Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
23 aprile 2009

Beckham: ''Grosse risate con l'inglese di Ancelotti''

print-icon
bec

Beckham ha definito Paolo Maldini un vero gentleman

Lo Spice Boy su Carletto: ''Studiava inglese già prima che arrivassi, ma fa sempre gli stessi errori". Poi analizza lo spogliatoio rossonero dal punto di vista linguistico: Paolo Maldini si esprime da gentleman mentre Gattuso parla una lingua tutta sua

COMMENTA NEL FORUM DEL MILAN

Carlo Ancelotti studia inglese da mesi ma, a sentire David Beckham, non compie progressi di rilievo. Paolo Maldini, secondo lo Spice Boy, si esprime da gentleman, mentre Gattuso parla una lingua tutta sua. "Quando sono arrivato al Milan, Ancelotti stava già studiando inglese", dice il 33enne centrocampista che indossa la maglia rossonera da dicembre. "Ogni volta provo a correggere il suo inglese, ma lui continua a fare errori e finiamo a ridere", dice Beckham descrivendo al tabloid 'The Sun' le conversazioni con l'allenatore del Milan. Ancelotti, secondo la stampa inglese, è candidato ad accomodarsi sulla panchina del Chelsea nella prossima stagione.

"Non so nulla del Chelsea", taglia corto Beckham, che resterà al Milan fino alla fine della stagione. Anche i suoi progressi linguistici, a dire la verità, non sono stati rilevanti. "Ammetto che non ho fatto molti passi avanti con l'italiano - dice -. Riesco solo a dire 'congratulazioni' all'arbitro o 'bel gol' a Pippo Inzaghi". In squadra, comunque, non mancano i giocatori che conoscono l'inglese. "Paolo Maldini parla inglese e poi c'è Gennaro Gattuso che parla una lingua tutta sua: ma riesco a capirlo". "Una cosa è sicura - dice ancora Beckham: in Europa e nel mondo ci sono tanti calciatori che pagherebbero di tasca propria per giocare in un club come il Milan. Ecco perché avrei fatto di tutto per rimanere qui fino alla fine della stagione".