Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 novembre 2009

In campo o sul set, la Juve ha sempre in testa l'Inter

print-icon
fer

Ferrara, Amauri, Sissoko e Marchisio protagonisti dei nuovi promo "La Casa dello Sport"

I giocatori bianconeri protagonisti della nuova campagna promozionale di SKY. Amauri, Sissoko e Marchisio attori provetti ma con la testa sempre al campo: "Scudetto e Champions? Ci crediamo. E il gap con i nerazzurri non esiste". GUARDA LE FOTO

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

GUARDA I GOL DI ATALANTA-JUVENTUS

COMMENTA NEL FORUM DELLA JUVENTUS

di ALFREDO ALBERICO

Amauri, Sissoko e Marchisio sul set. Attori per un giorno, succede solo su SKY. I giocatori della Juventus, accompagnati dal tecnico Ciro Ferrara, tra i protagonisti de "La Casa dello Sport", la campagna di SKY per il lancio dei nuovi e divertenti promo che finiranno sul satellite nelle prossime settimane. 

Dal campo alle telecamere il passo è breve. Sarà che i tre indossano le consuete divise da lavoro, dalla maglietta agli scarpini con i tacchetti, ma sembrano davvero a loro agio nell'interpretare il ruolo assegnatogli: una riunione per pianificare la giornata e poi subito alle scrivanie per affrontare
computer, scartoffie e telefono.

Tra un ciak e l'altro, però, c'è anche il tempo per scambiare due chiacchiere e cercare di capire dove può arrivare la Juventus in questa stagione: "Siamo competitivi – ricorda Marchisio – e consapevoli dei nostri mezzi. Grandi campioni e grande affiatamento, possiamo andare lontano".

Andare lontano, dunque, anche se le difficoltà non sono mancate e non tutto è andato liscio. Qualche sconfitta di troppo ha frenato i bianconeri e permesso all'Inter di piazzarsi da sola in testa alla classifica. Ma guai a parlare di gap incolmabile dai nerazzurri: "Non esiste – dice il centrocampista – e non c'è mai stato. Abbiamo commesso qualche errore, ma siamo certi di potercela giocare con loro".

Un messaggio chiaro spedito agli avversari e ai propori tifosi. Così, tanto per far sentire di più il fiato sul collo ai primi e rassicurare  i secondi. E poco conta se anche un fedelissimo come John Elkann, vicepresidente della Fiat, ha parlato di "Juve forte ma poco costante". Chiara l'idea di Marchisio in proposito: "E' una valutazione che ci può stare. Ma siamo in crescita e soprattutto abbiamo bene in mente i nostri obiettivi: vincere lo scudetto e arrivare fino in fondo in Champions League. Lo vogliamo, ci crediamo".

E le idee chiare le ha pure Ferrara, che alle dichiarazioni di Elkann preferisce non replicare. Ma in fin dei conti basta un sorriso e uno sguardo per capire che i suoi ragazzi hanno la rabbia giusta per recuperare il terreno perso in campionato e continuare l'avventura in Europa. Anche perché da domani non si recita più, si torna a fare sul serio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT