Carriere trascurabili, spesso inesistenti, da giocatori: poi, però, si sono trasformati in veri e propri geni della panchina. Sacchi usava la metafora del cavallo e del fantino per spiegare che si può allenare benissimo anche senza aver mai giocato a pallone

LA CLASSIFICA DEI 50 MIGLIORI ALLENATORI DELLA STORIA