Williams Martinez, in Uruguay suicidio del difensore 38enne. Campionato sospeso

lutto
©Ansa
willams_martinez

La morte del difensore 38enne del Villa Teresa, avvenuta nella notte tra sabato 17 e domenica 18 luglio, segue di 6 mesi quella di Santiago Garcia. Rinviate a data da destinarsi le partite dell'11esima giornata del torneo di Apertura della Seconda Divisione. Il sindacato calciatori chiede supporto psicologico per tutti i tesserati. 

Il calcio uruguaiano è sotto choc per il suicidio di Williams Martinez. Il difensore 38enne del Villa Teresa, club di seconda divisione, si è tolto la vita nella notte tra sabato 17 e domenica 18 luglio. Martinez è stato trovato esanime nel proprio appartamento e i media locali spiegano che alla base del gesto potrebbero esserci problemi personali o il difficile momento professionale di Martinez, costretto a stare lontano dal campo da qualche settimana dopo aver contratto il Covid. A seguito della scomparsa del difensore, il Consiglio Direttivo della Federcalcio uruguaiana ha deciso di rinviare a data da destinarsi le partite in programma per l'11esima giornata del Torneo di Apertura. "Le gare - spiega una nota - saranno riprogrammate a breve".

Il precedente di Santiago Garcia a febbraio

leggi anche

Trovato morto Santiago Garcia: ipotesi suicidio

Una presenze in nazionale - nel 2003, amichevole contro l'Iran - Martinez aveva giocato anche in Inghilterra e Francia con West Bromwich Albion, Valenciennes e Reims. La sua carriera, avviata in patria con il Defensor Sporting, era proseguita tra Argentina, Cile, Paraguay e Venezuela prima del ritorno in Europa nel 2019: esperienza in Spagna, al Ceuta, seguita dal passaggio al Villa Teresa. Martinez non scendeva in campo da diverse settimane, essendo risultato positivo al Covid il 23 giugno. Nella sua lunga carriera era anche stato compagno di squadra nel River Plate di Montevideo del connazionale Santiago "Morro" García, unito a Martinez da un tragico destino: anche lui morto suicida a 30 anni nella sua casa in Argentina nello scorso febbraio.

Il sindacato calciatori: "Serve supporto psicologico"

Quelli di Garcia e Martinez non sono casi isolati, assicura la Mutual Uruguaya de Futbolistas Profesionale, il sindacato calciatori. Che ha lanciato l'allarme sulla necessità di garantire un adeguato supporto psicologico a tutti i tesserati con un "intervento deciso e rapido". La morte di Martínez è avvenuta nello stesso giorno in cui l'Uruguay commemorava la Giornata nazionale per la prevenzione del suicidio. Secondo l'ultimo registro presentato venerdì dal governo uruguaiano, nel 2020 si sono registrati 718 suicidi, per un tasso di 20 persone ogni 100mila abitanti.

I messaggi di cordoglio: c'è Suarez

"Il Club Atlético Villa Teresa è profondamente addolorato per la scomparsa del nostro leader Williams Martinez. Alla sua famiglia, amici e parenti vanno le nostre più sentite condoglianze" spiega una nota emessa dall'ultimo club in cui ha giocato Martinez. Tanti sono stati i messaggi di cordoglio da parte della federazione (Auf), di tutti i club di prima e seconda divisione e di molti colleghi illustri, compresi diversi giocatori della nazionale. Tra questi, l'attaccante dell'Atletico Madrid Luis Suarez: "Che triste notizia la perdita di Williams Martínez. Tanta forza per la sua famiglia e i suoi amici. Riposa in pace", le parole di Suarez, che ha accompagnato il suo post con una foto dell'ex difensore.

Il messaggio di Luis Suarez per ricordare Williams Martinez - Instagram

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche