Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 maggio 2009

Mourinho: "Una festa senza senso se non avessimo vinto"

print-icon
mou

The Special One è già l'idolo dei tifosi interisti

Il portoghese al primo Scudetto con l'Inter loda i suoi: "Julio Cesar è un portiere fantastico. Se sono riusciti a convincermi ad andare al Duomo, lui è il primo responsabile. La sorpresa? Zanetti, il passaporto è falso, è sbagliato di una decina di anni"

COMMENTA NEL FORUM DELL'INTER

IL PAGELLONE DI FABIO CARESSA

La sua Inter ha battuto 3-0 il Siena nel posticipo di Serie A e nel giorno della festa scudetto Josè Mourinho promuove i suoi a pieni voti. "I ragazzi hanno fatto una partita seria - ha detto il tecnico portoghese a SKY – meritava di essere giocata e lo abbiamo fatto. Per quel che riguarda i singoli, Orlandoni ha dimostrato di essere un terzo portiere con capacità e Ibra ha fatto il suo, ha segnato e questo gli permette di essere vicino a Di Vaio fino alla fine. E' stato tutto veramente perfetto".

Anche stasera, però, Mou non ha nascosto qualche momento di rabbia ai suoi giocatori: "Noi lavoriamo sempre seriamente – ha spiegato - questa è la nostra forza. Mi sono arrabbiato qualche volta a metà partita, perché il titolo di capocannoniere non è di Ibra ma di tutta la squadra e dovevano giocare per tutti per questo".

Voleva vincere pure col Siena, Mourinho. Mica gli bastava lo scudetto. "Sarebbe stata una festa senza senso se non avessimo vinto"- ha proseguito il tecnico dell'Inter prima che ricominci la festa infinita. E infatti hanno vinto 3-0, e Ibra ha segnato per la classifica cannonieri. E Julio Cesar è l'Ibra della porta... "Julio Cesar è un portiere fantastico, un ragazzo che vive il suo lavoro con grande emozione. Il titolo ha un grande significato per lui, e se ieri sono riusciti a convincermi ad andare al Duomo, lui è il primo responsabile. La sorpresa? Zanetti, il passaporto non è vero, è sbagliato di una decina di anni".