Morto Antonio Martiniello: arbitro con il Daspo travolto da un treno

Calcio
1190077957

Antonio Martiniello, ex arbitro sottoposto a Daspo per aver colpito con una testata un giocatore, è stato travolto da un treno mentre fuggiva dai carabinieri. Denunciato da una ex fidanzata per stalking, aveva violato gli arresti domiciliari

Tragedia a Porto Potenza Picena, in provincia di Macerata, nelle Marche, dove è morto, travolto da un treno, Antonio Martiniello, l’ex arbitro che a inizio febbraio era stato sottoposto a Daspo dopo che al termine della partita di Seconda Categoria tra il Borgo Mogliano e il Montottone aveva colpito con una testata il portiere Matteo Ciccioli.
 

Martiniello, 31 anni appena compiuti, era stato poi messo agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico dopo una denuncia per stalking da parte di una ex fidanzata. Secondo le prime ricostruzioni, i carabinieri si sarebbero presentati a casa sua per arrestarlo dopo l’uomo aveva violato la misura cautelare; barricatosi in casa - come riporta il Resto del Carlino (edizione di Macerata) e alcune cronache locali - avrebbe poi tentato la fuga dopo l’intervento dei vigili del fuoco, finendo travolto dal treno mentre provava a scappare sui binari. Non è comunque esclusa, al momento, l’ipotesi che possa essersi trattato di un gesto volontario.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche