Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 novembre 2009

Lavezzi: Napoli in Europa, poi con l'Argentina ai Mondiali

print-icon
spo

Europa con il Napoli e Mondiali con l'Argentina. El Pocho Lavezzi ha le idee molto chiare

Il Pocho ha le idee chiare per il futuro: "L'obiettivo è quello, ma per far sì che diventi realtà bisogna dimostrarlo domenica dopo domenica. Voglio segnare di più. Ringrazio i napoletani per il loro affetto". GUARDA GLI HIGHLIGHTS DEL NAPOLI SU SKY.it

L'Europa con il Napoli e la partecipazione ai prossimi Mondiali con l'Argentina. Sono questi gli obiettivi principali di Ezequiel Lavezzi: è per certi versi 'storica' la conferenza stampa tenuta oggi dall'argentino, che non sedeva in sala stampa di Castelvolturno dall'ottobre di due anni fa e che nel frattempo aveva rilasciato solo poche interviste. "Mi sono abituato all'affetto della gente. So che questa città è così. Ringrazio i napoletani per il loro affetto. Per quanto mi riguarda io sto benissimo. E' un periodo che sto bene". Il 'pocho', rispondendo alle domande dei giornalisti, ha spiegato che la squadra è sempre la stessa. "Non è cambiato tanto - ha detto l'argentino - magari, sì, c'è stato il cambio di allenatore, del direttore. Ora abbiamo più fiducia ma i giocatori sono uguali. Oggi tutti parlano di un buon momento di calciatori come Aronica, Rinaudo, Hamsik ed io stesso, ma sono tutti calciatori portati qui da Marino, prima. Oggi il Napoli sta attraversando un buon momento, è ovvio però che bisogna sempre dare di più e migliorarsi. Per quanto mi riguarda, io anche prima ho sempre dato il 101 per cento".

L'argentino fa anche autocritica e dice che deve fare più gol; e a chi gli chiede se diventerà uno dei più forti attaccanti del mondo replica: "Mi piacerebbe, comunque si vedrà se lo diventerò. Per ora, da quando sono in Italia, ho migliorato tanto sia tecnicamente che tatticamente, anche perché in Argentina non ho mai fatto settore giovanile". Lavezzi, inoltre, a una domanda sull'obiettivo Europa replica che la squadra per raggiungere questo traguardo deve lavorare giorno dopo giorno. "L'obiettivo è quello, ma per far sì che diventi realtà bisogna dimostrarlo domenica dopo domenica". Ti manca il gol al San Paolo? "Per un attaccante è importante segnare ma la cosa che a me sta a cuore è che si vinca e se posso dare il mio contributo affinché questo avvenga va bene così".

Ovviamente tra le domande dei cronisti non poteva mancare quella relativa al futuro tenendo presente che il contratto scadrà nel 2013. "Ringrazio le persone per l'affetto, è molto bello ma del futuro non posso parlare. Parlo di oggi, sono qui a Napoli e sto bene, ma di quello che succederà non parlo". E il rapporto con De Laurentiis? "Gli screzi fanno parte del passato, io guardo avanti". Infine, Lavezzi traccia il decalogo per conquistare il quarto posto. "Bisogna lavorare, essere umili e fare di tutto per raggiungere questo traguardo. Ripeto, dipenderà da noi, bisogna dimostrare ogni domenica che il Napoli può giocare in Europa".

GUARDA TUTTI I GOL DELLA SERIE A


GUARDA GLI HIGHLIGHTS DI CATANIA-NAPOLI


COMMENTA NEL FORUM DEL NAPOLI