ICC, Barcellona Roma 2-4: gol e highlights. El Shaarawy, Florenzi, Cristante e Perotti calano il poker

International Champions Cup

In Texas nell'amichevole tra Barcellona e Roma partenza sprint dei catalani, subito in gol al 6' con l'ex Inter Rafinha. Al 35' il pari di El Shaarawy. Nella ripesa nuovo vantaggio di Malcom, poi i gol di Florenzi, Cristante e Perotti su rigore

TOTTENHAM-MILAN 0-1, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

CLICCA QUI PER RIVIVERE BARCELLONA-ROMA

LE IMMAGINI PIÙ BELLE DELLA PARTITA

BARCELLONA-ROMA 2-4

6' Rafinha (B), 35' El Shaarawy (R), 49' Malcom (B), 78' Florenzi (R), 83' Cristante (R), 86' rig. Perotti (R)

TABELLINO

Barcellona (4-3-3): Cillessen; Semedo (64' Cuenca), Marlon (46' Brandariz), Lenglet (64' Palencia), Cucurella (46' Paco Alcacer); Sergi Roberto (46' Monchu), Arthur (46' Puig), Rafinha (64' Collado); Aleix Vidal (46' Ballou), Munir (46' Ruiz), Malcom (63' Perez)All: Valverde

Roma (4-3-3): Olsen (46' Mirante); Florenzi, Manolas (62' Juan Jesus), Marcano (76' Fazio), Santon (61' Cristante); Lo. Pellegrini (63' Lu. Pellegrini), De Rossi (66' Pastore), Strootman (62' Schick); Kluivert (62' Perotti), Dzeko (68' Gonalons), El Shaarawy (76' Kolarov). All: Di Francesco

Ammoniti: 27' Lo. Pellegrini (R), 37' Aleix Vidal (B), 37' Manolas (R)

Vince la Roma: sotto due volte, pareggia e alla fine ribalta il mini Barcellona di Valverde. Già orfano dei suoi giocatori migliori, nella ripresa i catalani hanno chiuso la gara - di fatto - con la propria cantera, e subendo in otto minuti la rimonta giallorossa. Florenzi, Cristante e Perotti. Quasi tutto troppo facile contro i ragazzini in maglia gialla che sono andati in tilt nei minuti finali di partita. Resta la buona prestazione dei blaugrana nel primo tempo, dove la Roma ha sofferto moltissimo sotto i colpi di Munir, Rafinha (in gol) e di Malcom, anche lui in rete a inizio ripresa prima di lasciare il campo nella girandola di sostituzioni. Il suo appoggio in rete per il momentaneo 2-1 al 49' ha avuto il sapore della beffa, ancora cocente e dettata dal mercato. La prima rivincita è allora arrivata sul campo, dove Di Francesco conquista i suoi primi tre punti nella ICC.

Così in campo

Alla fine Malcom era proprio in campo. Lui, l’oggetto del desiderio diventato oggetto della discordia. Brasiliano, classe 1997, ala destra, un accordo tra Roma e Bordeaux raggiunto prima dell’inserimento, clamoroso, del Barcellona. È così allora che all’AT&T Stadium il posto da titolare, e per la prima volta con la sua nuova maglia, l’ha occupato nelle file dei Catalani. Lì, nel tridente offensivo con Munir e Aleix Vidal, e nello schieramento speculare tra le due squadre in una sfida sì amichevole, ma che non può certo che riportare alla memoria quel clamoroso 3-0 dell’Olimpico. Un sogno. Dzeko più De Rossi più Manolas, eroi di Champions e tutti in campo anche in Texas nella ICC. Il greco con Florenzi, Marcano e Santon in difesa. A copertura del debutto di Olsen tra i pali giallorossi. De Rossi è invece a centrocampo con Lorenzo Pellegrini e Strootman. Mentre Dzeko con El Shaarawy e Kluivert in attacco.

Primo tempo

Quindici minuti, cinque occasioni. È un inizio shock quello del primo tempo per la Roma di Di Francesco, clamorosamente sorpresa da un Barcellona ancora orfano dei suoi più grandi giocatori ma non per questo senza talento. Munir pericoloso due volte in quattro minuti: prima fuori col destro in area, dunque da fuori a trovare guantoni di Olsen, subito bersagliato nei suoi primi minuti da portiere della Roma. Poi il gol di Rafinha, al 6’, dopo splendido scambio con il solito Munir indiavolato. I giallorossi allora soffrono, subiscono e difficilmente ripartono, ma all’intervallo strappano comunque il pareggio grazie alla giocata del giovane Kluivert. L’olandese al 35’ sfonda sulla fascia destra, approfitta di una delle poche distrazioni della difesa catalana e serve a El Shaarawy un pallone che il numero 92 non fallisce: piatto destro aperto nel cuore dell'area di rigore e palla alle spalle di Cillessen. Al break il parziale in campo è allora di 1-1, dopo che i catalani avevano avuto altre due grandi occasioni per raddoppiare. Ovviamente sempre lì, e sempre nei primi minuti di partita. Al nono con Olsen che chiude lo specchio a Malcom, e al 16’ con ancora Rafinha a sfiorare il palo con un interno mancino insidiosissimo.

Secondo tempo

Prima la beffa di Malcom, poi Florenzi, Cristante e Perotti a ribaltare il mini Barcellona in campo praticamente con la propria squadra giovanile. Il secondo tempo è stato così ovviamente segnato dai cambi: dieci quelli per Valverde, tutti tranne il portiere. E una marea di ragazzini in campo che inizialmente continuano a garantire il bel gioco della squadra, ma poi affondano in otto minuti subendo la rimonta giallorossa. Al 49’ la prima gioia della ripresa era però arrivata per i catalani, sotto forma di beffa con la rete proprio di Malcom. Dunque le prime sostituzioni per Di Francesco, che manda dentro - tra gli altri - Perotti, Schick e Cristante intorno all’ora di gioco. Il ritmo però inizialmente non cambia, ed è Mirante (dentro per Olsen) a evitare che Abel Ruiz segni il 3-1 a venti dalla fine, salvo poi ringraziare Ballou per l’errore sotto porta sugli sviluppi di un corner arrivato poco dopo. Tra il minuto 78 e il numero 86 arriva così la rimonta giallorossa. Prima gol di Florenzi, unico dei 20 titolari “di movimento” ancora in campo (e lo sarà fino alla fine). Cristante ribalta la partita con un rasoterra angolato e Perotti la chiude sul rigore procurato da Schick. Vittoria rotonda, quattro gol al Barcellona che però non nascondono un match molto difficile, e sofferto per larghi tratti della prima ora di gioco. Dopo tre minuti di recupero la Roma sale a quota 3 punti nella ICC.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche