Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 agosto 2009

Cassano: "Metto d'accordo Mou e Lippi. Nessuno mi vuole"

print-icon
cas

Cassano esulta dopo un gol

Il barese torna sulla discussione tra il ct e il tecnico portoghese: "Sono l'unico che riesce a mettere d'accordo i due mister. A giocare in Nazionale sono sempre disponibile, voglio vivere una stagione da protagonista regalando tante gioie ai tifosi"

"Sono l'unico che riesce a mettere d'accordo Mourinho e Lippi: nessuno dei due mi vuole". Antonio Cassano si prepara a vivere un'annata da protagonista con la Sampdoria. L'attaccante barese non rientra attualmente nel progetto del ct azzurro Marcello Lippi e, nonostante la stima del presidente interista Massimo Moratti, non sembra convincere il tecnico nerazzurro Josè Mourinho. "Sono l'unico che riesce a metterli d'accordo", dice Cassano, ironizzando sulla polemica nata negli ultimi giorni tra il commissario tecnico e lo 'Special One'. Lippi ha pronosticato la vittoria della Juventus in campionato, Mourinho ha replicato piccato per la "mancanza di rispetto".

Cassano non interviene nel botta e risposta. Al ct, però, invia messaggi chiari. "Mi sta bene anche se Lippi mi convoca all'ultimo minuto. Mi piacerebbe giocare in Nazionale, la mia disponibilità c'è. Quando gioca l'Italia soffro anche io. Non ho mai avuto occasione di parlare con Lippi, non ho mai avuto problemi con il ct. Le sue scelte sono dettate da motivazioni che vanno rispettate. Cos'altro vi devo dire", dice in una conferenza stampa pirotecnica. Con la Samp, quest'anno, non calcherà il palcoscenico europeo. "Io ho sempre detto che vorrei stare qui a vita. So che il presidente dell'Inter, Moratti, mi stima molto. Per questo lo ringrazio. A me basta far felice la mia gente, dimostrare che sono un giocatore importante. Della Champions mi importa poco... Non mi importa niente...", dice.

Il mercato estivo è stato caratterizzato da cessioni eccellenti e acquisti illustri. L'Inter ha venduto Zlatan Ibrahimovic al Barcellona e ha preso dai catalani Samuel Eto'o. Nel cambio, dice Cassano, l'Inter ha fatto l'affare migliore: "Ibrahimovic si è dimostrato un fenomeno solo in Italia. Per me è arrivato l'attaccante più forte del mondo. Eto'o al barcellona ha segnato 120 gol in 4 anni, ha fatto gol decisivi in 2 finali di Champions". La Juventus si è rafforzata, in particolare, con l'arrivo del brasiliano Diego. "Mi ha impressionato nella sfida contro il Milan. E' un grande acquisto, penso che farà bene", dice Cassano. "Io - aggiunge - se avessi la testa giusta me la potrei giocare con tutti, tranne che con Messi. Con Messi no, è dio... Purtroppo io la testa giusta non ce l'ho: la mia è malata, anche se meno malata rispetto al passato".

Capitolo Sampdoria: "Dobbiamo fare un buon campionato, dobbiamo stare nella parte sinistra della classifica. Ci sono 6-7 squadre più attrezzate di noi, inutile parlare di un piazzamento. Posso dire che vinciamo la Champions, tanto non la giochiamo....". Tra battute e risate, bocciatura senza appello per le chiacchiere del calcio d'estate. "Sento tanti proclami: c'è chi vuole vincere lo scudetto, chi vuole arrivare in Champions... Noi allora che giochiamo a fare? Andiamo direttamente in vacanza... Ogni tanto capita che vincano anche i meno forti: da 10 anni non vincevano un derby...". Ultima domanda: chi vince il campionato? "Può perderlo solo l'Inter,è tre spanne sopra gli altri".

SCOPRI IL FANTASCUDETTO E GIOCA!

SERIE A: ECCO LE PROBABILI FORMAZIONI