Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 gennaio 2009

Reja ironico sugli arbitri: "Non sono in grande forma"

print-icon
rom

Ezequiel Lavezzi non è bastato a Reja per ottenere un risultato positivo contro la Roma

Il tecnico del Napoli ritiene di essere stato penalizzato nella gara persa contro la Roma a causa di un gol annullato a Zalayeta per fallo di mano e uno accordato a Mexes in fuorigioco. "Meglio non criticare i direttori di gara altrimenti non sono sereni"

INTERVIENI SUBITO NEL FORUM DEL NAPOLI

"Prendiamo atto che non è un momento di grande forma per gli arbitri, ma abbiamo perso per 3-0. Comunque tra il gol annullato a noi e quello dato a loro ci sono stati episodi che hanno condizionato la gara: la rete di Mexes era irregolare". E' questo lo sfogo di Edy Reja al termine di Napoli-Roma, gara vinta dai giallorossi per 3-0. "Non so se ci fosse il fallo di mano di Zalayeta - spiega ancora Reja - ma sul gol di Mexes il fuorigioco c'era. I miei ragazzi mi hanno detto che hanno lasciato stare Mexes perché era nettamente oltre la nostra linea difensiva".

Cos'è successo sul gol di Zalayeta? "In un primo momento l'arbitro Morganti lo aveva dato - dice - ed è stato sommerso dai giocatori della Roma. Poi da qualche parte gli è arrivata la comunicazione e l'ha annullato. Noi ci siamo meravigliati". Reja chiude cercando di stemperare gli animi: "Non continuiamo a criticare gli arbitri - dice - perché poi non sono sereni e si vedono partite come quella di ieri sera (Juve-Fiorentina n.d.r.) o questa di oggi".