Cinque cambi a partita: l'IFAB dice ok anche per la prossima stagione

la regola
©Getty

L'International Football Association Board ha prorogato fino al 31 luglio del 2021 l'opzione delle cinque sostituzioni a partita, suddivise sempre in tre slot. Adesso spetterà agli organizzatori dei vari tornei decidere se confermarla oppure no

I legislatori del calcio, cioè l'IFAB (International Football Association Board) hanno deciso: continuerà l'esperimento delle cinque sostituzioni a partita, sempre ovviamente suddivise in tre slot per non allungare troppo i tempi della gara. Non si tratta di una regola o di un obbligo, ma di un'opzione che verrà messa a disposizione degli organizzatori delle varie competizioni. Il Consiglio di amministrazione dell'IFAB ha deciso di estendere ulteriormente questa possibilità sulla base di un esame approfondito, che includeva il feedback delle parti interessate e un'analisi dell'impatto del coronavirus sui calendari delle competizioni. L'opzione sarà valida per tutte le competizioni che si concluderanno entro il 31 luglio 2021 e quelle che, a livello internazionale, si terranno fra luglio e agosto 2021.

Esperimento riuscito

vedi anche

5 cambi a partita: il primo via libera l'8 maggio

La decisione presa lo scorso 8 maggio, dunque, si è rivelata azzeccata. Tangibile l'impatto che le cinque sostituzioni hanno avuto sul benessere dei giocatori, impegnati in competizioni che si svolgono in un periodo ristretto e in diverse condizioni meteorologiche. Da considerare, inoltre, che alcuni tornei potrebbero avere un periodo di preparazione precedente molto più corto rispetto al solito. L'Ifab, infine, ha precisato come il mutevole impatto della pandemia sul calcio sia costantemente analizzato per garantire che in futuro vengano prese le misure più appropriate. 

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche