Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 maggio 2009

Caso Zalayeta a Napoli: non si è presentato a Castelvoturno

print-icon
zal

Assente ingiustificato. Marcelo Zalayeta non si è presentato all'allenamento e ha fatto andare su tutte le furie Roberto Donadoni

L'attaccante non si è presentato alla ripresa degli allenamenti. La società ha fatto sapere che il giocatore è stato "assente ingiustificato". L'agente di Acquafresca strizza l'occhio agli azzurri: "Napoli è Napoli, come non amarla, la città ci piace"

COMMENTA NEL FORUM DEL NAPOLI

A Napoli scoppia il caso Zalayeta. L'attaccante infatti non si è presentato nel pomeriggio a Castelvolturno, dove era in programma la ripresa degli allenamenti. La società ha fatto sapere che il giocatore è stato "assente ingiustificato", visto anche che non ha avvisato nessuno della sua assenza o di eventuali problemi. Tra Donadoni e la squadra c'è stata circa un'ora di confronto. Poi, "lavoro tecnico tattico - si legge in una nota sull'allenamento- e chiusura con partitella a campo ridotto. Differenziato per Pià e Denis, entrambi con un leggero affaticamento muscolare. Lavezzi e Rinaudo hanno effettuato corsa leggera".

Per un bomber che fa le bizze, un altro che potrebbe arrivare. Robert Acquafresca potrebbe passare in prestito dall'Inter al Napoli, anche se l'attaccante in forza al Cagliari potrebbe scegliere di passare al Genoa nel caso in cui i liguri dovessero qualificarsi per i preliminari della Champions League. Lo ha fatto intendere l'agente del giocatore, Paolo Fabbri, che ha legato il nuovo prestito di Acquafresca alle scelte di mercato dell'Inter. "L'interessamento del Napoli ci lusinga e ci fa piacere", ha detto Fabbri a Radio Marte, "ma decide l'Inter. Nello specifico a metà maggio l'Inter deciderà se tenerlo o mandarlo a giocare da qualche altra parte. Solo allora potranno essere intavolate trattative con altre squadre. Se l'Inter dovesse avere due attaccanti esperti e due giovani, tra cui Acquafresca, allora sarebbe positivo per noi restare in nerazzurro. Se invece il numero fosse più cospicuo, allora forse sarebbe il caso di farlo maturare altrove".

"Non credo che l'Inter voglia darlo in comproprietà", ha aggiunto Fabbri, "lo ha fatto già due volte e l'ha dovuto ricomprare in entrambi i casi. Credo che i nerazzurri preferiscano il prestito secco, un'ipotesi che indubbiamente non fa al caso di grandi club come il Napoli. Chi sceglierebbe tra Genoa e Napoli? Non so, la prospettiva Champions attirerebbe il ragazzo ma Napoli è Napoli, come non amarla, la città ci piace".