Mondiali e riforma dei calendari delle Nazionali, al via le consultazioni della Fifa

Calcio

Arsene Wenger e Jill Ellis guideranno il gruppo di consulenti tecnici che dovrà portare avanti la riforma dei calendari delle partite delle Nazionali, attraverso una serie di consultazioni con tutte le parti coinvolte. Si comincia il 30 settembre con i calciatori. “C'è un ampio consenso all'interno del mondo del calcio affinché il calendario delle partite internazionali debba essere riformato e migliorato”, scrive la Fifa in un comunicato

La Fifa comincia le sue consultazioni per la riforma del calendario calcistico internazionale. Dopo il dibattito generato dalla proposta di Wenger di far disputare i Mondiali ogni due anni e le insistenti richieste del mondo del calcio di migliorare la distribuzione degli incontri delle Nazionali in primo luogo, la federazione internazionale è passata alla fase due contattando le Federazioni affiliate e le altre parti interessate (rappresentanti di giocatori, club, leghe, confederazioni) per discutere su come procedere verso una rivoluzione che sembra inevitabile: “C'è un ampio consenso all'interno del mondo del calcio che il calendario delle partite internazionali debba essere riformato e migliorato”, ha spiega la Fifa in una nota. Che comincerà questa sorta di referendum il 30 settembre 2021 con un primo vertice online dedicato ai calciatori e ai loro rappresentanti.  "Dal momento che gli interessi globali del calcio dovrebbero essere al primo posto, questo processo inizierà da giocatori e allenatori di tutto il mondo", ha spiegato la Fifa, aggiungendo che il gruppo della 'consulenza tecnica' (Tag) sarà guidato da Arsene Wenger, capo dello sviluppo del calcio globale della Fifa, e da Jill Ellis, due volte vincitrice della Coppa del Mondo femminile.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche