Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 settembre 2008

Borriello salta il derby, Ancelotti: "Vincere per guarire"

print-icon
anc

Ancelotti chiede una vittoria per la guarigione completa del suo Milan

Dopo l'infortunio nel match vinto contro la Reggina, l'attaccante del Milan verrà sottoposto venerdì agli esami strumentali. Scontata l'assenza per la partitissima con l'Inter di domenica sera

Niente stracittadina - Marco Borriello sarà costretto a saltare il derby di domenica con l'Inter. L'attaccante del Milan è uscito malconcio dall'incontro con la Reggina a causa di un problema muscolare. Gli esami strumentali che verificheranno l'entità dell'infortunio dell'attaccante saranno svolti nella giornata di venerdì. Tuttavia è da escludere un recupero per la stracittadina in programma domenica sera. Le prime ipotesi parlano di uno stop di circa tre settimane ma tutto è rimandato a una diagnosi più approfondita del problema.

Nuova mentalità - Data per certa l'assenza del bomber rossonero, Carlo Ancelotti può essere soddisfatto per la reazione della squadra dopo l'inizio disastroso: "In una settimana una condizione non può diventare da pessima a buona - ha spiegato - E' cambiato l'atteggiamento, abbiamo giocato da squadra. Da questo punto di vista il Milan ha un gruppo sano; dalle difficoltà siamo sempre usciti molto brillantemente. Nella partita col Bologna eravamo spaccati in due, disordinati e un po' fermi. Con la Lazio c'è stata un'inversione di tendenza, gli attaccanti hanno lavorato di più, si sono sacrificati di più e la squadra ne ha giovato. Sto parlando di Pato, Borriello e Kakà, che in questo momento sono i giocatori più in condizione". Maglia scontata per i primi due, forfait forzato per il secondo: "Pato e Kakà stanno molto bene, Borriello ha un piccolo stiramento e quindi non è in condizione di giocare il derby".

Toto formazione - Dunque la caccia a scoprire chi sarà il sostituto dell'ex genoano sarà il tormentone che accompagnerà questa vigilia. Andriy Shevchenko sembra il candidato numero uno con Ronaldinho ancora partente dalla panchina. La soluzione ad 'albero di Natale' sembra la più probabile: "Potrebbe essere ma la formazione la dò di domenica perché sabato sera non voglio vedere giocatori col muso e così li tengo tutti sulla corda. E' vero che Sheva in 15 derby ha fatto 14 gol, e ci sono partite in cui la componente emotiva è importante. Però non basta dirlo, bisogna dimostrarlo sul campo". Per Ancelotti non esiste una squadra tra le due che arriva in una migliore condizione: "Forse l'Inter in questo momento è più solida e continua di noi ma può succedere tutto in una partita come questa".

Chiusura del cerchio - E' auspicabile, sponda rossonera, che il tour de force settimanale si chiuda con una vittoria che certificherebbe la completa rinascita del Milan: "Con una vittoria nel derby chiudiamo i conti con questo bruttissimo inizio di campionato - ha concluso Ancelotti - Se non succede, allungheremo i tempi della nostra guarigione, che sono convinto arriverà. Non so se sarà ancora in tempo per ottenere dei successi, ma il Milan guarirà di sicuro".