Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 settembre 2008

Ma lo Special One non poteva essere più educato?

print-icon
mou

MICHELE FUSCO concorda con MARIO SCONCERTI di SKY: non è la stessa cosa se, al posto di Mourinho, davanti alle telecamere del post-partita dell'Inter si presenta un imbarazzato Beppe Baresi... Questo articolo compare anche sull''edizione italiana di METRO

di MICHELE FUSCO*
Alla vigilia, qualche vocina maligna raccontava che quel gran simpaticone di Special One si sarebbe negato ai faccia a faccia del dopo-partita con i colleghi perché la cosa lo infastidiva, non prevedendone l’esito. Non davo credito a quella che ritenevo una baggianata, fino a quando non ho visto con i miei occhi che ieri sera, al termine dell’inguardabile partita col Lecce, lui, Special Cafon, non si è presentato alle telecamere, mandandoci il povero (e smarrito) Beppe Baresi.

Mario Sconcerti su Sky ha tentato di convincere il vice di Mourinho che non era esattamente la stessa cosa, ma in fondo che ne poteva Beppe. La storiella ha una sua morale e dice che il più grande allenatore del mondo (parere di Massimo Moratti) non ha esattamente la stoffa del signore. Se pensava a un gesto di rottura, di demarcazione intellettuale rispetto al resto dell’umanità, Special Cafon è riuscito perfettamente nel suo obiettivo. D’ora in poi, saranno i giornalisti a valutare se registrarne direttamente il dotto sapere o se invece spedire un robottino telecomandato che si presterà perfettamente alla bisogna.
*Editorialista di METRO Italia