Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
03 settembre 2008

Ciak, si gira! Il grande calcio è su SKY

print-icon
zan

Il sorriso di Javier Zanetti, capitano dell'Inter, tra le telecamere di SKY

Ecco cosa è successo sul set dei promo realizzati con i campioni della Serie A. Ibra, Totti, Del Piero, Kakà e molte altre stelle si sono "sfidate" davanti alle telecamere. Non solo palleggi e sforbiciate, ma tanti divertenti momenti dietro le quinte

Tutto fa calcio - La stagione del grande calcio è finalmente iniziata, in campo come su SKY. Approfittando della prima pausa di campionato, arrivata dopo i 90 minuti d’esordio giocati lo scorso week-end, i protagonisti della Serie A si sono ritrovati a Milano (Teatro Ferrante Aporti) per realizzare gli spot che per tutta l’annata sportiva rimbalzeranno sul satellite.

Ciak, si gira - Ma come si comportano i campioni del calcio made in Italy davanti alle telecamere? A conferma che il binomio tv e calcio è oramai consolidato, atleti e allenatori si muovono sul set come attori consumati. Senza imbarazzo e senza esitazioni si sottopongono ai ritocchi delle truccatrici e ascoltano con attenzione le indicazioni di tecnici e fotografi.

Il backstage - Sui monitor scorrono le prime immagini montate. Il risultato è eccellente e molti tra i presenti restano a bocca aperta. Mourinho e Ibrahimovic, Ancelotti e Kakà, Ranieri e Del Piero, Spalletti e De Rossi marciano insieme verso l’obiettivo della telecamera anticipando così gli scontri più attesi della stagione. Grafica e colonne musicali accattivanti rendono il prodotto finale ancora più gustoso. E poi ecco altri campioni come Aquilani, Totti, Amauri, Nedved, Kakà, Inzaghi, Figo e Toldo esibirsi con numeri d’alta scuola: palleggi freestyle, sforbiciate mozzafiato, dribbling supersonici e parate incredibili. Quanto basta per far venire l’acquolina in bocca e sperare che si torni a giocare il prima possibile.

L’indiscreto - Tra una ripresa e l’altra c’è anche tempo per qualche confidenza e soprattutto per scambiare pareri sulla prima giornata di Serie A. Il giovane Raffaele Pallaldino vuole saperne di più sul Milan, formazione che con il suo Genoa incontrerà allo scoccare della seconda giornata. E chi meglio di Marco Di Vaio, ex del Grifo e trionfatore col Bologna a San Siro, può dargli qualche dritta? “All’inizio è stata dura – dice l’attaccante romano -. Ero un po’ isolato e con Pirlo davanti alla difesa è sempre tutto complicato. Poi è arrivato il primo gol e la partita è cambiata… “.

Sì, ok, abbiamo fatto gli spioni ascoltando questa conversazione, ma per una volta è stato divertente superare il confine tra l’intervistato e l’intervistatore.

Uomini, non alieni – Li osservi durante le pause e ti rendi conto che i calciatori sono ragazzi come tanti altri. Certo, baciati da un’immensa fortuna (altro che schiavi come li ha definiti il presidente della Fifa Blatter!) ma pur sempre ragazzi. Lo capisci da come si muovono, dal loro abbigliamento casual che potrebbe confonderli tra la gente e anche dal modo in cui si salutano. Ad esempio, Ferdinando Coppola e Cristiano Doni, rispettivamente portiere e capitano dell’Atalanta, accolgono negli studi il sampdoriano Bellucci con un teenageriano : “Hey bomber, come va? Grande!”. Divertente anche il siparietto tra Nicola Amoruso del Torino e Paolo Sammarco della Samp. Prima si andare sul set, l’attaccante granata guarda con curiosità e si complimenta con il collega per il design dei suoi scarpini. Qualcuno tira fuori anche la fatidica parola calciomercato, ma decodificare i bisbigli è una missione impossibile.

Gnok, che show! E poi c’è Gene Gnocchi, l’ultimo acquisto della squadra SKY. Lui del calcio non può proprio fare a meno. Abbandonata l’avventura con il Parma (ne era un illustre tesserato in cerca di qualche minuto di gloria) il comico e conduttore televisivo è sbarcato sul satellite con la rubrica “Gnok calcio Show”. Con l’ironia di sempre, anche lui partecipa alla realizzazione dei promo e si esibisce con il pallone. Successivamente tocca Billy Costacurta, altra new entry a casa SKY, Gianluca Vialli e Fabio Caressa (il suo palleggio è timido, ma il ragazzo ha classe). Uno spettacolo nello spettacolo, un’unica grande visione, come recitano gli spot SKY. Ma ora è davvero giunto il momento di mettersi comodi. La stagione del grande calcio è cominciata.