21 gennaio 2017

Chape di nuovo in campo, Follman alza la Coppa

print-icon

Prima partita dopo la tragedia aerea di Medellin per la sfortunata squadra brasiliana. Nei minuti che hanno preceduto l'amichevole contro il Palmeiras, i tre sopravvissuti Neto, Ruschel e Follman hanno alzato al cielo la Coppa Sudamericana

Una nuova vita. La Chapecoense torna in campo per la prima volta dopo il disastro aereo della vigilia della Coppa Sudamericana. Prima dell’amichevole contro il Palmeiras di Felipe Melo, squadra campione di Brasile e ultima affrontata nella scorsa stagione, in un’Arena Condà stracolma, sono state tante le lacrime vissute e le emozioni. I tre sopravvissuti alla tragedia di Medellin (Neto, Rushel e Follman) hanno alzato davanti al pubblico il trofeo, consegnato al presidente della squadra prima del sorteggio della Coppa Libertadores 2017. Prima del fischio d’inizio, sono state consegnate alle vedove e ai parenti delle vittime, le medaglie della Coppa Sudamericana.

Due ex Serie A in squadra - La Chapecoense aveva presentato nelle scorse ore, con un tweet, la nuova rosa: ne fanno parte tanti giovani e qualche elemento esperto tra cui due ex Serie A. Il portiere Artur, che ha giocato con Roma e Benfica, e Tulio De Melo, meteora del Palermo. Tra i vecchi giocatori della squadra è rimasto solo Martinuccio: uno dei 10 che non partirono per la finale. Il team ha conservato i numeri di Alan Ruschel e Neto, due a uscire illesi dall’aereo. La speranza è quella di vederli tornare molto presto in campo.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky