08 febbraio 2017

"Tevez chi?". Carlitos perde, il Brisbane sfotte

print-icon
Carlos Tevez - Shanghai Shenhua

Carlos Tevez, attaccante dello Shanghai Shenhua (Getty)

Esordio amaro per l'ex attaccante della Juve. Sconfitta ed eliminazione dalla Champions League asiatica per il suo Shanghai Shenhua. Passa il Brisbane Roar, vittoria per 2-0. E su Twitter scherniscono l'argentino...

Tevez, che "mazzata". Ok la Cina, ok i 113mila euro al giorno. Va bene anche la scelta dell'Oriente e di una nuova sfida. Personale, soprattutto. Dopo aver vinto tanto e ovunque. Ma alla prima uscita con lo Shanghai Shenua - da giocatore più pagato al mondo - l'argentino perde e incassa. Secco 2-0 in Champions League asiatica. E ai gironi passa il Brisbane Roar. Occhio, non ha niente a che vedere con lo stadio del Leyton Orient, Brisbane Road. C'è una "R" che fa la differenza. Questa è una squadra australiana di prima fascia. Gol di Borrello (non Marco) e Tommy Oar. Tevez a casa...con tanto di sfottò! Beffardo. Perché il Brisbane, tramite il proprio account Twitter, schernisce l'ex Juventus con tanto di "Carlos Who?". Nel senso: "Quale Carlos? Si è visto? Era in campo?". Orgogliosi e fieri gli australiani. I cinesi erano favoriti, avevano i campioni, ma il campo ha detto altro: vince il Brisbane. E Tevez? Esordio da dimenticare per il "suo" Shanghai Shenhua, squadra di Poyet con Guarin a centrocampo. Tra le sue fila, inoltre, c'è anche Obafemi Martins. Sì, l'ex Inter famoso per le capriole. "Emigrato" in Oriente dopo la parentesi americana con i Seattle Sounders. Niente da fare però, vince il Brisbane Roar. Che sui social sfotte, si diverte. E lo Shanghai Shenhua "porta a casa".

Calciomercato "del dragone", quanti colpi - Tanti, tantissimi. Una sfilza di giocatori di livello. Mercato scoppiettante per la Super League cinese. L'ultimo arrivo, ad esempio, è Anderson Hernanes. Sì, l'ex Lazio e Juventus. Ormai pronto ad accettare l'offerta dell'Hebei Fortune di Lavezzi (ah, l'allenatore è Manuel Pellegrini, un'altra vecchia conoscenza). Altri? Beh, ovviamente Oscar. L'ex fantasista del Chelsea approdato allo Shanghai SIPG per 70 milioni di euro (e 25 a stagione...). A differenza di Tevez, però, il suo esordio è da incorniciare: 3-0 al Shukothai e primo gol "cinese" in Champions League. Non male. Altri? Pato, Witsel, Ighalo. Tutti in Cina, dove tra l'altro ci sono anche Felix Magath (allenatore dello Shandong Luneng di Pellè), André Villas-Boas (Shanghai SIPG), Scolari (Guangzhou) e Fabio Cannavaro, promosso in Serie A col suo Tianjin (che ha incassato il "no" di Kalinic).  Finito qui? Chissà, il mercato cinese è ancora aperto. C'è ancora spazio per altri colpi. Poi tutti pronti, a marzo si comincia.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky