Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
20 marzo 2019

Porto, Casillas rinnova il contratto: giocherà almeno fino a 40 anni

print-icon

Longevo almeno come Buffon, Iker Casillas ha prolungato il suo contratto con il Porto e giocherà con il club dei Dragoes fino a 40 anni. "Qui mi sento a casa e ho intenzione di chiudere la mia carriera nel Porto", le parole nel giorno della firma

IKER PRESTO SOCIO: IL CLUB DEGLI OVER 40 DEL CALCIO

FLORENZI IN LACRIME, CASILLAS LO RINCUORA

Rinnovo di contratto fino a giugno del 2021, il Porto ha annunciato il prolungamento con Iker Casillas per altre due stagioni. Il portiere spagnolo difenderà dunque i pali del club portoghese fino a 40 anni. "Si tratta di un giorno speciale per me perché qui mi sento a casa. I portieri possono allungare la loro carriera e il mio impegno è essere sempre al 100%. Non è facile scommettere su qualcuno a 38 anni ma la mia volontà è quella di chiudere la carriera al Porto. La mia testa è solo al Porto, chiuderò qui la carriera e rappresenterò i valori del club. Dopo non so cosa farò, ma spero di rimanere sempre legato al mondo del calcio", ha commentato l'ex portiere del Real Madrid.

Sulla scia di Miura, gli altri che hanno giocato fino a 40 anni e oltre

Sicuramente non batterà il record di Kazuyoshi Miura, l'ultimo samurai del calcio, ancora in campo a 52 anni, ma Iker Casillas è sulla buona strada. Con il rinnovo di oggi Casillas si è ritagliato un posto in campo almeno fino a 40 anni. Un'età certo non 'impossibile' per i portieri, come insegna anche Gigi Buffon (41 anni lo scorso gennaio) in predicato, si dice, di rinnovare col club transalpino. In attesa di qualche altro temerario over 50 (sarà veramente difficile vederne ancora), Miura non è comunque l'unico ad aver calcato i campi professionistici a questa età: negli almanacchi gli fa compagnia un altro mostro sacro come l'inglese Stanley Matthews (ritiratosi a 50 anni e 5 giorni). Ma il calcio ha regalato tanti altri casi di calciatori longevi, sia in Italia che all'estero. Come Casillas insegna (ma anche Yashin, Zoff, Jennings, Shilton, Ceni, Mondragon, Kiraly), per gli estremi difensori è un po' più semplice tenersi in forma e riuscire a garantire buone prestazioni in età avanzata, mentre per i giocatori di movimento la situazione è certo differente, ma si possono comunque annoverare esempi calzanti. Tra i primi vanno sicuramente annoverati Marco Ballotta (ha giocato la sua ultima partita in a 44 anni e 38 giorni) e Andrea Pierobon (ha lasciato il Cittadella a quasi 46 anni). Tra i secondi, Ryan Giggs è certamente uno dei primi nomi che affiora alla mente. L'esterno gallese del Manchester United ha sgroppato su entrambe le fasce fino a 41 anni dando sfoggio della sue qualità fuori dal comune. Nonostante l'enorme dispendio fisico è riuscito a mantenersi a livelli eccelsi fino all'ultimo giorno della sua memorabile carriera. Così come Francesco Totti, congedatosi dalla Roma il 28 maggio 2017 di fronte ad uno stadio Olimpico gremito. L'ex capitano ha appeso le scarpette al chiodo a 40 anni e 8 mesi, dopo aver dato praticamente tutto al club giallorosso. Un altro stakanovista del prato verde è stato Javier Zanetti, storico capitano dell'Inter del triplete che ha giocato fino a 41 anni, stessa età anagrafica di altri due mostri sacri del calcio italiano, gli ex milanisti Maldini e Costacurta, che hanno vestito rossonero fino a 41 anni vincendo ogni trofeo possibile. E poi come dimenticare Rivaldo (si è ritirato a 43 anni) o il camerunese Roger Milla, attaccante classe 1952, che ha smesso di giocare solo nel 1996 in Indonesia. Non sarà stata la Premier certo, ma a 44 anni riuscì lo stesso a segnare 23 gol in 23 partite.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi