Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 ottobre 2009

Ferrara: "Conquistati tre punti senza rischiare"

print-icon
ama

Un contrasto tra l'autore del gol Amauri e Vergassola durante Siena-Juventus

L'allenatore bianconero è soddisfatto dal successo di misura sul Siena: "Usciamo vittoriosi da una trasferta delicata. Sono contento sia del risultato sia della prova dei ragazzi. Chiellini: "Non siamo stati belli, ma era fondamentale vincere". LA GALLERY

GUARDA GRATIS TUTTI GLI HIGHLIGHTS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

"Vedo il bicchiere pieno. La vittoria era fondamentale, abbiamo conquistato 3 punti senza rischiare. Sono soddisfatto di risultato e prestazione". Ciro Ferrara è soddisfatto dopo la vittoria che la sua Juventus ha ottenuto sul campo del Siena. La Vecchia Signora ha conquistato 3 punti in un match che ha offerto uno spettacolo deludente. "Nel primo tempo il ritmo della gara non era alto, quindi la difesa del Siena poteva chiudersi. Nel secondo tempo siamo decisamente migliorati, ci siamo mossi di più e abbiamo anche accelerato", dice Ferrara a Sky Sport.

La prestazione della Juventus è migliorata nella ripresa quando è entrato Mauro Camoranesi. "Finora ha sempre giocato e rimane un elemento di grandissima qualità. Non è facile tenerlo fuori, ma ogni tanto bisogna far respirare anche lui", dice l'allenatore. Promosso anche il brasiliano Diego: "Nel primo tempo ha sofferto come tutti, ma nella ripresa ha dato un ottimo contributo e si è fatto valere anche in copertura quando ha giocato da esterno in un centrocampo a quattro".

Il difensore della Juventus Giorgio Chiellini ha parlato in esclusiva ai microfoni di SKY. L’intervista è andata in onda nel post partita di Siena-Juventus.

È troppo in forma Chiellini o c’è qualcosa che non quadra se a Siena tu sei il migliore della Juve?
Io sto bene, era importante vincere, non siamo stati bellissimi, però se stiamo a vedere le occasioni in qualche modo le creiamo sempre. Sapevamo di affrontare una squadra in difficoltà e all’inizio abbiamo detto di lasciarli sfogare e poi colpirli con le nostre qualità, che poi sono anche le palle inattive. Amauri ha segnato un gol decisivo, però abbiamo veramente rischiato poco e questo è quello che conta. Ancora non saremo bellissimi, però oggi al di là dei numeri, del rombo, di una punta, di due punte, c’è stato uno spirito giusto che ci ha fatto vincere la partita.

Ci spieghi perché ancora non siete bellissimi?
La Juve non è mai stata bellissima, neanche quella vincente di Lippi e di Capello. Un po’ è nel DNA essere più concreti che belli, è una cosa secondo me positiva anche se sappiamo di dover migliorare nel gioco. La via che abbiamo preso è quella giusta, lo spirito di questa partita è la cosa più positiva di questa giornata.

Come dice Trezeguet, nel DNA della Juve c’è un gioco con tante punte, non una sola?
Poi abbiamo parlato con David, non è il fatto di una punta o due punte, perché poi c’erano tre giocatori offensivi dietro, alla fine l’importante è correre e darsi tutti una mano, oggi questo atteggiamento c’è stato, era un po’ mancato nell’ultimo periodo in cui non avevamo vinto, un po’ per stanchezza un po’ per appagamento dopo i grandi risultati iniziali. Abbiamo capito la lezione e adesso sta ripartendo una nuova Juve.

Avete punti in meno rispetto all’Inter, ma secondo te avete qualcosa in più?
Qualcosa in più ancora no, perché se non eravamo dietro, però siamo convinti di potercela giocare fino alla fine con loro.