Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
28 agosto 2018

N'Guessan torna in campo e segna cinque mesi dopo un'ischemia cardiaca

print-icon
olg

Cedric Armand N’Guessan, attaccante diciottenne dell’Olginatese, pochi mesi fa era stato colpito da una ischemia cardiaca sul campo. Domenica, nella partita contro lo Scanzarosciate, è tornato al gol

Un gol insperato, una favola che si realizza dopo un grande pericolo scampato. Cedric Armand N’Guessan, attaccante diciottenne dell’Olginatese, pochi mesi fa era stato colpito da una ischemia cardiaca sul campo. Domenica, nella partita contro lo Scanzarosciate, Cedric è tornato al gol.

Il malore durante Olginatese-Pro Sesto

Il dramma di N'Guessan si era consumato a marzo, nello stadio di Olginate durante la partita tra Olginatese e Pro Sesto. Cedric, nato il primo gennaio 2000 e residente a Valgreghentino, nel corso della partita aveva accusato un malore. Sul momento aveva provato a resistere, ma al peggiorare dei sintomi il ragazzo venne caricato su una ambulanza e trasportato in ospedale. Il verdetto dei medici sembrava non lasciargli scampo per un ritorno all'attività sportiva a certi livelli: ischemia cardiaca. Significa che il restringimento di un’arteria coronarica (causato dalla formazione di placca all’interno dei vasi sanguigni) provoca una riduzione della quantità di sangue che arriva al cuore.

La rinascita

I dottori erano riusciti a salvare la vita a Cedric, ma la sua carriera da calciatore sembrava del tutto compromessa. Privato da ogni abilitazione per giocare, N'Guessan ha affrontato un lungo percorso riabilitativo. Con impegno, perseveranza e dedizione, poco meno di un mese fa ha ricevuto il via libera per tornare a giocare. Nessun dubbio, da parte sua, sulla destinazione. L'Olginatese per lui è una seconda casa, ci gioca da quando ha 9 anni. Il suo primo gol all'esordio è il premio più grande.

La dedica

Sulla pagina Facebook dell'Olginatese, la società gli ha dedicato un bellissimo post: "Sei con noi da quando eri bambino. Te ne sono capitate di tutti i colori tra mani e braccia rotte. Sei stato sempre al centro di ogni nostro progetto della tua annata, la 2000. Ci hai sempre ripagato con impegno, gentilezza e gol. A marzo il tuo cuore ci ha fatto prendere un bello spavento. Ieri la grande paura è finita. Sei tornato e alla prima gara ufficiale dal via libera dei medici, ecco anche il tuo primo gol con la maglia della prima squadra. Ced complimenti di cuore da tutti noi. La tua famiglia. L’Olginatese."

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi