02 settembre 2017

Italia, con la Spagna Ventura sceglie il 4-2-4: probabili formazioni

print-icon

Tutto pronto al Bernabeu per la super sfida di questa sera: Ventura se la gioca con il suo sistema più offensivo, nel quale Candreva e Insigne supporteranno il duo d'attacco con Verratti regista. Barzagli favorito su Rugani al posto dell'infortunato Chiellini. Per la Spagna dubbio in avanti, con Asensio favorito su Morata 

CLICCA QUI PER SEGUIRE SPAGNA-ITALIA LIVE

LA CLASSIFICHE DELLE QUALIFICAZIONI MONDIALI

L'Italia è pronta, al Bernabeu questa sera Ventura e i suoi ragazzi si giocano il Mondiale. Di fronte la furia della Spagna e quel "miedo escenico" di uno stadio che mette i brividi ma sul quale, stando alle parole del nostro Ct, gli azzurri non troveranno né serpenti né coccodrilli. E allora c'è una sola ricetta per cercare quell'impresa, ovvero vittoria, che lancerebbe l'Italia in testa al proprio gruppo di qualificazione ai Mondiali del 2018: giocarsela senza paura. All'attacco. Con il proprio credo. Ovvero con quel 4-2-4 sul quale il Ct ha voluto ridisegnare la nuova identità della squadra ereditata da Conte.

Ventura: "Al Bernabeu non ci saranno i coccodrilli"

Spazio al 4-2-4

Ventura ci ha pensato a lungo in questi giorni di raduno a Coverciano e la tentazione di confermare un sistema di gioco così offensivo l'ha avuta sin dal primo allenamento, come i nostri inviati vi stanno puntualmente raccontando. Anche per lanciare un messaggio a giocatori e avversari. E allora in campo ci saranno tante certezze, leggermente incrinate solo dall'infortunio al polpaccio destro di Chiellini, che ha escluso il difensore bianconero dalla sfida del Bernabeu. Al suo posto, al fianco di Bonucci, ci sarà l'ex compagno Barzagli (con Rugani che comunque scalpita), mentre sugli esterni conferme per Darmian e Spinazzola. In mezzo al campo De Rossi sarà la diga e Verratti il regista mentre in avanti il quartetto è super confermato: Candreva e Insigne (fresco di numero 10, almeno in Nazionale) sulle fasce e il duo, temutissimo da Iniesta, Belotti e Immobile in avanti.

Il dubbio di Lopetegui

Tante certezze e solo un ballottaggio invece per il Ct della Spagna che sul terreno del Bernabeu dovrebbe presentare il suo solito 4-3-3 con la novità Asensio centravanti al posto di Morata. La giovane stella del Real, in gol già 4 volte su 5 partite giocate, agirà dunque da falso nueve al fianco di due fantasisti come Isco e David Silva. In mezzo al campo Busquest davanti alla difesa, Koke e Iniesta saranno invece gli interni. Carvajal e Jordi Alba saranno i terzini, al centro la strana ma oramai collaudata coppia formata da Ramos e Pique, il primo idolo assoluto il secondo nemico giurato del bernabeu che addirittura potrebbe anche fischiare il giocatore del Barcellona. In porta ci sarà De Gea.

Real Madrid, Marco Asensio è l'uomo dei debutti

Le curiosità statistiche della partita

-Italia e Spagna si sono incontrate 36 volte: 11 successi azzurri, 10 spagnoli e ben 15 pareggi.
-Questa è la prima volta che le due Nazionali si affrontano in un gruppo di qualificazione ai Mondiali: la gara di andata a Torino terminò 1-1.
-Escludendo però le amichevoli, il bilancio è largamente a favore degli azzurri: sei vittorie, sette pareggi e solo due sconfitte.
-Una sola vittoria (2-0 a Euro 2016) per l’Italia negli ultimi sette precedenti con la Spagna (4N, 2P).
-L’ultimo successo degli Azzurri in trasferta contro la Spagna risale al marzo 1949 (3-1 in amichevole).
-L'Italia è imbattuta nelle ultime 33 partite di qualificazione ai Mondiali: 23 vittorie e 10 pareggi.
-La Spagna è imbattuta nelle ultime 59 partite di qualificazione ai Mondiali (46V, 13N) e ha vinto nove delle ultime 10 (unico pareggio con l’Italia a ottobre).
-L’Italia ha subito un solo gol nelle ultime sei partite giocate (dall’Olanda in amichevole) e ha segnato almeno due gol in sette delle ultime nove.
-La Spagna ha subito gol in quattro delle ultime cinque partite giocate, ma ne ha segnati anche almeno due in tutte le ultime sette.
-Julen Lopetegui è ancora imbattuto da allenatore della Spagna: sette vittorie e tre pareggi in 10 partite.
-Torna in Nazionale David Villa, il miglior marcatore di sempre nella storia della Spagna (59 gol in 97 presenze, l’ultimo dei quali ai Mondiali 2014 contro l’Australia).
-Tre degli ultimi sei gol della Spagna in tutte le competizioni portano la firma di David Silva, mentre in queste qualificazioni il miglior marcatore è l’assente Diego Costa con cinque reti.
-Nove dei 18 gol dell’Italia in queste qualificazioni (50%) portano la firma della coppia d’attaccanti: Ciro Immobile (cinque reti) e Andrea Belotti (quattro).
-Daniele De Rossi, autore del gol del pareggio contro la Spagna a ottobre 2016, è a quota 21 reti in Nazionale: con un altro gol aggancerebbe Sandro Mazzola all’undicesimo posto all-time

 

Nazionale, tutti i video

I PIU' VISTI DI OGGI