Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
26 settembre 2009

Mourinho: parlo per contratto altrimenti sarei rimasto zitto

print-icon
mou

José Mourinho rompe il silenzio stampa dopo il ko contro la Samp

Il tecnico dell'Inter torna a parlare dopo la sconfitta con la Sampdoria a Marassi: "Cosa non mi è piaciuto della partita? Non mi è piaciuto il risultato". Moratti: ''Nessun dramma, abbiamo perso per una disattenzione''. GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELL'INTER

"La società mi ha chiesto di rompere il silenzio per questioni di contratto, io avrei continuato". José Mourinho, tecnico dell'Inter, torna a parlare dopo la sconfitta con la Sampdoria a Marassi. "Che significato ha questa sconfitta? Che abbiamo perso tre punti", risponde il portoghese, visibilmente contrariato. "Cosa non mi è piaciuto della partita? Non mi è piaciuto il risultato", prosegue l'allenatore nerazzurro. E a chi gli chiede il motivo della sostituzione di Balotelli,  Mourinho ribatte: "Sono io l'allenatore, non devo spiegare le mie decisioni". Infine, sull'errore di Santon in occasione del gol della  Samp: "Chi sta dentro si può sbagliare, un giocatore non è mai responsabile per una sconfitta".

"Non è un Inter da bocciare". Così ha analizzato la sconfitta il presidente dell'Inter Massimo Moratti: "Abbiamo perso a causa della disattenzione in occasione del gol di Pazzini". A chi gli chiedeva della sostituzione di Balotelli, Moratti  ha detto: "stava andando bene". Comunque, ha concluso, "nessun dramma".

GUARDA I GOL DELL'INTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT