Coronavirus in Italia: il bollettino dei contagi, i dati e le news di oggi

live CORONAVIRUS

Il Ministero della Salute ha diffuso il consueto bollettino sulla situazione Covid in Italia: oggi si registrano 7.826 nuovi casi e 45 decessi. Tasso di positività al 2,95, in calo rispetto a ieri. In Sicilia il maggiore incremento di casi (+1681), poi Toscana (+752) e Emilia Romagna (+732). Ancora in calo l'indice Rt a livello nazionale, che scende a 1,01, rispetto alla scorsa settimana in cui si attestava invece a quota 1,1.

 

1 nuovo post

Coronavirus, tutte le notizie di venerdì 27 agosto:

  • Oggi in Italia 7.826 nuovi casi e 45 decessi
  • Tasso di positività al 2,95, in calo rispetto a ieri
  • Terapie ntensive, +8 rispetto a ieri
  • Regioni: in Sicilia il maggiore incremento di casi (+1681), poi Toscana (+752) e Emilia Romagna (+732)
  • Monitoraggio: Rt scende, sale incidenza casi
  • Sicilia verso zona gialla, Sardegna a rischio
  • Draghi: "Ripresa diseguale, fare di più per i Paesi poveri"
  • Vaccini, Ema: "Ancora presto per dire se servirà terza dose"
  • Vaccini, raggiunto oltre il 90% del personale scolastico
  • Fondazione Gimbe: in lieve aumento casi, ricoveri e decessi
  • Lega Serie A: "Sosteniamo club che non concederanno nazionali a Paesi con obbligo quarantena"
  • Serie A, si torna allo stadio: le regole
- di Redazione SkySport24

Coronavirus, i nuovi casi regione per regione: 

  • Sicilia: +1.681
  • Toscana: +752
  • Emilia-Romagna: +732
  • Veneto: +694
  • Lombardia: +601
  • Campania: +576
  • Lazio: +547
  • Sardegna: +343
  • Calabria: +313
  • Piemonte: +302
  • Puglia: +302
  • Marche: +222
  • Friuli Venezia Giulia: +204
  • Liguria: +156
  • Abruzzo: +87
  • Umbria: +86
  • P.A. Bolzano: +74
  • Basilicata: +65
  • Molise: +51
  • P.A. Trento: +37
  • Valle d'Aosta: +1
- di ninocr

511 pazienti in terapia intensiva, + 8 rispetto a ieri

Sono 511 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 8 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 42. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.114, 55 in più rispetto a ieri. 
- di ninocr

Tasso di positività al 2,95, in calo rispetto a ieri

Sono 265.480 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 220.872. Il tasso di positività è del 2,95%, in calo rispetto al 3,27% di ieri. 
- di ninocr

Ministero della Salute: 6.717 dimessi/guariti nelle ultime 24 ore

I dimessi/guariti in Italia salgono 4.250.314, con un incremento di 6.717 unità rispetto a ieri.
- di ninocr

Ministero della Salute: oggi 7.826 casi e 45 decessi

Il Ministero della Salute ha diffuso il consueto bollettino sulla situazione Covid in Italia: oggi si registrano 7.826 nuovi casi e 45 decessi
- di ninocr

MLT: "Vaccinazioni nel mondo a due velocità, alcuni Paesi al 2%"

Nel mondo le vaccinazioni anti Covid stanno andando a due velocità, con alcuni paesi in cui ormai è protetto il 50% della popolazione ed altri fermi al 2%. Lo ha ribadito in un comunicato al termine del proprio terzo meeting la Multilateral Leaders Taskforce on COVID-19 (MLT), che riunisce Oms, Fmi, Banca Mondiale e Wto, che ha chiesto ai paesi che hanno più dosi di condividerle con quelli rimasti indietro. "Questi paesi - scrive la task force riferendosi a quelli rimasti indietro -, la maggior parte dei quali è in Africa, semplicemente non possono avere accesso a dosi sufficienti per raggiungere l'obiettivo del 10% di copertura in tutti i paesi entro settembre e il 40% entro la fine del 2021. La crisi dell'iniquità delle vaccinazioni sta portando a pericolose divergenze nella sopravvivenza al Covid-19 e nell'economia globale". La task force chiede ai paesi che hanno contratti per molte dosi di vaccini di scambiarli con i due programmi per la distribuzione globale, Covax e Avat. I produttori dovrebbero inoltre dare priorità ai contratti con i due programmi. "chiediamo al G7 e a tutti i paesi che condividono le dosi - si legge inoltre nella nota - di completare le forniture promesse, dal momento che appena il 10% di quasi 900 milioni di dosi sono state consegnate. chiediamo a tutti i paesi di eliminare le restrizioni all'export e qualsiasi altra barriera al commercio dei vaccini. Il momento di agire è adesso - conclude il comunicato - in gioco ci sono l'andamento della pandemia e la salute del mondo". 
- di ninocr

Draghi: "Ripresa diseguale, fare di più per i Paesi poveri"

"Si sono ampliate le disparità a livello globale e, per tutti noi, il compito di porre fine alla pandemia è diventato ancora più difficile". Così il premier Mario Draghi intervenendo alla Conferenza del G20 Compact with Africa. "La ripresa globale è caratterizzata dalle stesse disparità" tra paesi più economicamente avanzati e quelli più poveri di quella che si sta verificando sull'accesso ai vaccino. "Lo spazio fiscale necessario per mitigare lo shock pandemico non è stato uguale per tutti i governi. Le economie avanzate hanno speso il 28 per cento del proprio prodotto interno lordo del 2020 per restituire impulso alla crescita. Nelle economie emergenti e in quelle a basso reddito è stato speso rispettivamente solo il 7 ed il 2 per cento. "A causa di tali divari si sono ampliate le disparità a livello globale e, per tutti noi, il compito di porre fine alla pandemia è diventato ancora più difficile. Dobbiamo fare di più – molto di più – per aiutare i paesi più bisognosi", sottolinea il presidente del Consiglio.
- di ninocr

Vaccini, raggiunto oltre il 90% del personale scolastico

Trend positivo per le vaccinazioni in favore del personale scolastico e universitario: secondo l'ultimo report settimanale pubblicato dalla Struttura Commissariale, nell'ultima settimana la percentuale di persone che ha ricevuto la prima somministrazione di vaccino o dose unica ha raggiunto quota 90,45%. I dati sono in aggiornamento sulla base delle comunicazioni da parte delle Regioni.
- di ninocr

Vaccinati oltre il 40% fascia 12-15 e il 67% fascia 16-19

Vaccinazioni in aumento per ciò che riguarda i più giovani: le somministrazioni/dose unica per la fascia 12-15 hanno superato il 40% della platea vaccinabile, mentre la fascia 16-19 ha oltrepassato la soglia del 67%. Lo rende noto la struttura del Commissario per l'emergenza Covid. Incrementi anche per le altre fasce di età: la fascia 50-59 è all'80% circa in termini di prime somministrazioni/dose unica, mentre la fascia 60-69 ha superato l'85%. Si consolidano inoltre le percentuali delle fasce 70-79 e over 80, che si attestano rispettivamente al 90,19 e al 94,06%, sempre con riferimento a prime somministrazioni/dose unica. 
- di ninocr

Croazia, alleggerite le misure restrittive nonostante l'aumento dei casi

Nonostante la sensibile crescita dei nuovi casi di infezione da Covid-19,  circa il trenta per cento in più a livello settimanale, la Croazia si appresta a un nuovo allentamento delle misure restrittive, senza severe imposizioni di green pass o vaccinazioni obbligatorie per alcune categorie professionali. Lo ha annunciato oggi il capo dell'Unità di crisi della Protezione civile e ministro degli Interni, Davor Bozinovic. Dalla settimana prossima infatti riaprono anche gli spazi chiusi dei bar che finora potevano servire solo all'aperto, mentre i ristoranti sono pienamente operativi già da marzo. Inoltre, le limitazioni relativamente leggere sui raduni pubblici, possibili senza alcuna misura protettiva o limiti di presenti se questi sono in possesso di green pass, resteranno in vigore anche a settembre. Tutte le scuole riprendono a inizio settembre la attività didattiche in presenza, con l'obbligo delle mascherine protettive per gli alunni dalla prima media inferiore, ma solo se non è possibile assicurare la distanza fisica di due metri nelle aule, mente nelle elementari non ci saranno restrizioni. Il premier Andrej Plenkovic ha detto che per l'autunno non si pensa a chiusure dure e che non verranno introdotti obblighi di vaccinazione per determinate categorie professionali, neanche per il personale medico o scolastico, nonostante la campagna vaccinale proceda molto a rilento, con appena il 50 per cento della popolazione adulta vaccinata. Il presidente Zoran Milanovic ha affermato da parte sua che le restrizioni "non hanno più alcun senso". 
- di ninocr

Lazio, 547 nuovi positivi e due decessi

Oggi nel Lazio "su oltre 3.956 tamponi nel Lazio e oltre 24.299 antigenici per un totale di oltre 28.255 test, si registrano 547 nuovi casi positivi (-35), sono 114 casi in meno rispetto a venerdì 20 agosto, 2 decessi (-3), i ricoverati sono 488 (-20), le terapie intensive sono 70 (+3), i guariti sono 625. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,9%. I casi a Roma città sono a quota 210. Stabile la pressione ospedaliera, per il Lazio rischio basso". Lo evidenzia l'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino al termine dell’odierna videoconferenza della task force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù.
 
- di ninocr

Sardegna, 343 nuovi casi e tre decessi

In Sardegna si registrano oggi 343 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 2946 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 6244 test. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 24 (-1 rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 233 (+5 rispetto a ieri). Sono 7866 i casi di isolamento domiciliare (+104 rispetto a ieri). Si registrano 3 decessi: 2 uomini di 50 e 83 anni e una donna di 74, tutti residenti nella Città Metropolitana di Cagliari. A fornire i dati è l'Ufficio stampa della Regione.
- di ninocr

Regno Unito, torna in rialzo la tendenza dei contagi

Torna a far segnare una tendenza generale al rialzo la curva di contagi da Covid alimentati dalla variante Delta nel Regno Unito, dopo la fine delle principali restrizioni, secondo le elaborazioni settimanali dell'Office for National Statistics (Ons) riferite al 20 agosto. Le stime indicano un aumento del numero di tamponi positivi in tutte e quattro le nazioni del Regno: a cominciare dall'Inghilterra, di gran lunga la più popolosa, dove si passa da un caso ogni 80 persone testate a uno ogni 70. In rapporto agli abitanti il picco è però in Irlanda del Nord, che passa da un contagio ogni 50 test a uno ogni 40, mentre l'accelerazione più netta dalla settimana pre Ferragosto a quelle successiva  e' in Scozia con quasi un 30% di tamponi positivi in più.
   L'indice Rt sul tasso d'infezione resta comunque più o meno stabile in Inghilterra - dove è stato rivisto oggi da 0,9-1,2 a 1-1,1 - mentre l'effetto attribuito alla campagna vaccinale (giunta nell'intero Paese a quasi il 78% della popolazione over 16 doppiamente immunizzata e a quasi il 90% coperta almeno da una dose) continua per ora a frenare l'incremento di contagi gravi e ricoveri ospedalieri, con un numero di morti fino a 10 volte inferiore rispetto all'ondata invernale innescata dalla variante Alfa. Preoccupa tuttavia in particolare il trend della Scozia, dove le scuole hanno già riaperto secondo il calendario abituale del nord e dove in questi giorni l'impennata in relazione della popolazione appare più marcata che in qualunque altro territorio: con un record di 6835 nuovi casi censiti solo nelle ultime 24 ore. 
- di ninocr

Cina, due voli sospesi per nuovi casi di positività

La società che regolamenta l'aviazione civile cinese ha annunciato la sospensione di un volo della Xiamen Airlines e di un volo della China Southern Airlines dopo che i passeggeri sono risultati positivi al Covid-19. La Civil Aviation Administration of China (Caac) ieri ha fatto sapere infatti che un totale di otto passeggeri a bordo del volo Manila-Xiamen MF820 della Xiamen Airlines è risultato positivo il 13 agosto e che la tratta sarà sospesa per due settimane a partire dal 30 agosto. Anche il volo Yangon-Guangzhou CZ3056 della China Southern Airlines sarà sospeso per due settimane a partire dal 30 agosto, dopo che nove passeggeri sono risultati positivi sul volo del 14 agosto.
- di ninocr

Calabria, 313 nuovi positivi e nessun decesso

Sono 313 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 3.582 tamponi eseguiti. Finora sono stati effettuati 1.070.460 tamponi, le persone risultate positive al coronavirus sono 76.726 (ieri erano 76.413). Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: rispetto a ieri sale il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dall'8,64% all'8,74%). Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 1.305 (dato invariato rispetto a ieri), i guariti sono 70.907 (+215 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 157 (+10 rispetto a ieri), di cui 14 in terapia intensiva (+1 rispetto a ieri). I positivi sono 4.514 (+98).
- di ninocr

Campania, 576 nuovi casi e 5 decessi

Lievissima flessione del tasso di incidenza Covid in Campania, dove si registrano 576 nuovi positivi su 14.304 test: un rapporto del 4,02% rispetto al 4,29 di ieri. Il bollettino odierno dell'Unità di crisi segnala anche 5 nuove vittime (una nelle ultime 48 ore, quattro risalenti ai giorni precedenti). Resta invariato il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva (21) mentre quello delle degenze scende a 350 (-11). 
- di ninocr

Emilia Romagna: 732 nuovi positivi

In Emilia Romagna accertati nell'ultimo giorno 732 nuovi casi su oltre 26mila tamponi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 51 (due in meno rispetto a ieri), 420 quelli negli altri reparti Covid (+15 rispetto a ieri). Registrati 7 decessi. 
- di Redazione SkySport24

Friuli Venezia Giulia: 204 nuovi casi e un decesso

In Friuli Venezia Giulia, su 6.453 tamponi molecolari, sono stati rilevati 190 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 2,94%. Sono inoltre 3.024 i test rapidi antigenici eseguiti, dai quali sono stati rilevati 14 casi (0,46%). Un decesso registrato. Sono 11 le persone in terapia intensiva (+1 rispetto a ieri).
- di Redazione SkySport24

India, superati i 610 milioni di vaccinati

Più di metà degli indiani adulti, circa 610 milioni di persone, sono stati vaccinati contro il Covid-19: 473 milioni hanno avuto almeno una dose, mentre altri 138 milioni sono stati immunizzati con due: lo dicono i dati ufficiali del ministero alla Salute.
- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche