Maradona: "Coronavirus? Tagliate lo stipendio a me, non ai calciatori"

Coronavirus

Coronavirus e crisi economica: in Argentina è intervenuto l'attuale allenatore del Gimnasia La Plata. "Tagliate il mio stipendio, non quello dei calciatori e degli altri dipendenti del club. Molti ne hanno bisogno per vivere", ha dichiarato Maradona ai microfoni di Olè

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI DEL 12 APRILE

L'emergenza coronavirus ha purtroppo colpito ogni zona del mondo e ogni federazione sta valutando le contromisure da attuare durante questo stop forzato delle competizioni. È così anche in Argentina, dove si comincia a discutere su un'eventuale taglio degli stipendi per i calciatori. A tal proposito è intervenuto Diego Armando Maradona, allenatore del Gimnasia La Plata, ai microfoni di Olè: "Tagliate lo stipendio a me, ma non tagliate indistintamente quello di tutti i dipendenti. Molte persone ne hanno bisogno per vivere". Sul proprio futuro: "Spero di poter rimanere al Gimnasia, lo adoro. Ho una relazione straordinaria con tutti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche