Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 settembre 2008

Gattuso: "Un infortunio alla Fantozzi"

print-icon
gat

Il centrocampista scherza dopo l'operazione: "Poteva andarmi peggio, meglio il polso della testa. Peccato perchè venivo da un lungo stop per un malanno alla spalla e ora dovrò fermarmi nuovamente"

Una notte in ospedale, poi il ritorno al campo per salutare i compagni. Ora l'aspetta il Milan. Rino Gattuso, dopo la frattura alla mano sinistra che lo costringerà a un mese di stop, non potrà giocare contro la Georgia mercoledì a Udine. "Ho fatto la figura del pirla - ha raccontato con un sorriso amaro - e mi è pure andata bene perchè poteva andarmi peggio. Se avessi sbattuto la testa, per esempio. E poi mi era rimasto anche il ginocchio sotto... Peccato perchè venivo già da un infortunio alla spalla e adesso dovrò fermarmi nuovamente". La prognosi è di un mese: "Penso meno e poi potrò comunque correre e lavorare. Non perderò tono muscolare".

Resta il dispiacere per quanto accaduto: "Tutta stanotte non mi sono dato pace, c'erano altri 10-15 metri e invece sono caduto proprio nella buca della panchina, come una pera cotta. I compagni mi hanno anche preso in giro...". Qualcuno lo ha paragonato a Fantozzi. "Pazienza se adesso sembrerò Fantozzi, è successo...". Poi un'altra battuta: "Ho dimestichezza con le buche, ma non mi darò al golf perchè le palline nemmeno le prendo". Infine, l'in bocca al lupo ai compagni azzurri, ai quali ha lasciato la sua carica: "Quello con la Georgia - ha detto Gattuso - è un altro appuntamento importante e vogliamo tutti fare bene. Vogliamo andare ai Mondiali e difendere il titolo conquistato a Berlino.