la gioia dei tantissimi tifosi presenti che possono ammirare gli aerei con il naso all'insù

- di Redazione SkySport24
Meteo perfetto a Jerez: cielo limpido, con qualche nuvola sparsa, ma non c'è nessun rischio pioggia. Il termometro segna 25 gradi. Asfalto sicuramente più caldo del previsto
- di Redazione SkySport24
Davide Tardozzi: "Dovizioso ha deciso all'ultimo momento di usare la gomma media, so che gli altri usano la gomma dura, quindi sarà una bella scommessa. Lorenzo è molto carico, Jorge vuole spingere sin dall'inizio, ha scelto la soft"
- di Redazione SkySport24
Andrea Dovizioso prima del via: "Ieri siamo riusciti a migliorare il nostro tempo, siamo più competitivi. Dobbiamo ancora scegliere le gomme perché c'è tanto caldo. Sarà importante recuperare subito qualche posizione"
- di Redazione SkySport24

Rossi alla ricerca della decima vittoria a Jerez: focus su Valentino

 
39 anni – 19° stagione in MotoGP/500 (23° tot) - 89 (115) vittorie – 54 (64) pole – 308 (368) GP
2018: Pos: 7° - P.ti  29 - Migl: 3° - Ultima pole: JPN 2016 MotoGP – Ultima Vittoria: NED 2017 MotoGP
Note sul GP
Correrà per la 23esima volta a Jerez. Nelle precedenti occasioni ha corso 2 volte in 125, 2 volte in 250, 2 volte in 500 e 16 volte in MotoGP.
Best in gara: 9 vittorie, record assoluto a Jerez. Nel 1997 in 125, nel 1999 in 250, nel 2001, 2002, 2003, 2005, 2007, 2009 e 2016 nella top class.
Best in griglia: 5 pole, tutte nella top class. 2001, 2002, 2004, 2005 e 2016.
Nel 2016 ha ottenuto l’hat-trick pole-vittoria-giro veloce che gli mancava dal GP di San Marino 2009.
Note statistiche generiche
Un podio sinora per lui nel 2018: ha chiuso 3° a Losail.
Nel 2017 (stagione in cui non ha corso a Misano, dopo la frattura di tibia e perone in allenamento) si è imposto ad Assen, conquistando in tutto sei podi.
A Le Mans 2017, mentre era in lotta per la vittoria, è caduto all’ultimo giro: non gli capitava da ITA 2001 in 500.
Il 2016 lo aveva invece visto vincente a Jerez (dove ha ottenuto l’hat-trick pole-vittoria-giro veloce che gli mancava dal GP di San Marino del 2009) e Montmelò.
Nel 2016 in Catalogna e nel 2017 in Olanda ha tagliato il traguardo delle 10 vittorie su un circuito.
La stagione 2015 lo aveva rivisto lottare a livelli altissimi perdendo il Mondiale solo all’ultima gara. Ha chiuso 2° dietro a Lorenzo con 325 punti, 4 vittorie, 1 pole e altri 11 podi, andando inoltre a punti in tutte le gare (unico con Bradley Smith).
Con la vittoria in NED 17, ha allungato il proprio record di pilota più longevo del Motomondiale tra il primo successo e l’ultimo: 20 anni e 311 giorni da Brno 1996.
A Losail 2018, ha allungato ulteriormente il suo record di distanza tra il primo e l’ultimo podio nel Motomondiale (il primo è Austria 1996 in 125).
Vincendo un GP a 38 anni e 129 giorni è diventato il vincitore più anziano della storia della MotoGP (battuto Bayliss che vinse il GP di Valencia 2006 a 37 anni e 213 giorni) e il vincitore italiano meno giovane di sempre nella top class (battuto Nello Pagani nel GP delle Nazioni, conquistato a 37 anni e 328 giorni).
La pole del Giappone 2016 è stata la sua 54esima nella classe maggiore: -4 dal record di Doohan.
In Francia 2016 il suo giro veloce numero 75 nella top class, record assoluto.
192 podi nella Top Class (500 + MotoGP), 228 in totale.
Nove titoli Mondiali vinti: 1 in 125, 1 in 250, 1 in 500 e 6 in MotoGP.
In totale 368 GP, 115 vittorie, 64 pole, 228 podi e 95 giri veloci.
Vincitore del Mondiale in MotoGP/500 nel 01,02,03,04,05,08,09.
Detiene diversi record relativi alla top class: 89 vittorie, 54 pole (58 il record di Doohan, unico che gli manca), 75 giri veloci, 192 podi.
Ha ottenuto almeno un giro veloce in tutti i suoi primi 21 anni nel Motomondiale, dal ‘96 al 2016.
Ha vinto almeno una gara in 15 anni consecutivi (1996-2010) ed è andato sul podio per ben 23 stagioni consecutive, dal 1996 al 2018. Record assoluto, meglio delle 20 di Angel Nieto (1967-86).
In 500/MotoGP: Honda (00-03); Yamaha (04-10); Ducati (11-12); Yamaha (13-18).
- di Redazione SkySport24

Cal Crutchlow parte dalla pole: focus sul pilota britannico

 
32 anni – 8° stagione in MotoGP - 3 (3) vittorie – 3 (3) pole – 126 GP
2018: Pos: 4°- P.ti  38 – Migl: 1° – Ultima pole: GBR 2016 MotoGP – Ultima Vittoria: ARG 2018 MotoGP
Note sul GP
Ottava presenza a Jerez, tutte in MotoGP.
Best in gara: 4° nel 2012 e 2015.
Best in griglia: 3° nel 2017.
Nel 2012 è arrivato anche il suo primo giro veloce in MotoGP, non riuscendoci poi più fino al GP di Germania 2016.
Note statistiche generiche
Vittorioso nel GP di Argentina, è il suo terzo successo in MotoGP. Fino al GP delle Americhe, che lo ha visto scivolare al quarto posto, si era trovato per la prima volta al comando della classifica iridata. Un britannico non guidava il Mondiale della top class da quando Barry Sheene vinse il GP di apertura del 1979 in Venezuela.
E’ salito a 14 podi in MotoGP.
Il suo 2017 è stato meno brillante della stagione precedente: ha comunque chiuso 3° in Argentina.
Grande 2016, dove ha vinto le sue prime due gare in MotoGP: la prima in Rep. Ceca, riportando così un britannico al successo in top class dopo Sheene nel 1981 in Svezia, e la seconda a Phillip Island.
Era dal 1979 che un britannico non vinceva almeno due gare nella Top Class, allora ci riuscì Barry Sheene che fece tripletta.
Pole position nel 2016 nel GP di casa a Silverstone, è la sua terza nel Mondiale.
In Australia, Rep. Ceca e Germania 2016 per lui anche il giro veloce: sono 4 totali con ESP 2012.
Campione del Mondo Supersport nel 2009 con Yamaha.
Terzo nel Mondiale Superbike 2010, ancora con Yamaha.
Quinto nel Mondiale MotoGP nel 2013: miglior prestazione di un pilota britannico nella classe maggiore dopo Niall Mackenzie nel 1990, che giunse 4°.
3 vittorie, 3 pole, 14 podi e 4 giri veloci in MotoGP.
In MotoGP: Yamaha (11-13); Ducati (14), Honda (15-18).
- di Redazione SkySport24

Ducati, focus su Andrea Dovizioso

 
32 anni – 11° stagione in MotoGP (17° tot) - 9 (18) vittorie – 5 (18) pole – 181 (279) GP
2018: Pos: 1° - P.ti 46 - Migl: 1° - Ultima pole: MAL 2016 MotoGP – Ultima Vittoria: QAT 18 MotoGP
Note sul GP
Diciassettesima presenza a Jerez, dove ha corso finora 3 volte in 125, 3 volte in 250 e 10 volte in MotoGP.
Best in gara: 3° nel 2006 e 2007 in 250. In MotoGP: 5° nel 2012, 2014 e 2017.
Best in griglia: 4° nel 2007 in 250. In MotoGP: 6° nel 2011 e 2014.
Note statistiche generiche
Nel 2018 ha ottenuto il successo in Qatar. E’ così arrivato a 9 vittorie totali nella top class.
Grande campionato per lui nel 2017, chiuso al 2° posto. La scorsa stagione ha ottenuto sei successi: Italia, Catalogna, Austria, Gran Bretagna, Giappone e Malesia.
Con 6 vittorie nel 2017, ha migliorato quanto fatto nel 2004 in 125, quando ne ottenne 5.
Nel 2017 è stato in testa al campionato tra Assen e il Sachsenring e tra Silverstone e Misano. In precedenza, un pilota Ducati non guidava il Mondiale da dopo il GP di Catalogna 2009, quando Stoner era 1°, appaiato alle Yamaha di Rossi e Lorenzo.
Il 2016 lo aveva visto vittorioso a Sepang: non ci riusciva da ben 2653 giorni, dal GP di Gran Bretagna 2009, suo primo successo in MotoGP.
In Malesia 2016 per lui anche pole e giro veloce: è stato il suo primo hat-trick in MotoGP, gli mancava dal GP di Turchia 2007 in 250.
Cinque pole position in MotoGP, la prima nel 2010 in Giappone.
Attualmente è salito 84 volte sul podio, di cui 43 in MotoGP.
Campione del Mondo della classe 125 nel 2004 con la Honda (Kopron Team Scot).
In 125: 49 GP, 5 vittorie, 9 pole, 3 giri veloci e 15 podi.
Secondo in 250 nel Mondiale sia nel 2006 che nel 2007.
Il secondo posto nel Mondiale 2017 è stato il suo miglior piazzamento in MotoGP, migliorando la terza posizione del 2011, quando guidava per il team Honda-HRC.
In MotoGP: Honda (08-11); Yamaha (12); Ducati (13-18).
- di Redazione SkySport24

 

Red Bull in F1 e Ktm in MotoGP, storie parallele

La casa austriaca sembra decisa a ripetere il progetto vincente: dalla Formula 1 alla MotoGP con la Factory Racing
- di Redazione SkySport24

 

Rossi con Toccaceli: ecco come aiutarlo

Il nove volte campione del mondo, insieme agli altri piloti della VR46 Academy, ha voluto mandare un messaggio al crossista Bryan Toccaceli che sta passando ore difficili all'ospedale Bufalini di Cesena dopo un brutto incidente in allenamento con un adesivo sul suo casco. Per aiutare il 23enne di San Marino con le spese mediche (già due operazioni per ridurre le fratture) è possibile fare una donazione al conto corrente presente nel video
- di Redazione SkySport24

 

Oliveira "promosso" in MotoGP con KTM e Tech3

Miguel Oliveira firma con la KTM del team Tech3 per il 2019. Sarà il primo pilota portoghese nella storia del Motomondiale a correre una stagione intera in MotoGP: "Sono davvero grato alla KTM per questa opportunità, per me è sempre stato un sogno"
- di Redazione SkySport24

 

GP Spagna, dalla gara agli approfondimenti: la guida tv completa

La programmazione del GP di Jerez de la Frontera 2018 dalla Spagna su Sky.
- di Redazione SkySport24

I più letti